Giornali piratati su Telegram, 19 canali sequestrati: ecco la lista

Giornali piratati su Telegram, 19 canali sequestrati: ecco la lista

La Procura di Bari si muove contro la diffusione dei giornali gratis su Telegram: sequestrati 19 canali per riciclaggio, ricettazione e violazione diritto d'autore. Le indagini proseguono per ricostruire l'illecito giro di affari e individuare gli autori del reato.

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale Telefonia
Telegram
 

Dopo la chiusura di sette canali Telegram su iniziativa dell'AGCOM, in seguito alle prese di posizione di FIEG e ODG della Lombardia, la Procura di Bari ha sequestrato altri 19 canali della piattaforma di instant messaging in cui venivano diffuse copie pirata di giornali e libri. La procura ipotizza i reati di riciclaggio, ricettazione, accesso abusivo a un sistema informatico o telematico, furto e violazione della legge sul diritto d'autore nei confronti di persone in corso di identificazione.

I canali coinvolti sono: "eDiCoLA_luXuRiOsA", "RIVISTE ITALIANE", "Riviste Oggi", "solo riviste mensili", "LIBRI UNIVERSITARI PDF", "LIBRI PDF Gratis", "EDICOLA-FREE", "GIORNALI E RIVISTE", "Libri universitari", "EbookDoe", "QUOTIDIANI-LIBRI-RIVISTE ITALIA", "GIORNALI RIVISTE – GRATIS ITALIANE", "Il Giornalaio Moderno", "LIBRI ITALIA", "Edicola Settimanali", "GIORNALI ITALIANI", "Quotidiani I @ OTInews", "Quotidiani e mensili", "Libri in italiano gratis".

La Procura spiega che il procedimento interessa persone - in corso di identificazione - le quali, "in concorso tra loro, introducendosi nei sistemi informatici di numerose società editrici di riviste, giornali e libri protetti da misure di sicurezza, hanno sottratto migliaia di file in formato PDF dei predetti beni tutelati dal diritto di autore, riversandoli illecitamente su numerosi canali della piattaforma di messaggistica istantanea denominata Telegram, permettendo così una tanto capillare quanto abusiva diffusione in chiaro di migliaia di riviste, giornali e libri".

Il sequestro è stato notificato a cinque rappresentanti legali della società che gestisce Telegram e all'AGCOM. Il Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Bari si è occupato di contattare i responsabili della piattaforma per inibire i canali che hanno consentito di immettere in rete le copie pirata. "Le indagini proseguono per ricostruire l'illecito giro di affari e individuare gli autori del reato nonché le responsabilità penali delle società coinvolte".

La Procura stima danni agli editori in 670mila euro al giorno, corrispondenti a circa 250 milioni di euro all'anno, "giacché gli utenti iscritti ai canali in argomento sarebbero circa 580 mila, in aumento nel periodo di diffusione del virus Covid-19, e con un incremento dell'88% delle testate diffuse illecitamente".

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor27 Aprile 2020, 14:25 #1
quindi immagino che da domani si venderanno centinaia di migliaia di copie in più... presto, aumentate la tiratura!!!
Unrealizer27 Aprile 2020, 14:41 #2
Originariamente inviato da: Paganetor
quindi immagino che da domani si venderanno centinaia di migliaia di copie in più... presto, aumentate la tiratura!!!


Dato che continua ad esserci l'ipotesi di un blocco, nel caso che la cosa prendesse una brutta piega, sappiate che esiste questo: https://github.com/TelegramMessenger/MTProxy
icoborg27 Aprile 2020, 14:49 #3
sempre la solita falsa equivalenza..download = soldi mancati...

tecnicamente se vendo 1 barzelletta a 10 euro su un foglio a4 e lascio una risma fuori appoggiata su un muro, al momento della sparizione posso dichiarare una perdita di 5000 euro.
cagnaluia27 Aprile 2020, 14:57 #4
...come hanno fatto e adesso cosa succede? Mio cuggino è appena entrato su qualcuno di quei canali e nell'ultima ora hanno caricato materiale nuovo..
Enderedge27 Aprile 2020, 14:59 #5
Sicuramente non è così il rapporto tra piratato e venduto ma ... altrettanto sicuramente non fa bene al mercato e, imho, non mi pare corretto.
Come per il sofware o per un film ... se non mi piice non lo acquisto/vedo ... non che lo vado a cercare in rete per vederlo o utilizzarlo comunque gratis ... o che debba ritenere che sia mio diritto poterlo vedere gratis se lo trovo in rete ...
giuliop27 Aprile 2020, 15:14 #6
Originariamente inviato da: icoborg
sempre la solita falsa equivalenza..download = soldi mancati...


Sempre il solito argomento specioso senza fondamento...

Originariamente inviato da: icoborg
tecnicamente se vendo 1 barzelletta a 10 euro su un foglio a4 e lascio una risma fuori appoggiata su un muro, al momento della sparizione posso dichiarare una perdita di 5000 euro.


No, nessuno lascia “la risma appoggiata su un muro”; la situazione equivalente è che la risma che ti tieni in casa venga *rubata* e poi il ladro la lasci sul muro. Magari la tua barzelletta è stupida e nessuno l’avrebbe comprata, ma magari è divertentissima e se il ladro non l’avesse lasciata sul muro avresti avuto frotte di compratori e avresti fatto i soldi.
ignatech27 Aprile 2020, 15:21 #7
Corretto rispettare la legge.
Ho seri dubbi però che coloro i quali non riceveranno più i quotidiani su Telegram o Whatsapp si fionderanno in edicola a comprarli.
Tradotto... non vedo molti più incassi per gli editori.
icoborg27 Aprile 2020, 15:26 #8
Originariamente inviato da: giuliop
Sempre il solito argomento specioso senza fondamento...



No, nessuno lascia “la risma appoggiata su un muro”; la situazione equivalente è che la risma che ti tieni in casa venga *rubata* e poi il ladro la lasci sul muro. Magari la tua barzelletta è stupida e nessuno l’avrebbe comprata, ma magari è divertentissima e se il ladro non l’avesse lasciata sul muro avresti avuto frotte di compratori e avresti fatto i soldi.


ma mica dico che non è illegale farlo, ma non è nemmeno vero quello che sostengono..poi l'importante è crederci han campato per anni con finanziamento pubblico giornali che vendevano 4 copie in croce...
Alessiuccio27 Aprile 2020, 15:34 #9
Originariamente inviato da: icoborg
sempre la solita falsa equivalenza..download = soldi mancati...

tecnicamente se vendo 1 barzelletta a 10 euro su un foglio a4 e lascio una risma fuori appoggiata su un muro, al momento della sparizione posso dichiarare una perdita di 5000 euro.


uhhh argomentazione forte, sono sicuro che sarebbe robustissima in Cassazione
nyo9027 Aprile 2020, 15:35 #10
Continuo a sorprendermi di come la gente abbia voglia, pagando o gratuitamente, di leggere quella cartastraccia piena di notizie plagiate da giornali stranieri(Spesso satirici o dalla dubbia affidabilità, fonti non verificate, interessati non interpellati e tutto il resto che concorre alla scarsa considerazione del giornalista e della testata.
Sono giornali che non leggerei neanche gratis e per i quali non pagherei mai a meno di dover mascherare qualcosa di scarso valore per una verniciatura(Esistono materiali migliori che fanno meno polveri).
Su internet possiamo avere accesso a informazioni verificate, testate un po' più serie o fonti di verifica(Butac, valigiablu, il post) ed è assurdo che nonostante la possibilità ci si incaponisca con quei giornalacci buoni solo per il gossip.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^