Google rilascia l'emulatore Android L a 64-bit per CPU Intel x86

Google rilascia l'emulatore Android L a 64-bit per CPU Intel x86

A ridosso del lancio commerciale di Android L, Google ha rilasciato uno strumento per consentire un più agevole sviluppo ed aggiornamento per le applicazioni di terze pati

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:31 nel canale Telefonia
IntelAndroidGoogle
 

Il team di sviluppo alla base di Android ha rilasciato un emulatore per Android L, specificamente pensato per CPU con architettura Intel a 64-bit. Questo facilita il compito agli sviluppatori di terze parti che vogliono progettare app o semplicemente aggiornare quelle già presenti, introducendo il supporto ai 64-bit, nativo su Android L.

Android L

La nuova caratteristica permette alle app di sfruttare uno spazio di memoria superiore, un numero più elevato di servizi e nuovi set di istruzioni. Le app sviluppate in Java avranno vantaggi tangibili sin da subito, anche se quelle basate sugli Android NDK avranno bisogno di ulteriori lavori di ottimizzazione per includere il supporto.

L'emulator image è pensata, nello specifico, per consentire agli sviluppatori di testare le applicazioni una volta implementato il nuovo codice a 64-bit. I set di istruzioni devono essere compatibili, logicamente, anche con l'hardware in uso ed è anche noto che sono garantiti vantaggi sensibili solamente con l'uso di quantitativi di RAM superiori ai 4GB.

L'introduzione dei 64-bit è una novità che segnerà indubbiamente il futuro della piattaforma Android, ma che ad oggi comporta vantaggi risibili. L'unico SoC ARM compatibile con i 64-bit è Tegra K1, mentre sono diverse le soluzioni Intel Atom (basate su architetture x86) già in commercio.

Android L è in dirittura d'arrivo, insieme a nuovo hardware che Google (insieme a Motorola e HTC) svelerà prossimamente. È questione di giorni perché vengano annunciati i nuovi Nexus 6 e Nexus 9, dispositivi che segneranno l'arrivo sul mercato della prossima major release di Android.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
key271013 Ottobre 2014, 16:38 #1
Un po OT ma...

... più guardo gli screen ... più mi sembra BRUTTO.
beppe9013 Ottobre 2014, 17:07 #2
Perdonate l'ignoranza...ma è un emulatore che può essere installato anche sui normali PC?? un pò come Bluestack per intenderci...
LMCH13 Ottobre 2014, 18:28 #3
Originariamente inviato da: beppe90
Perdonate l'ignoranza...ma è un emulatore che può essere installato anche sui normali PC?? un pò come Bluestack per intenderci...


E' solo un aggiornamento degli emulatori della preview di L (per x86 ed ARM) abbinati all'Android SDK.
rockroll14 Ottobre 2014, 01:39 #4

"pensato per CPU con architettura Intel a 64-bit"?

Architettura x86 a 64 bit vorrete dire: non è un'esclusiva di Intel, è stata proprio AMD ad introdurla...
opt3ron14 Ottobre 2014, 10:37 #5
“ L'unico SoC ARM compatibile con i 64-bit è Tegra K1, mentre sono diverse le soluzioni Intel Atom (basate su architetture x86) già
in commercio.“

L‘unico soc arm 64 bit in commercio credo sia il 410 di qualcomm montato su y550 di huawei.
Ratberg14 Ottobre 2014, 14:43 #6
Originariamente inviato da: rockroll
x86 a 64


...detta "volgarmente" x64, ma il nome che AMD diede all'architettura (ISA) è EMT64.
L'intel, dal canto suo, cercò di imporre la IA64 (infatti i processori con ISA a 32 bit Intel,
ufficialmente si dovrebbero chiamare IA32 e non x86, che è un nome generico
per il modello a 32 bit per tutti). La IA64 venne utilizzata solo in ambito server (da HP
mi pare) e venne scartata dopo qualche anno perché perse la battaglia con l'ISA EMT64
di AMD e pure perché aveva dei problemini con la sincronizzazione.
cdimauro14 Ottobre 2014, 21:43 #7
Originariamente inviato da: rockroll
Architettura x86 a 64 bit vorrete dire: non è un'esclusiva di Intel, è stata proprio AMD ad introdurla...

Non è un'esclusiva di Intel, ma il supporto a IA-32 prima e a Intel64 adesso arriva principalmente da lei.

Inoltre non mi pare che AMD sia attiva in ambito mobile, e in particolare proprio riguardo ad Android. A te risultano contribuiti di AMD per far girare Android su almeno una di quelle due ISA?

Comunque l'immagine per l'emulatore che è stata rilasciata richiede un'ISA compatibile con quella di BayTrail (a 64 bit, ovviamente), per cui se AMD o un'altra azienda volesse utilizzarla, non ci sarebbe impedimento alcuno.
Originariamente inviato da: Ratberg
...detta "volgarmente" x64, ma il nome che AMD diede all'architettura (ISA) è EMT64.

No, fu x86-64. EM64T è il nome che Intel diede alla sua versione di x86-64.
L'intel, dal canto suo, cercò di imporre la IA64 (infatti i processori con ISA a 32 bit Intel,
ufficialmente si dovrebbero chiamare IA32 e non x86, che è un nome generico
per il modello a 32 bit per tutti).

Esatto.
La IA64 venne utilizzata solo in ambito server (da HP
mi pare) e venne scartata dopo qualche anno perché perse la battaglia con l'ISA EMT64
di AMD e pure perché aveva dei problemini con la sincronizzazione.

Non mi risultano questi problemi di sincronizzazione, ma è vero che x86-64 ha sostanzialmente affossato IA64 (aka Itanium).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^