Google: il fenomeno dei computer indossabili sarà 'addictive'

Google: il fenomeno dei computer indossabili sarà 'addictive'

Mary Lou Jepsen, alla base della tecnologia dell'innovativo display dei Google Glass, ha dichiarato importanti informazioni sui computer indossabili del futuro

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:41 nel canale Telefonia
Google
 

Mary Lou Jepsen è il Responsabile Capo della divisione display del Google X Lab, alla base del progetto innovativo del display installato sui primi prototipi di Google Glass. La dirigente di Mountain View ha dichiarato di essere nella fase più critica dello sviluppo del futuro dei Google Glass (non dorme che tre ore a notte per portarne avanti la tecnologia) presso la conferenza EmTech lo scorso giovedì, come riportato da Technology Review.

Google Glass

"Se usiamo un'analogia nel settore dell'automobile, crediamo che gli attuali Google Glass siano il Model T", ha sostenuto Jepsen durante il discorso. "Sono leggeri, confortevoli, e cool". La dirigente ha continuando dicendo che le tecnologie indossabili del futuro saranno così convincenti che nessuno sarà in grado di arrestarne il progresso e l'arrembante diffusione, definendo la velocità con la quale è possibile accedere alle informazioni più disparate assolutamente "addictive", che provoca cioè dipendenza.

"Diventerete dipendenti dalla velocità con cui si potrà accedere a determinate funzioni, al modo in cui potrete fare più cose, più velocemente e più semplicemente", dichiara Jepsen durante il discorso alla EmTech, citando ad esempio la velocità con cui viene scattata una fotografia o lanciata la registrazione di un video. "I computer indossabili stanno arrivando, non credo sia un fenomeno che si può fermare", avrebbe inoltre affermato.

"Fondamentalmente stiamo parlando di un modo di amplicare se stesso. Ho pensato per molti anni che il mio laptop fosse l'estensione della mia mente, così perché non portarlo ancora più vicino alla mente, e sempre su di me?", ha aggiunto. L'iniziale diffusione dei Google Glass è prevista solamente su una fascia di mercato occupata prevalentemente da geek, o appassionati di tecnologia in generale. Tuttavia Google crede fermamente nel progetto dei computer indossabili, soprattutto una volta che andranno eliminati nel tempo i problemi dovuti ai limiti della tecnologia attuale.

Eric Schmidt, presidente del consiglio d'amministrazione di Google, ha recentemente detto che chi critica i Google Glass ha solamente "paura di cambiare" e che sarà la società ad adattarsi ai nuovi prodotti indossabili. Oltre alle novità di tipo ludico ed informativo, inoltre, Jepsen continua affermando che le nuove tipologie di dispositivi indossabili permetteranno a chi affetto da malattie neurodegenerative, come l'Alzheimer, di riconoscere le persone all'interno del campo visivo.

In passato avevamo riportato alcune modalità d'uso dei Google Glass in campo medico e didattico al tempo stesso. Potete trovare l'articolo in questa pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej16 Ottobre 2013, 10:56 #1
l'idea è fenomenale e pro-attiva, dopo le dichiarazioni di Intel dell'"internet in the things"... la modella bellissima, se escludiamo l'occhio destro, quello del proiettore, che sembra donarle una sorta di strabismo di Venere...
Ma se già ad oggi passiamo ore a "pippolare" sullo smartphone... in futuro? saremo dipendenti da questi aggeggi fino a che punto? da dovre proiettare sui google glass un video Youtube su: "come cambiare una lampadina" piuttosto che "cuocere un piatto di pasta DA SOLI"?...
Informatizzati si.... ma anche rincoglioniti?!?!?! ... probabile...
Pier220416 Ottobre 2013, 11:04 #2
Così potremmo dire addio alla privacy una volta per tutte.
E mentre siamo in bagno per fare la pipi ci arriverà un feedback sulla misura giusta del condom da usare
dobermann7716 Ottobre 2013, 11:12 #3
Io vi ho gia' pronosticato come andra' a finire il tutto.

