Google pronta a lanciare la nuova funzione "Instant Tethering"

Google pronta a lanciare la nuova funzione "Instant Tethering"

Permetterà di utilizzare la connessione dati di un altro dispositivo presenti nei paraggi al primo smartphone rimasto senza rete. La funzione presente già su tutti i dispositivi con Android 7.1.1 è pronta per essere rilasciata agli altri tramite Play Services.

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Telefonia
GoogleAndroid
 

Google è pronta ad introdurre a tutti gli utenti una funzionalità decisamente interessante e comoda già presente negli smartphone equipaggiati da Android 7.1.1. Parliamo della cosiddetta "Instant Tethering" che permetterà agli utenti di utilizzare la connessione dati di altri smartphone presenti nei pressi di quello principale rimasto magari senza rete. Una funzionalità che in qualche modo si era già vista con Apple e che Google ha deciso di introdurre anche nel proprio sistema operativo.

Come funziona? Sostanzialmente grazie all'Instant Tethering nel momento in cui un determinato dispositivo Android principale smette di connettersi ad internet per mancanza di Rete, apparirà automaticamente un pop up con la richiesta di un eventuale connessione alternativa ad un altro dispositivo presente nelle vicinanze e chiaramente con lo stesso account Google. Tutto questo permetterà di non perdere sostanzialmente mai la connessione e di poter sempre contare nell'aiuto di tutti i dispositivi collegati ad un unico account.

Una novità che riguarda effettivamente Google ma che in Apple è presente già da tempo e che era stata introdotta dall'azienda di Cupertino per permettere la connessione tra iPhone e Mac. Sì perché, nel caso di Apple, gli utenti possono attivare la connessione tra Mac ed iPhone semplicemente usando il pulsante di connessione Wi-Fi presente nella barra dei menu sul Mac. In questo modo è possibile utilizzare la connessione del Mac su iPhone senza dover impostare il vero e proprio tethering sul telefono di Apple.

La nuova funzione sarà rilasciata da Google direttamente sul Play Services e i primi dispositivi che potranno usufruirne saranno chiaramente i Nexus. Successivamente, secondo alcune indiscrezioni, la nuova "Instant Tethering" dovrebbe approdare anche su tutti gli altri smartphone in possesso di Android Nougat. E' chiaro che in molti si augurano che tale funzionalità magari venga ampliata anche a dispositivi con Chrome OS, in quel caso l'utilità diverebbe decisamente elevata e un ponte di connessione tra smartphone e Chromebook potrebbe far comodo a molti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marok23 Gennaio 2017, 14:53 #1
Come i Nexus, non dovrebbero averlo prima i Pixel? Ma poi i Pixel sono finiti nel dimenticatoio ancora prima di uscire? Non se ne parla mai.
biagicus23 Gennaio 2017, 15:06 #2
un vero disastro per le batterie.
Fondamentalmente ogni oggetto smart connesso a google può praticamente diventare un ripetitor di segnale. Ciononostante pendo che ci siano seri problemi di sicurezza da garantire
deggial23 Gennaio 2017, 17:04 #3
IMHO è utile quasi quanto un dito nel cuBo.
Nei casi in cui mi serve attivare l'hotspot, attivo l'hotspot sul dispositivo "server" (uno swipe e un click sul mio windows phone, e presume che sia un click o al massimo due anche su android). E il dispositivo client si connette in automatico perchè ha già la password della wifi salvata.

Ogni altro utilizzo serve solo a consumare più batteria e far fare all'utente inconsapevolmente cose non volute.
avvelenato24 Gennaio 2017, 01:56 #4
E invece io la ritengo una funzione utilissima per chi possiede almeno due devices (basta poco, tablet e cellulare). Se considerate poi che molti isp mobile offrono servizi di sim con piano dati condiviso, praticamente è da considerarsi solo come una funzione di backup. E se verrà implementata bene non dovrebbe avere un sostanziale impatto sulla batteria (il device client può comunicare d'esser senza connessione al device server attraverso bluetooth 4.x, che è piuttosto parco nei consumi).

