Il Tribunale conferma la class action: Samsung ha truffato gli utenti sulla memoria

Il Tribunale conferma la class action: Samsung ha truffato gli utenti sulla memoria

Secondo le accuse legate alla class action promossa da Altroconsumo Samsung ha dichiarato un quantitativo di memoria inferiore a quello contenuto nei propri smartphone

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 14:53 nel canale Telefonia
 

Il Tribunale di Milano questa mattina ha rigettato il reclamo di Samsung contro la class action Altroconsumo per la questione dellla memoria dichiarata dei dispositivi Galaxy che avevamo già trattato in una precedente occasione. I giudici hanno confermato integralmente l’ordinanza del Tribunale di Milano del novembre dello scorso anno che dichiarava ammissibile la causa collettiva voluta dall'Organizzazione indipendente dei consumatori.

"Rispedito al mittente il clamoroso tentativo senza successo da parte di Samsung di far cadere l’azione di classe in extremis", ha dichiarato Ivo Tarantino, responsabile Relazioni esterne Altroconsumo. "Per Altroconsumo un’altra vittoria a favore dei consumatori. Ora l’azione andrà avanti con la raccolta delle adesioni prevista a partire dal 1 luglio prossimo".

Le analisi in laboratorio condotte dall’organizzazione avevano dimostrato che negli smartphone e tablet venduti fino al dicembre 2014 la memoria mediamente per un terzo della capacità dichiarata dal produttore era già occupata da sistema operativo e app preinstallate. Uno scostamento tra memoria dichiarata ed effettiva che arrivava sino al 40%; pratica commerciale scorretta già sanzionata da parte dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nel 2014 con una multa di un milione di euro comminata a Samsung.

C’è tempo sino al 28 novembre 2017 per la raccolta e il deposito delle adesioni. L'Ordinanza completa del Tribunale si trova a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
21-5-7306 Giugno 2017, 15:08 #1
Più tardi mi leggerò bene l' ordinanza perchè mi sembra una cosa surreale, io ho un iPhone da 128Gb ma mica li ho disponibili tutti, idem il MacBook, sulla scatola c'è scritto 256Gb ma c'è il sistema operativo e le app quindi sono di meno. Idem il note e il PC windows.....
Phoenix Fire06 Giugno 2017, 15:11 #2
ma quindi se ho un dispositivo samsung pre 2014 posso ottenere qualche euro?
DjLode06 Giugno 2017, 15:18 #3
Originariamente inviato da: 21-5-73
Più tardi mi leggerò bene l' ordinanza perchè mi sembra una cosa surreale, io ho un iPhone da 128Gb ma mica li ho disponibili tutti, idem il MacBook, sulla scatola c'è scritto 256Gb ma c'è il sistema operativo e le app quindi sono di meno. Idem il note e il PC windows.....


Si parla di una differenza del 40%, che approssimando ulteriormente vuol dire quasi la metà. E' tantissima differenza.
The_Silver06 Giugno 2017, 15:18 #4
Originariamente inviato da: 21-5-73
Più tardi mi leggerò bene l' ordinanza perchè mi sembra una cosa surreale, io ho un iPhone da 128Gb ma mica li ho disponibili tutti, idem il MacBook, sulla scatola c'è scritto 256Gb ma c'è il sistema operativo e le app quindi sono di meno. Idem il note e il PC windows.....

Già nell'articolo parla anche di percentuali, è ovvio che su 128Gb diventa poco rilevante il peso dell'OS, ma su pochi Gb averne liberi in realtà solo il 60% già in partenza ad esempio è parecchio limitante, e cmq prova a pensare se di quei 128Gb te ne fossi trovati CINQUANTUNO in meno appena spacchettato il telefono, surreale è proprio la parola giusta.
X3n006 Giugno 2017, 15:20 #5
il 40% è davvero inumano...
kamon06 Giugno 2017, 16:04 #6
...Sogno un futuro in cui per legge i produttori siano obbligati a dichiarare chiaramente quanta memoria NON sarà disponibile causa robaccia installata, così la gente potrà basarsi anche su questo per la scelta di un device piuttosto che un'altro, facendo si che i produttori siano (in linea teorica) stimolati a mettere meno fuffa in memoria e produrre sistemi operativi più snelli e perchè no, modulari, in base a quello che serve a chi acquista.
Gr8Wings06 Giugno 2017, 16:48 #7

bene !

Speriamo che si diano una regolata col bloatware che preinstallano e che in gran parte non si può levare !
gpat06 Giugno 2017, 19:07 #8
Class action ridicola.
Qui siamo ai livelli delle famiglie degli autistici che richiedono risarcimenti perché sarebbe stata colpa dei vaccini.
s-y06 Giugno 2017, 19:29 #9
non avevo seguito
ma sbaglio o si intende semplicemente che la ram era già parzialmente occupata?

se così, me pare 'na strunzata

se lo strumento delle class action viene usato così, è solo un danno

ps: a meno che il tutto non si basasse su una strategia di comunicazione imperfetta da parte di samsung, ma anche così, anzi a maggior ragione...
aleardo06 Giugno 2017, 21:21 #10
"Samsung ha dichiarato un quantitativo di memoria inferiore a quello contenuto nei propri smartphone."

In questo caso sarebbero dei benefattori, semmai hanno dichiarato quantitativo di memoria superiore a quello effettivamente contenuto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^