Quando Microsoft, oltre al dominio desktop avrà
anche il dominio smartphone con Windows Phone,

direte che è in difficoltà perché non riesce a imporsi
su orologi, cappellini, braccialetti etc...
dobermann7716 Ottobre 2013, 11:16 #4
Originariamente inviato da: LucaNoize
ma è davvero così importante per noi essere sempre 'connessi'?
o forse è più importante per qualcuno che noi si sia sempre 'connessi?


Bah, a mio parere avere un computer indosso farà sempre piu' comodo
in futuro. E' chiaro che tali computer dovranno essere piu' piccoli possibile.
hexaae16 Ottobre 2013, 11:16 #5
Scommettiamo che non andrà esattamente come il marketing di Google spera?
...e nonostante qualche cantante famoso sponsor sicuramente li mostrerà sul palco per convincerci di quanto sia cool diventare un Borg, la loro adozione sarà molto molto molto più lenta...
dobermann7716 Ottobre 2013, 11:20 #6
Originariamente inviato da: LucaNoize
e tu sei felice che ciò accada?
ti piace essere 'dominato'?
sinceramente non capisco quei tuoi interventi (e non è il primo) che
profetizzano il dominio tecnologico assoluto di microsoft come se fosse una cosa positiva.


Infatti non è la prima volta che lo dico.

E per me non è una cosa positiva, per niente.

Io certo di essere obiettivo.
E per me, essere obiettivo significa rendersi conto che M$ si puo' battere solo in tribunale, con una serie di accuse per monopolio, per voi invece la concorrenza puo' farcela, perche' c'e' google, perche' c'e' linux etc...

Fate un po' voi.
Mparlav16 Ottobre 2013, 11:45 #7
Originariamente inviato da: Cappej
l'idea è fenomenale e pro-attiva, dopo le dichiarazioni di Intel dell'"internet in the things"... la modella bellissima, se escludiamo l'occhio destro, quello del proiettore, che sembra donarle una sorta di strabismo di Venere...
Ma se già ad oggi passiamo ore a "pippolare" sullo smartphone... in futuro? saremo dipendenti da questi aggeggi fino a che punto? da dovre proiettare sui google glass un video Youtube su: "come cambiare una lampadina" piuttosto che "cuocere un piatto di pasta DA SOLI"?...
Informatizzati si.... ma anche rincoglioniti?!?!?! ... probabile...


Non è il futuro, ma il presente: già oggi ci sono di questi problemi.

Quanti si trovano in difficoltà a scrivere su carta in corsivo?
Ed a fare conteggi elementari su carta o a mente senza calcolatrice?
Quanti non riescono più a fare a meno del navigatore gps?

Sta a noi trovare la giusta misura affinché certe abitudini non diventino dipendenze.

Se uno già oggi non riesce a distaccarsi dal proprio smartphone, restandoci attaccato per molte ore al giorno, il problema non è nei futuri Google Glass o in altre tecnologie indossabili.
nickmot16 Ottobre 2013, 11:49 #8
Originariamente inviato da: dobermann77
Io vi ho gia' pronosticato come andra' a finire il tutto.

Quando Microsoft, oltre al dominio desktop avrà
anche il dominio smartphone con Windows Phone,

direte che è in difficoltà perché non riesce a imporsi
su orologi, cappellini, braccialetti etc...


Fortunatamente MS non avrà il dominio sugli smartphone, ed il dominio nei desktop diventerà irrilevante in virtù dei numeri risicati che rappresenterà quella categoria rispetto a tutti gli altri dispositivi.

Il problema è che il dominio ce l'ha google, c'è da augurarsi che MS possa guadagnare fette di mercato rilevanti in ambito mobile così da non avere il domino incontrastato di un solo produttore.

Concorrenza, concorrenza, concorrenza, concorrenza, concorrenza, concorrenza, concorrenza, concorrenza, concorrenza, concorrenza. (Oddio sembro Ballmer che incita gli sviluppatori).
KappaEA16 Ottobre 2013, 11:55 #9
Prima che Microzoz domini sugli smartphone, inventeranno sicuramente il teletrasporto ed avremo tutti una casa su una delle lune di saturno...
djfix1316 Ottobre 2013, 13:43 #10
s' ma stò coso funzione con comandi vocali...non immagino cosa succeda in una metro negli USA...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^