HTC sfiderà Android nel mercato dei sistemi operativi mobile partendo dalla Cina

HTC sfiderà Android nel mercato dei sistemi operativi mobile partendo dalla Cina

Dopo Samsung, sembra che anche HTC voglia entrare nell'inflazionato mercato dei sistemi operativi mobile

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Telefonia
SamsungHTCAndroid
 

HTC inizierà dalla Cina a divulgare un'alternativa a quello che di fatto è di gran lunga il sistema operativo più diffuso nello stato asiatico e nel resto del mondo. La società taiwanese avrebbe rimarcato il fatto che potrebbe abbandonare Android in favore di una piattaforma operativa mobile del tutto proprietaria.

Il Wall Street Journal ha riportato la notizia per la quale HTC starebbe collaborando attivamente con il governo cinese in modo da creare un nuovo sistema operativo specificamente pensato per i consumatori del paese asiatico e che coinvolge una marcata implementazione dei servizi più usati in Oriente, fra cui Weibo, l'alternativa a Twitter in Cina.

Sempre secondo WSJ, la Cina potrebbe accogliere favorevolmente un'alternativa ad Android ed iOS, sia per i dissensi avuti fra le multinazionali coinvolte e il governo cinese, sia perché si tratterebbe comunque di una proposta proveniente dal mondo asiatico.  Non conosciamo ancora se il nuovo sistema operativo sia stato interamente sviluppato da zero o se si basi, più verosimilmente, sull'onnipresente Android fortemente personalizzato per soddisfare le richieste del governo cinese. La nuova piattaforma potrebbe essere già disponibile entro la fine dell'anno.

Il nuovo progetto di HTC si basa su prospettive di successo dichiaratamente incerte, soprattutto perché la Cina è il più grande mercato al mondo in cui Android sembra ormai più che consolidato in una moltitudine di dispositivi differenti. Se il governo cinese sembra chiaramente interessato al cambiamento, non è detto che gli utenti accolgano la novità con lo stesso entusiasmo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marok29 Agosto 2013, 15:11 #1
Perchè gli utenti contano qualcosa per il governo cinese?
Se il governo vuole il cambiamento, quei poveretti non possono farci niente non è mica una democrazia...
T2OJAN29 Agosto 2013, 15:38 #2
Democrazia... Che parola abusata e dagli infiniti significati e forme
Cmq... A rigor di logica, l'emancipazione, la diffusione di consapevolezza e non da ultimo l competenze e i bisogni, portano per forza in questa direzione, ricordiamoci che il loro mercato ha un bacino d'utenza grande come tutto "l'occidente" democratico
Cunctator8629 Agosto 2013, 15:50 #3
Hai proprio ragione Marok, per fortuna noi possiamo godere di un mercato libero e dinamico, governato da poteri democratici che pongono sopra ogni altra cosa la qualita' e l'attenzione per il cliente e che mai speculerebbero sadicamente su mercati in difficolta', approfitterebbero dell'ignoranza della gente o sfrutterebbero paesi in via di sviluppo per massimizzare gli introiti.
Poveri i cinesi che mai conosceranno i nostri privilegi...
pirlano29 Agosto 2013, 16:11 #4
Leggendo in giro (siti esteri), l'idea di HTC sembra la stessa di Amazon con i Kindle, quindi la base rimarrà Android. Tra l'altro non credo abbia le risorse per creare un nuovo sistema operativo da zero, e anche se così fosse non so quanto avrebbe senso farlo...
Alfhw29 Agosto 2013, 16:52 #5
Se HTC voleva un os diverso da Android e Windows Phone allora doveva comprare 3 anni fa Palm e il suo webos che era un ottimo os. Ed era il 2010 e non il 2013, ormai è tardi. Creando un fork di Android o qualcosa in stile Kindle cosa pensa di fare? Crede di potersi dissanguare (dato che probabilmente molti preferiranno l'android originale) facendo concorrenza ai produttori cinesi che vendono dispositivi Android originali a due soldi?
Mi sembra che negli ultimi anni HTC sia sempre più confusa e con poche idee.
T2OJAN29 Agosto 2013, 17:39 #6
Credo che se il governo cinese vuole un os indipendente dell'occidente, le risorse per farlo da zero siano pressoché infinite volendo, chiaro che qualcuno del settore deve metterci la faccia (htc), ipotizzo eh...
Willy_Pinguino29 Agosto 2013, 17:40 #7
oltre a webOS ci sono un sacco di progetti iniziati e mai finiti, primo fra tutti Meego su cui dovrebbe basarsi anche Bada, che sarebbe compatibile a livello di esecuzione con i programmi scritti per Android...

se a un cinese dai un SO con interfaccia pensata per i cinesi (ricordiamoci che loro non leggono da sinistra a destra e che con gli ideogrammi hanno qualche cosa che funziona meglio delle icone da molto prima dei monitor) non vedo perchè debba essere così difficile penetrare quel mercato!

poi se il SO che vuole sviluppare HTC lo svilupperà in collaborazione con il governo cinese, dubito che sarà un SO proprietario, anzi, i produttori di chinafonini saranno pronti a mollare android e a passare al loso SO se il mercato interno risponderà bene!

in findei conti ancora l'80% degli utenti android non sa che farsene di un SO così evoluto, perchè usa il cel per telefonare e messaggiare...
kwb29 Agosto 2013, 18:20 #8
Fermateli...
T2OJAN29 Agosto 2013, 18:37 #9
Siamo noi i (in)fermi
benderchetioffender29 Agosto 2013, 18:44 #10
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Dopo Samsung, sembra che anche HTC voglia entrare nell'inflazionato mercato dei sistemi operativi mobile


oh ragazzi, non è che se ci siamo passati un ventennio di monopolio totale di windows sui pc, avere 5 (dico 5, mica 22) proposte (e pure valide!) nel mobile sia inflazione....

è anche vero che è pure piu dura con la questione "app store" passare di piattaforma, ma prima era peggio!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^