Giappone: un sms ti salva dal terremoto

Giappone: un sms ti salva dal terremoto

I tre maggiori provider giapponesi collaborano per diramare più in fretta gli allarmi sismici

di pubblicata il , alle 11:37 nel canale Telefonia
 

In Giappone i terremoti sono un problema all'ordine del giorno e naturalmente con essi i possibili metodi di minimizzare i danni da questi provocati e soprattutto il numero di vittime. Poter prevedere luogo e intensità di un terremoto con largo anticipo è ancora una cosa non possibile ai giorni nostri, mentre è possibile diramare avvertimenti precisi che avvertano dell'imminienza di una scossa, appena prima che questa arrivi.

L'agenzia meteorologica giapponese ha attiva una rete di raccolta di dati sismici; un particolare sistema, attraverso l'analisi delle onde longitudinali, che in un terremoto sono più deboli ma veloci, riesce a prevedere la localizzazione e l'intensità di quelle trasversali, più lente, ma dotate di maggiore forza distruttiva.

Attualmente è attiva una rete governativa a cui sono collegate fabbriche e ospedali, capace di inviare un messaggio d'allerta, che provoca automaticamente il salvataggio dei dati dei computer e lo spegnimento dei macchinari. Purtroppo l'allarme riesce ad essere diramato da pochi secondi ad un minuto prima della scossa di terremoto, in quanto nel momento in cui si registrano le prime onde longitudinali il terremoto è già in corso.


Il sistema di monitoraggio dell'agenzia metereologica giapponese

Per il futuro si stanno pensando altre applicazioni, una di quelle considerate più urgenti e necessarie è il blocco automatico dell'erogazione di gas, in modo da evitare effetti disastrosi come quelli registrati nel 1995 a Kobe, dove gli incendi furono causa della maggior parte delle vittime.

Come riporta Panorama, gli operatori delle telecomunicazioni (telefonia e TV) sono impegnati a fare la loro parte in questo processo, e già adesso sono collegati al sistema di allarme. Il prossimo passo su cui stanno lavorando i tre maggiori provider nipponici di telefonia è la possibilità di diramare l'allarme anche via sms sulla rete cellulare nelle zone interessate.

Un avvertimento di pochi secondi può sembrare insignificante, ma sicuramente può permettere di mettere in atto le basilari precauzioni per aumentare le possibilità di sopravvivenza. In un paese come il Giappone, educato a fronteggiare i terremoti, sicuramente basterà un avvertimento, in una nazione come l'Italia forse il messaggio dovrebbe contenere anche un richiamo alle basilari precauzioni da prendere.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor05 Giugno 2007, 11:48 #1
ottima idea!

anche qui da noi (mi pare) venga data la possibilità alla protezione civile o al governo di diramare messaggi di particolare importanza, addirittura selezionando i cellulari in funzione della cella alla quale sono collegati (se c'è un problema in Lombardia è inutile mandare sms in tutta Italia )

Xadhoomx05 Giugno 2007, 11:56 #2
Questa è innovazione
_Menno_05 Giugno 2007, 12:01 #3
la necessità rende più arguti

cmq che per loro il tempo è prezioso, queste iniziative sono utili e necessarie per riuscire ad arginare al minimo i danni e le vittime.
Wee-Max05 Giugno 2007, 12:18 #4
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Purtroppo l'allarme riesce ad essere diramato da pochi secondi ad un minuto prima della scossa di terremoto, in quanto nel momento in cui si registrano le prime onde longitudinali il terremoto è già in corso.



hahahahahahaha...cioè...immaginatevi la situazione...metti uno al cesso che riceve l'sms: "TERREMOTO!!!" si scatena il panico più totale!!

comunque per pc e macchinari vari va benissimo come servizio...
sweetlou05 Giugno 2007, 12:20 #5
Da noi avrebbe meno successo in quanto la maggior parte dei terremoti italiani sono a poca profondità perciò si avrebbero pochi secondi prima dell'arrivo delle onde S o trasversali.
iva05 Giugno 2007, 12:40 #6
Solo una nota, magari un pochino offtopic:
in Giappone non esiste l'arcaico concetto di SMS con cui ci dissanguano in Europa (io sono in Germania e pago in media piu' che in Italia x un sms).
Tutti i cellulari in Giappone hanno un'indirizzo email normalissimo e c'e' un'integrazione completamente trasparente tra telefono cellulare ed internet visto che non c'e' bisogno di collegarsi al server per vedere se ci sono nuovi messaggi, il tutto avviene in "push" e quindi ti arriva la mail come da noi arriva l'sms.
Loro non sono limitati a 166 penosissimi caratteri e mandarsi allegati come foto, video o suoni in voce e' una cosa normalissima.
Manwë05 Giugno 2007, 12:42 #7
In italia lo fanno per le elezioni... ricordate?
JohnPetrucci05 Giugno 2007, 12:44 #8
Originariamente inviato da: Manwë
In italia lo fanno per le elezioni... ricordate?


Portocala05 Giugno 2007, 14:29 #9
in una nazione come l'Italia forse il messaggio dovrebbe contenere anche un richiamo alle basilari precauzioni da prendere.

qui ti devono mandare tutte le regole da seguire, che tempo che lo leggi sei già bello che seppolto

e poi il menefreghismo sarebbe alle stelle
Hitman07905 Giugno 2007, 14:39 #10
..pensate laterale: cosa potrebbe fare un Cracker dentro al sistema?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^