Google promette azioni decise contro le app obsolete su Android

Google promette azioni decise contro le app obsolete su Android

Google potrebbe presto eliminare da Google Play Store le app che violano la privacy degli utenti, provvedendo al tempo stesso a ripulire il negozio digitale da software ormai obsoleto e abbandonato dagli sviluppatori

di Nino Grasso pubblicata il , alle 16:41 nel canale Telefonia
GoogleAndroid
 

Presto sarà tempo di pulizie primaverili in Google per quanto riguarda il suo sistema operativo mobile Android. Secondo quanto riportato da The Next Web infatti la compagnia ha iniziato a inviare e-mail agli sviluppatori che possiedono app sul Google Play Store che violano i termini relativi ai dati degli utenti. Gli addetti ai lavori vengono nello specifico informati di una possibile penalizzazione o rimozione se il problema non viene risolto in fretta.

"Google Play richiede che gli sviluppatori forniscano una strategia valida sulla gestione della privacy dell'utente se l'applicazione richiede o gestisce informazioni sensibili dell'utente stesso o del dispositivo", si legge nell'e-mail inviata. "La tua app richiede permessi sensibili, come accesso a fotocamera, microfono, account, contatti, o modulo telefonico, oppure dati degli utenti, ma non include una politica sulla privacy valida in base alle nostre direttive".

Se lo sviluppatore o il manutentore dell'applicazione non vuole che la stessa non perda visibilità, o non venga eliminata del tutto dallo store, dovrà inviare un documento che attesta l'implementazione di una politica più efficace sulla privacy, e pubblicarlo all'interno dell'annuncio di inserimento dell'app e nell'app stessa. Se non si è in grado di produrre il documento lo sviluppatore dovrà eliminare le richieste di dati sensibili all'interno dell'app.

In mancanza di risposta, a partire dal 15 marzo sarà Google a decidere il destino dell'applicazione potendo stabilire cosa fare in merito alla violazione delle regole del negozio digitale. La mossa di Google è più sagace di quanto non sembri: sono milioni le app presenti sullo store e molte fra quelle più vecchie non sono state mai eliminate nonostante siano abbandonate da parecchi anni e sostanzialmente inutilizzabili oggi dagli utenti.

Con questa manovra Google può rendere Google Play Store al tempo stesso meno insidioso nella ricerca delle app e più sicuro. È pertanto probabile che a partire dal prossimo mese di marzo verranno eliminate moltissime applicazioni dallo store digitale di Android, forse anche milioni, il tutto a vantaggio degli utenti della piattaforma mobile che si dovranno destreggiare solamente fra le applicazioni più valide presenti a catalogo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gundam.7510 Febbraio 2017, 17:28 #1
piu che bloccare le app obslete, impedisse di installare automaticamente le app senza inserire una passoword.
emiliano8410 Febbraio 2017, 17:40 #2
Originariamente inviato da: Gundam.75
piu che bloccare le app obslete, impedisse di installare automaticamente le app senza inserire una passoword.


JJDanziger10 Febbraio 2017, 17:49 #3
Questa "notizia" sta facendo il giro dei blog, ma quella stessa email che alcuni sviluppatori hanno ricevuto con scadenza il 15 marzo, è già arrivata ad altri sviluppatori a dicembre con scadenza a gennaio.
Quindi non l'hanno inviata a tutti, ma solo ad alcuni. Certo, se prima o poi la inviano a tutti (anche se in momenti diversi) allora l'effetto di rimuovere certe app obsolete potrebbe funzionare (bisogna vedere quante di queste utilizzano permessi per cui sono richieste delle norme sulla privacy).
Perseverance10 Febbraio 2017, 21:50 #4
Mi pare di capire che ciò che google chiede è solo un disclaimer che informa l'utente in fase di installazione.

Probabilmente si sta parando contro eventuali azioni legali che potrebbe subire google stessa in materia di privacy obbligando all'uso di un disclaimer per scaricarsi dalle responsabilità ove ce ne fossero.

Se io faccio una app e la carico sul playstore e viene accettata, di chi è poi la responsabilità x quanto concerne la privacy? Sarei curioso di sentire uno sviluppatore che penso sicuramente sarà aggiornato in merito.
chairam10 Febbraio 2017, 23:13 #5
Cosa c'entra la necessità di mettere una paginetta di privacy con l'eliminare le App obsolete? Basta andare a vedere le pagine di privacy di chi le ah già messe, niente di trascendentale

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^