Google acquisisce metà della divisione ricerca e sviluppo di HTC

Google acquisisce metà della divisione ricerca e sviluppo di HTC

Il titolo di HTC è stato sospeso nella giornata di ieri, in vista di un annuncio importante: Google ha acquisito metà della divisione ricerca e sviluppo dell'azienda taiwanese per proseguire nello sviluppo di smartphone

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 09:41 nel canale Telefonia
HTCGoogle
 

HTC ha sospeso la quotazione del suo titolo in borsa ieri a causa di un "annuncio importante" che sarebbe stato fatto nella giornata di oggi. L'azienda ha oggi annunciato che Google ha acquisito una parte consistente del suo settore di ricerca e sviluppo (2000 ingegneri che si sono occupati di sviluppare i Pixel) per 1,1 miliardi di dollari.

Solo due settimane fa avevano cominciato a circolare le prime voci, che vedevano Google interessata all'azienda taiwanese (che ha prodotto gli smartphone Pixel dello scorso anno e dovrebbe produrre un Pixel quest'anno). Al centro dell'acquisizione non ci sarebbe stata l'intera azienda, ma solo la parte dedicata alla progettazione e produzione degli smartphone.

La realtà è leggermente diversa, con Google che ha acquisito soltanto una parte delle operazioni di HTC e ha portato con sé circa metà degli impiegati della sezione ricerca e sviluppo dell'azienda taiwanese. Parte dell'accordo è anche l'accesso alle proprietà intellettuali di HTC.

HTC quindi manterrà il proprio marchio e potrà continuare nella progettazione e produzione di prodotti come i visori per la realtà virtuale - di cui si era parlato come possibile oggetto di vendita da parte dell'azienda.

In questo modo, Google ha ottenuto tutto il necessario per sviluppare e produrre smartphone internamente, senza dover fare affidamento su produttori terzi. I Pixel avranno marchio Google e saranno effettivamente prodotti dall'azienda.

Cher Wang, co-fondatrice e attuale amministratrice delegata di HTC, ha commentato l'accordo affermando che "questo accordo è una brillante evoluzione nella nostra partnership con Google, che si protrae da diverso tempo. L'accordo consente a Google di dare una spinta notevole alla sua divisione hardware e allo stesso tempo ci consente di continuare a innovare all'interno delle nostre divisioni smartphone e Vive".

L'accordo arriverà alla chiusura nel 2018 e dovrà essere approvato da azionisti e organi di regolamentazione del mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Jenosky21 Settembre 2017, 10:06 #1

mhh

In pratica Google Pixel is the new HTC...
Rubberick21 Settembre 2017, 10:14 #2
beh considerando quanto vende Apple con i suoi devices probabilmente anche google si vuole lanciare in quel settore come grande competitor
Lampetto21 Settembre 2017, 11:06 #3
Un altra company storica destinata a sparire appena Google ha le tecnologia HTC in mano..
Gli faranno fare un paio di telefoni, e poi la rivendono a qualche lenovo cinese di turno..
Storia già vista con una casa Americana credo che faranno altrettanto con i Taiwanesi...
djfix1321 Settembre 2017, 12:41 #4
se per caso i pixel futuri metteranno un S-pen io passerò a Goggle-HTC.
HTC in epoca winmobile è stata un grandissima azienda con prodotti sempre al top; ancora oggi ho un QTEK 2020 con win mobile 6.5 perfettamente funzionante compresa la batteria che è ferma da 10 anni (ogni tanto lo ricarico e ci gioco un po')
mail9000it21 Settembre 2017, 18:41 #5

un cambio epocale per Google

Quando google ha comprato motorola voleva solo i brevetti e non poteva mettersi a fare telefoni. In quel momento storico con i Nexus che venivano venduti a prezzi onesti, una azienda come google con il controllo di android avrebbe spaventato tutti gli altri produttori che si sarebbero lanciati pesantemente sui loro software proprietari (samsung minaccia ancora di farlo).

Oggi il mercato è diverso, con Pixel a prezzi (gonfiati) di mercato e con il predominio incontrastato di Android (e con la dimostrazione della morte di windows) non c'è più margine per un nuovo Sistema operativo.

Gli utenti si sono abituati ad avere store con decine di migliaia di app. Un nuovo SO dovrebbe partire con uno store fornitissimo solo per poter pensare di ritagliarsi qualche decimo di punto percentuale di share.
POI dovrebbe dimostrare di essere meglio.
Lampetto21 Settembre 2017, 19:42 #6
Originariamente inviato da: mail9000it
Quando google ha comprato motorola voleva solo i brevetti e non poteva mettersi a fare telefoni. In quel momento storico con i Nexus che venivano venduti a prezzi onesti, una azienda come google con il controllo di android avrebbe spaventato tutti gli altri produttori che si sarebbero lanciati pesantemente sui loro software proprietari (samsung minaccia ancora di farlo).

Oggi il mercato è diverso, con Pixel a prezzi (gonfiati) di mercato e con il predominio incontrastato di Android (e con la dimostrazione della morte di windows) non c'è più margine per un nuovo Sistema operativo.

Gli utenti si sono abituati ad avere store con decine di migliaia di app. Un nuovo SO dovrebbe partire con uno store fornitissimo solo per poter pensare di ritagliarsi qualche decimo di punto percentuale di share.
POI dovrebbe dimostrare di essere meglio.


Io invece ho l'impressione che dell'hardware a Google non gli importa una mazza, lei vive di servizi e pubblicità, gli servono brevetti e tecnologie non fabbriche Taiwanesi.
Un HTC marchiato Google a prezzi Apple serve giusto per non fare alterare i partner, molto meno alla produzione e alle maestranze manufatturiere. Invece le tecnologie e i brevetti fanno comodo e non sono aria fritta...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^