Huawei Storysign: arrivano nuovi libri per i 32 milioni di bambini sordi

Huawei Storysign: arrivano nuovi libri per i 32 milioni di bambini sordi

Il progetto di Huawei per i bambini non udenti continua e di gran carriera visto che l'azienda cinese è pronta a proporre nuovi libri grazie all'applicazione StorySign. Un progetto sempre più concreto e di valore.

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Telefonia
Huawei
 

Huawei ha a cuore i 32 milioni di bambini sordi di tutto il mondo e sa bene che la tecnologia può aiutare davvero questi piccoli bambini che possono divertirsi giocando con gli smartphone e le storie di StorySign, l'applicazione che avevamo visto lo scorso anno e che aveva permesso a Huawei di avvicinarsi proprio al mondo dei bambini non udenti grazie all'Intelligenza Artificiale.

Huawei e StorySign: in arrivo nuove storie divertenti

StorySign è stata presentata lo scorso dicembre ed è l'applicazione con 11 Lingue dei Segni differenti, che utilizza la potenza dell'Intelligenza Artificiale di Huawei per creare un’esperienza di lettura semplificata, traducendo in tempo reale i più famosi libri per bambini proprio nella Lingua dei Segni Italiana. L'azienda, come detto, si è avvicinata sempre di più a questo mondo ed è pronta a presentare nuovi classici che si aggiungono a Tre Piccoli Coniglietti di Beatrix Potter. Parliamo di Questo (non) è un leone di Ed Vere e Il Tuo amico Spotty di Eric Hill. Tre entusiasmanti racconti che impreziosiranno il magico momento della favola della buonanotte.

Mark Wheatley, Executive Director dell'Unione Europea Sordi, ha dichiarato: "Huawei sta utilizzando la potenza dell'Intelligenza Artificiale per migliorare la vita dei bambini sordi, offrendo un contributo concreto alle famiglie di tutta Europa attraverso l’applicazione StorySign. Grazie anche alla donazione, saremo in grado di dare vita a numerosi progetti per la comunità sorda, anche in Italia".

“Forse non tutti sanno che imparare a leggere per un bambino sordo può essere più difficoltoso rispetto ad un bambino udente. La difficoltà sta proprio nella corrispondenza tra i suoni e i grafemi di questi suoni. StorySign può quindi aiutare i bambini sordi di tutto il mondo, e le loro famiglie, a superare questo ostacolo”, afferma Pietro Celo, Docente di LIS presso l’Università di Bologna

Isabella Lazzini, Marketing & Retail Director Huawei CBG Italia ha dichiarato: "In Huawei, mettiamo sempre le persone al primo posto e siamo sempre alla ricerca di nuovi utilizzi della nostra tecnologia per rendere il mondo un posto migliore. Ci impegneremo per fare in modo che ogni bambino abbia la possibilità di godersi il momento della storia della buonanotte e continueremo a lavorare con i nostri partner per continuare ad ampliare la biblioteca di StorySign e supportare i bambini non udenti quando si approcciano alla lettura”.

Huawei ha donato oltre 500.000 dollari all'Unione Europea Sordi pronti a finanziare numerosi progetti che vedranno vita nel 2019 in tutta Europa e che avranno un impatto concreto sulla comunità. Tanti, troppi, i bambini sordi nel mondo che raggiungono addirittura i 32 milioni e che nascono prevalentemente da genitori udenti. Una recente ricerca condotta proprio da Huawei in Italia, si scopre come nel 48% dei casi i genitori non hanno alcuna conoscenza della Lingua dei Segni e che un bambino sordo impiega circa 70 minuti per completare una lettura con i propri genitori, rispetto ai 38 minuti di un bambino udente. Da qui la volontà di aiutare con la tecnologia questi bambini e di creare delle storie che potessero avvicinare questi bambini alla lettura e non solo.

