HTC vs Apple: blocco delle vendite dei terminali taiwanesi negli USA

HTC vs Apple: blocco delle vendite dei terminali taiwanesi negli USA

La guerra legale tra HTC e Apple continua con il colosso di Cupertino che in queste ore avrebbe ottenuto il blocco dell'importazioni dei terminali taiwanesi a partire dal prossimo 19 aprile

di Davide Fasola pubblicata il , alle 08:10 nel canale Telefonia
HTCApple
 

Già nel corso del mese di novembre si erano susseguite una serie di notizie che davano il colosso taiwanese HTC in competizione con Apple sul fronte legale per una serie di cause legate allo sfruttamento da parte della compagnia asiatica di alcuni brevetti di proprietà della casa di Cupertino.

Proprio in queste ore sono così apparse nuove informazioni, secondo cui la guerra legale tra i due giganti sarebbe ancora in corso e Apple avrebbe fatto segnare un nuovo punto a proprio favore. Secondo quanto trapelato, infatti, il colosso californiano avrebbe vinto una causa legata al brevetto numero 5,946,647 che, testuali parole, riguarda:

System and method for performing an action on a structure in computer-generated data

In breve, quando all'interno di un messaggio di testo inviato tra iPhone troviamo un numero di telefono piuttosto che un indirizzo di domicilio, un indirizzo e-mail o un indirizzo web, lo stesso viene evidenziato e sottolineato come per un ipertesto e trasformato in un link che rimanda a determinate operazioni a seconda della natura dell'oggetto. Ad esempio, nel caso di un indirizzo di casa o di un negozio, il link porterà a Google Maps che localizzerà il suddetto.

La tecnologia che sta dietro al software di gestione di queste operazioni è di proprietà della stessa Apple ed è implementata anche in alcune soluzioni HTC e, come avrete capito costituisce il pomo della discordia.

Di fatto, tuttavia, si tratta di un problema legato al software e, per tanto, attribuibile a molti terminali Android che, come tali, montano lo stesso sistema operativo delle soluzioni HTC interessate. Per questo motivo, non è da escludere che l'azienda californiana, galvanizzata dal successo, provi nei prossimi mesi a far valere le proprie ragioni anche nei confronti di altre realtà, o addirittura della stessa Google.

Per risolvere il problema, HTC potrebbe rimuovere lo strumento o semplicemente circumnavigarlo, ottendendo lo stesso risultato con un'altro percorso. Al momento, nonostante ciò, non si hanno ancora informazioni riguardo ai rimedi che la stessa HTC intende sviluppare per arginare il problema. Di conseguenza, a partire dal prossimo 19 aprile, come deciso dall'ITC, le vendite degli smartphone Incredible S, Evo 4G, T-Mobile G2, Nexus One e altri anocora, saranno bloccate in tutti gli Stati Uniti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ripe21 Dicembre 2011, 08:17 #1
In pratica Apple avrebbe brevettato il collegamento ipertestuale!
Siamo fottuti!!
StyleB21 Dicembre 2011, 08:18 #2
no aspetta, fatemi capire bene... la apple ha brevettato "[ link=] [/link]"??
dotlinux21 Dicembre 2011, 08:28 #3
non ci credo
Raghnar-The coWolf-21 Dicembre 2011, 08:44 #4
Poi uno non deve dire che immobilizzano il mercato con le cazzate. -_-

E perchè HTC non sfancula Apple peril centro notifiche e la scrittura SMS con la voce facciamo che in USA non viene venduto più nessuno smartphone?
Holy8721 Dicembre 2011, 09:07 #5
A quanto pare HTC ha copiato "la tecnologia" che rileva pagine web e alltro, non si riferisce all'idea (dato che quasi tutti i telefoni lo facevano già prima di iPhone). Credo basti cambiare algoritmi...
Duncan21 Dicembre 2011, 09:08 #6
Avete capito male, il funzionamento è simile al collegamento ipertestuale, ma non prevede l'uso di tag specifici per evidenziare il collegamento, ma riconosce tipi specifici di dati senza nessun tag e li evidenzia, tipo in un sms un numero di telefono.

Che poi sia una caratteristica degna di esser brevettata sarebbe da discutere, a me sembra tutto eccessivo, ma è una pratica usata da molti.
Cfranco21 Dicembre 2011, 09:09 #7
Parlare di "vittoria" di Apple è un po' fuorviante, nella causa contro HTC ha rivendicato la vìolazione di un totale di 10 brevetti, solo uno è stato riconosciuto e solo parzialmente, peraltro facilmente aggirabile con un aggiornamento.
Oltretutto il blocco è solo simbolico visto che HTC ha tempo fino ad Aprile per mettere a posto il software, questo spiega il fatto che HTC è contenta e Apple molto meno.
nickmot21 Dicembre 2011, 09:19 #8
Bah!
Forse giusto evidenziare gli indirizzi, perchè tutto il resto lo facevana i miei vecchi nokia con symbian e, almeno per i numeri di telefono, gli ancora più vecchi siemens quando gli schermi erano in B/N e la connessione più avanzata era il WAP.
SK8R121 Dicembre 2011, 09:38 #9
non è che se una cosa è brewvettata non può essere usata eh!!! basta pagare l'utilizzo del brevetto!!! e poi ci sono vari modi per fare la stessa cosa! quindi centro notifiche e altre funzioni che apple a realizzato simili ad android non penso proprio che siano totalmente copiate e rubate!!!
IRAx21 Dicembre 2011, 09:41 #10
Forse sbaglio, ma per legge non dovrebberò esistere questa tipologia di brevetti, e non permettere di depositare cose di questo genere.

Ormai siamo al ridicolo -,-!

Ripeto, fosse per me vieterei la possibilita di depositare determinati brevetti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^