Google Nest Hub nuovo con un monitoraggio intelligente del sonno mai visto prima!

Google Nest Hub nuovo con un monitoraggio intelligente del sonno mai visto prima!

Possiede un nuovo design, con due nuove colorazioni ma soprattutto con tantissima intelligenza artificiale che permette di monitorare in modo unico il sonno tramite il sensore SOLI. Costa 99€ e vi diciamo come funziona il nuovo Nest Hub di Google.

di pubblicata il , alle 07:31 nel canale Telefonia
Google
 

Sono passati due anni da quando è stato creato il primo Nest Hub, ossia uno smart display con tutte le intelligenze di Google. Da allora, si è andati avanti nella ricerca di nuovi modi capaci di rendere questo dispositivo ancora più utile. Le persone oggi si rivolgono a Google per avere informazioni che le aiutino a vivere in modo più sano e felice, e Google, ha dichiarato di aver recepito una grandissima curiosità sul monitoraggio del sonno, l'esercizio fisico e la salute. Così l'azienda di Mountain View ha deciso di inserire questo tipo di soluzioni nel nuovo Nest Hub (2a generazione) migliorando allo stesso tempo le caratteristiche già presenti.

Google Nest Hub (2021): ecco come è fatto e come cambia

Come migliora il nuovo Nest Hub di Google in questa seconda generazione? Intanto nell'altoparlante del nuovo Nest Hub è basato sulla stessa tecnologia audio di Nest Audio e questo significa che diffonde il 50% di bassi in più rispetto al modello originale. Questo miglioramento permetterà di riempire le stanze di musica, podcast o audiolibri tramite servizi come YouTube Music, Spotify ed Apple Music o di godere anche dei film o le serie TV preferite tra i vari Netflix, Disney+ e YouTube ma anche TIM Vision grazie allo schermo integrato. E con i Gesti rapidi sarà possibile mettere in pausa e riprendere la riproduzione dei contenuti in qualunque momento mimando un tocco davanti al display.

Sul nuovo Nest Hub, tutti i dispositivi connessi compatibili sono visualizzati in un unico posto. E grazie alla tecnologia radio Thread integrata, Nest Hub funzionerà con il nuovo standard di connettività sviluppato dal gruppo di lavoro Project Connected Home over IP, rendendo più semplice controllare i dispositivi compatibili in casa.

Il nuovo Nest Hub è disponibile in Italia in due colori: grigio chiaro, grigio antracite. Il display in vetro senza bordi è facile da pulire e rende Nest Hub una cornice digitale ancora più bella. In linea con l'impegno di Google verso la sostenibilità, Nest Hub è realizzato con materiale riciclato: infatti le parti meccaniche in plastica contengono il 54% di plastica riciclata post-consumo.

Google Nest Hub (2021): un vero monitoraggio del sonno con SOLI

La vera novità però arriverà con il sistema di monitoraggio del sonno e non solo. Sì, perché Nest Hub che ha sempre permesso di gestire al meglio la giornata, permetterà ora di aiutare gli utenti a dormire meglio la notte. Molti infatti non dormono a sufficienza e questo può comportare dei rischi per la salute. Sappiamo bene che dopo una buona notte di riposo è decisamente più facile avere un rapporto più sereno con la mia famiglia e con le altre persone nella mia vita, anche a livello lavorativo. Negli ultimi anni, i dispositivi per monitorare il sonno sono diventati piuttosto popolari, ma in questo Google voleva offrire una soluzione alternativa per chi non desidera indossare un dispositivo per capire come dorme.

In questo caso il monitoraggio del sonno utilizza la funzionalità Motion Sense (basata sulla tecnologia radar a bassa energia SOLI) per analizzare come riposa la persona più vicina al display, in base ai suoi movimenti e alla respirazione, senza ricorrere ad una videocamera o ad un dispositivo indossabile. Il monitoraggio del sonno può rilevare anche disturbi come colpi di tosse e russamento o le variazioni di luce e temperatura nella stanza grazie ai sensori e ai microfoni integrati di Nest Hub, offrendo ulteriori dati per capire cosa influenza il riposo.

In questo caso dunque ogni mattina gli utenti riceveranno un riepilogo personalizzato del proprio sonno sul display oppure sarà possibile osservare i dati su Nest Hub in qualsiasi momento chiedendo "Hey Google, come ho dormito?". Il monitoraggio del sonno oltretutto si connetterà anche con l'app Google Fit sui dispositivi Android e iOS, ed in questo modo sarà possibile consultare direttamente sullo smartphone i dati sul sonno insieme alle altre informazioni relative alla salute e al benessere.

Capire come si dorme è un primo passo importante anche se il successivo è quello di capire cosa fare per riposare meglio. Il monitoraggio del sonno aiuta fornendo programmazioni personalizzate per le ore di sonno e suggerimenti su misura per migliorarne la qualità. Queste indicazioni sono state sviluppate da un team di scienziati seguendo le linee guida fornite da organizzazioni come l'American Academy of Sleep Medicine. Questi suggerimenti vengono compilati dopo un'analisi di diverse notti di sonno e mettono in evidenza alcuni aspetti significativi del sonno, spiegano perché sono importanti e forniscono consigli per migliorare.

Nessun problema per la privacy chiaramente perché il monitoraggio del sonno è del tutto facoltativo e include opzioni di salvaguardia della privacy di cui l'utente avrà il pieno controllo di tutto. Sarà possibile scegliere se abilitarlo e un indicatore visivo sul display informerà in tempo reale quando è attivo. Motion Sense rileva solo il movimento, non i corpi o i volti, e i dati audio relativi ai colpi di tosse o al russamento elaborati solo sul dispositivo, non vengono inviati ai server di Google. Oltretutto gli utenti avranno diversi strumenti per disabilitare le funzionalità del monitoraggio del sonno, incluso un interruttore sul dispositivo che disattiva fisicamente il microfono. In qualsiasi momento oltretutto sarà possibile esaminare o cancellare tutti i dati sul sonno, che comunque in conformità all'impegno per la tutela della privacy da parte di Google non vengono usati per inviare agli utenti annunci personalizzati.

Il monitoraggio del sonno su Nest Hub (2a generazione) sarà disponibile in anteprima senza costi fino all'anno prossimo. Interessante anche senza l'attivazione del monitoraggio del sonno, il fatto che Nest Hub potrà comunque dare una mano ad addormentare a risvegliare in modo più confortevole. La luce del display si attenua per favorire il riposo e dalla pagina "La tua serata" sarà possibile riprodurre suoni rilassanti per conciliare il sonno. Quando è ora di alzarsi, la Sveglia luce graduale di Nest Hub aumenta gradatamente l'illuminazione del display e il volume della suoneria. In caso in cui invece l'utente vorrà rimanere ancora un po a letto grazie a Motion Sense sarà possibile posticipare la sveglia con il gesto di una mano.

Google Nest Hub (2021): prezzo e disponibilità

Google Nest Hub (2a generazione) sarà disponibile in Italia al prezzo di Euro 99,99 sul Google Store e presso i principali rivenditori di elettronica di consumo, a partire dal 4 maggio 2021 nelle colorazioni grigio chiaro, grigio antracite.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
paolomarino07 Aprile 2021, 15:24 #1
niente webcam e niente videochiamate ancora?
a questo punto conviene alexa echo.
ElBartoloSimpson01 Maggio 2021, 17:23 #2

Certo

Videochiamate su un dispositivo da 10 pollici che si suppone posizionato su un mobile. Non lo userebbe nessuno (o quasi) a tale scopo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^