Tutte le storie dei libri presenti su StorySign sono raccontate da Star, il simpatico avatar animato sviluppato in partnership con Aardman Animation e con il supporto degli esperti della comunità sorda europea. Utilizzare StorySign è semplicissimo: basta inquadrare con il dispositivo il libro desiderato perché Star cominci, in tempo reale, a tradurre in Lingua dei Segni le pagine, garantendo un’esperienza di lettura unica.

Huawei StorySign è scaricabile gratuitamente dal Google Play Store e da Huawei AppGallery in 11 Lingue dei Segni tra Europa Occidentale e Australia. L’applicazione è gratuita e disponibile per tutti i dispositivi Android su Play Store e AppGallery. Per ulteriori informazioni potete andare in QUESTA pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sandro kensan17 Luglio 2019, 11:34 #1
Notevole, complimenti a Huawei. Il problema è che i bambini sordi nati da genitori udenti imparano a leggere in età avanzata, ci sarebbe bisogno di un interprete in ogni casa dove c'è un bambino sordo. Huawei aiuta molto in questo e permette di ridurre la barriera tra i genitori e i figli nel leggere.

Certo a vedere il video si capisce che la LIS è proprio un'altra lingua rispetto all'italiano. Nel video si segna:

Anzi, volte, pensa, sorelline, abbiano, giocare, troppa, voglia. Poi ci sono anche le espressioni facciali, la mimica. Deve essere complicato per un bambino il mondo della lettura.
omerook17 Luglio 2019, 11:43 #2
Chissà perché nella mia ignoranza ero convinto che la lingua dei segni fosse una e universale. Comunque fa sempre piacere quando questi colossi economici danno segni di umanità. Bravi!
trapanator17 Luglio 2019, 11:46 #3
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Notevole, complimenti a Huawei. Il problema è che i bambini sordi nati da genitori udenti imparano a leggere in età avanzata, ci sarebbe bisogno di un interprete in ogni casa dove c'è un bambino sordo. Huawei aiuta molto in questo e permette di ridurre la barriera tra i genitori e i figli nel leggere.

Certo a vedere il video si capisce che la LIS è proprio un'altra lingua rispetto all'italiano. Nel video si segna:

Anzi, volte, pensa, sorelline, abbiano, giocare, troppa, voglia. Poi ci sono anche le espressioni facciali, la mimica. Deve essere complicato per un bambino il mondo della lettura.


In realtà io "per forza di cose" ho imparato a leggere i fumetti a 4 anni.
Sandro kensan17 Luglio 2019, 14:47 #4
Originariamente inviato da: trapanator
In realtà io "per forza di cose" ho imparato a leggere i fumetti a 4 anni.


Se hai voglia dicci...
trapanator17 Luglio 2019, 16:04 #5
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Se hai voglia dicci...


beh, come tutti i sordi, i cartoni animati erano come i film muti... e allora per avere qualche storia leggevo quintali di fumetti...
Sandro kensan17 Luglio 2019, 18:40 #6
Originariamente inviato da: trapanator
beh, come tutti i sordi, i cartoni animati erano come i film muti... e allora per avere qualche storia leggevo quintali di fumetti...


Ma i tuoi arano udenti? oppure hai avuto qualcuno che ti ha facilitato il compito di imparare a leggere?

Poi, non c'erano anime sottotitolati come questo?
https://www.youtube.com/watch?v=dkfyxCkoBF8

forse però ci vorrebbero anche i sottotitoli per i suoni e le esplosioni...
trapanator18 Luglio 2019, 12:36 #7
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Ma i tuoi arano udenti? oppure hai avuto qualcuno che ti ha facilitato il compito di imparare a leggere?


I miei sono udenti. Certo ho imparato a leggere abbastanza presto l'alfabeto, con i fumetti si impara ancora più velocemente.

Poi, non c'erano anime sottotitolati come questo?
https://www.youtube.com/watch?v=dkfyxCkoBF8

eeeh... parlo degli anni '80

forse però ci vorrebbero anche i sottotitoli per i suoni e le esplosioni...


Beh, basta vedere quando una bomba esplode....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^