Google rivela i piani per il futuro degli indossabili, i primi SDK disponibili a breve

Google rivela i piani per il futuro degli indossabili, i primi SDK disponibili a breve

Secondo le parole di Sundar Pichai presso una conferenza ad Austin, in Texas, durante l'SXSW, Google rilascerà un SDK pensato per computer indossabili entro due settimane

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Telefonia
Google
 

Google punta ai computer indossabili per il futuro dell'evoluzione tecnologica informatica. Fra le prime società a mostrare un prototipo interessante, il gigante di Mountain View ha rivelato che nelle prossime settimane rilascerà un software development kit pensato specificatamente per i gadget indossabili, con l'obiettivo di aiutare gli sviluppatori a creare applicazioni per gli stessi sfruttando i tanti sensori supportati.

Sundar Pichai

Sundar Pichai, responsabile delle divisioni Chrome ed Android, ha svelato durante il SXSW che il nuovo SDK sarà basato su Android e verrà rilasciato entro le prossime due settimane. Il pacchetto di applicativi per lo sviluppo sarà incentrato soprattutto sulla lettura dei vari sensori presenti nella nuova categoria di dispositivi, e non su un prodotto specifico.

"Quando pensiamo ad un dispositivo indossabile, abbiamo una visione molto più ampia. Il software development kit è per i partner commerciali e gli sviluppatori", ha dichiarato Pichai. "Potrebbe essere, ad esempio, una giacca con sensori", oltre ai molti indossabili più tradizionali che stanno proliferando nei vari mercati internazionali, come orologi e bracciali per il fitness.

Non è noto, al momento, se i nuovi SDK potranno dare la possibilità agli sviluppatori di poter accedere in maniera più capillare all'interno delle singole funzioni di Google Glass o aggiungere nuove API per lo smartwatch proprietario, parecchio discusso da molte fonti ma mai annunciato ufficialmente.

Durante l'evento, Pichai ha discusso anche sull'in-car computing: secondo il dirigente Google i sistemi di infotainment del futuro non seguiranno l'approccio presentato da Apple con CarPlay, con un sistema operativo chiuso e compatibile solo con pochi dispositivi. La tecnologia del futuro sarà più simile a quello che rappresenta Chromecast nel mondo delle TV, con la possibilità di accedere pertanto a tutte le funzioni dello smartphone attraverso un'interfaccia semplificata per l'uso in auto.

Pichai ha discusso anche del piccolo dongle da 35$, che verrà rilasciato ufficialmente in "molti paesi del mondo" con contenuti localizzati. Chromecast ha avuto un successo commerciale non indifferente, con "milioni di unità vendute" esclusivamente nei pochi paesi in cui è attualmente commercializzato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dtreert10 Marzo 2014, 11:27 #1
quindi servirà un tegra 5 anche sugli smartwatch?

sinceramente non è meglio che l'orologio/giacca/ecc sia una "periferica" dello smartphone invece che un dispositivo standalone che si sincronizza con tutto il resto? (ma molto probabilmente ho capito male io xD)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^