Iniziato il roll-out generale di Android 7 Nougat su Galaxy S7 e Galaxy S7 edge

Iniziato il roll-out generale di Android 7 Nougat su Galaxy S7 e Galaxy S7 edge

finalmente disponibile per i primi utenti Android 7.0 Nougat per Samsung Galaxy S7 e Galaxy S7 edge

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Telefonia
SamsungGalaxyAndroid
 

Poco prima della fine del 2016 Samsung ha annunciato la fine immediata del Galaxy Beta Program, il programma con cui distribuiva le versioni non finalizzate di Nougat su Galaxy S7 e Galaxy S7 edge. La società sperava di riuscire a distribuire l'update per i top di gamma attuali già nel mese di gennaio e la scorsa settimana aveva iniziato una sorta di distribuzione a dimensioni ridotte, una prova verso un numero estremamente limitato di dispositivi, per vedere se tutto fosse in regola.

E pare che i risultati dei test siano positivi, visto che la compagnia ha appena iniziato il roll-out generale dell'aggiornamento a Nougat per Galaxy S7 ed S7 edge. A informarci è SamMobile, sempre attento per quanto riguarda le novità provenienti dal colosso coreano. Samsung aggiorna le sue punte di diamante ad Android 7.0, che è stato rilasciato da Google ufficialmente quasi cinque mesi fa. Al momento la versione di Android più recente è la 7.1.1.

La compagnia non ha ancora precisato se intende rilasciare anche le versioni successive di Nougat, e non sono chiari neanche i piani d'aggiornamento ad Android 7.0 per gli altri dispositivi della line-up attuale. Nonostante la versione del kernel Android non sia la più recente, l'aggiornamento include tutte le patch di sicurezza rilasciate ufficialmente nel mese di gennaio, quindi può essere considerato stabile e sicuro come le versioni di Android stock.

I primi a ricevere Nougat saranno i partecipanti alla beta, e per loro l'aggiornamento avrà un "peso" di circa 200 MB, poi arriverà per tutti gli altri utenti (anche in Europa) che hanno un dispositivo no-brand. Chi ha una versione legata ad un operatore telefonico dovrà aspettare qualche settimana, o mese, per riceverlo, dal momento che il roll-out sarà gestito dallo specifico operatore una volta effettuate le dovute modifiche al firmware ufficiale rilasciato dai coreani.

Le novità dell'aggiornamento sono parecchie: innanzitutto una nuova interfaccia grafica sullo stile di quella presente su Galaxy Note 7, prima del suo ritiro dal mercato. Il verde dominante della scorsa TouchWiz è ora sostituito dal blu e dal bianco della nuova versione, che ricorda in parte anche il minimalismo della variante stock realizzata da Google. Anche la fotocamera verrà rinnovata con una nuova versione, così come la schermata di blocco con la possibilità di accedere ad alcune app.

Il multi-window si espande a nuova app, e vengono aggiunte nuove modalità: una per il risparmio energetico, l'altra per la riduzione delle emissioni di luce blu. Ricordiamo che secondo le ultime voci Nougat sarebbe dovuto arrivare il 17 gennaio su Galaxy S7 e S7 edge, tuttavia i primi utenti l'hanno ricevuto già nelle scorse ore, con alcuni giorni d'anticipo rispetto al ruolino di marcia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
harlock1013 Gennaio 2017, 14:24 #1
Ma l'aggiornamento ad un sistema vecchio si chiama sempre aggiornamento ?
In genere le versioni .0 di qualunque cosa sono sempre affette da bug di varia natura ....
peppedx13 Gennaio 2017, 23:06 #2
Ecco perché rilascio solitamente delle .1

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^