Se poi si spende per una seconda sim con isp differente, potrebbe anche essere un toccasana anche per aree con copertura di rete discontinua.
djfix1324 Gennaio 2017, 09:35 #5
io questo non lo capisco; io ho cellualare, tablet e pc ma questa funzione la trovo sovrapposta a quello che c'è già.
apparte il fatto che chi ha ogni oggetto con la sua SIM e piano dati non ha capito per me un tubo, perchè mica lavori contemporaneamente con tablet e cellulare e pc!? poi anche fosse il wifi esiste per questo e con un Tap sull'icona tethering tutti i miei dispositivi vanno su internet tramite cellulare.
in mancanza (se vado via molti giorni) ho un hotspot portatile da 200GB/mese che mi porto dietro per lavorare fuori casa.
quindi questa "comunicazione di intenti" con nel mezzo un account google che non ho ben capito cosa centri (con il wifi posso avere qualsiasi account attivo) mi fa pensare a funzioni che nessuno vuole ma che bisogna mettere per far vedere che c'è un cambiamento.
rockrider8124 Gennaio 2017, 11:51 #6
Se ho ben compreso questa cosa si attiva istantaneamente solo se manca la connessione dati al device .
Non è come avere una connessione wifi disponibile con pwd dove per esempio quando entri a casa si aggancia subito al router ecc ...
Potrebbe essere comoda fra due persone che viaggiano insieme con sim diverse che si aiutano una con l'altro per rimanere sempre agganciati alla rete.
Io ho un dual sim Tim e Vodafone pertanto a grandi linee non ho problemi, mi sposto alla bisogna , ma sulla non c'è il settaggio che, se necessario , passa automaticamente la connessione dati da una sim all'altra.
rockroll25 Gennaio 2017, 00:24 #7
Originariamente inviato da: deggial
IMHO è utile quasi quanto un dito nel cuBo.
Nei casi in cui mi serve attivare l'hotspot, attivo l'hotspot sul dispositivo "server" (uno swipe e un click sul mio windows phone, e presume che sia un click o al massimo due anche su android). E il dispositivo client si connette in automatico perchè ha già la password della wifi salvata.

Ogni altro utilizzo serve solo a consumare più batteria e far fare all'utente inconsapevolmente cose non volute.


A noi ed ai più è perfettamente inutile, presumi bene.

Ma sai, ci sono quelli che vogliono l'ultima feature (magari solo da esibire), in questo caso la possibilità di evitare "swipe e click" ed agganciarsi in automatico al segnale di riserva senza nemmeno accorgersene. Scommettiamo che molti su questo forum la giudicheranno utilissima?
rockroll25 Gennaio 2017, 00:29 #8
Originariamente inviato da: djfix13
io questo non lo capisco; io ho cellualare, tablet e pc ma questa funzione la trovo sovrapposta a quello che c'è già.
apparte il fatto che chi ha ogni oggetto con la sua SIM e piano dati non ha capito per me un tubo, perchè mica lavori contemporaneamente con tablet e cellulare e pc!? poi anche fosse il wifi esiste per questo e con un Tap sull'icona tethering tutti i miei dispositivi vanno su internet tramite cellulare.
in mancanza (se vado via molti giorni) ho un hotspot portatile da 200GB/mese che mi porto dietro per lavorare fuori casa.
quindi questa "comunicazione di intenti" con nel mezzo un account google che non ho ben capito cosa centri (con il wifi posso avere qualsiasi account attivo) mi fa pensare a funzioni che nessuno vuole ma che bisogna mettere per far vedere che c'è un cambiamento.


Concordo perfettamente!
rockroll25 Gennaio 2017, 00:35 #9
Originariamente inviato da: rockrider81
Se ho ben compreso questa cosa si attiva istantaneamente solo se manca la connessione dati al device .
Non è come avere una connessione wifi disponibile con pwd dove per esempio quando entri a casa si aggancia subito al router ecc ...
Potrebbe essere comoda fra due persone che viaggiano insieme con sim diverse che si aiutano una con l'altro per rimanere sempre agganciati alla rete.
Io ho un dual sim Tim e Vodafone pertanto a grandi linee non ho problemi, mi sposto alla bisogna , ma sulla non c'è il settaggio che, se necessario , passa automaticamente la connessione dati da una sim all'altra.


Forse è l'unico particolarissimo caso in cui può far comodo.
Ma cosa c'entra Google ed i suoi maledetti account con questa feature che automatizza quanto esite da tempo pur richiedendo un minimo intervento umano?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^