Galaxy S9, niente ricarica super-rapida in Italia?

Galaxy S9, niente ricarica super-rapida in Italia?

La tecnologia Quick Charge 4.0+ potrebbe essere disponibile solamente sulle versioni dello smartphone con Snapdragon 845, che non dovrebbero arrivare in Italia

di Nino Grasso pubblicata il , alle 12:41 nel canale Telefonia
SamsungGalaxyQualcomm
 

La ricarica super-rapida Quick Charge 4+ potrebbe essere una feature esclusiva per il mercato americano su Galaxy S9. Il top di gamma coreano viene proposto tipicamente in due varianti: una con il processore Exynos proprietario che arriva da qualche anno anche in Italia, e l'altra con processore Qualcomm Snapdragon, pensata per gli Stati Uniti ed altri mercati. Entrambi i processori che troveremo sul flagship coreano sono già stati annunciati: da una parte Exynos 9810, dall'altra Snapdragon 845, e solo quest'ultimo supporta Quick Charge 4+.

Si tratta di una tecnologia proprietaria di Qualcomm, laddove il corrispettivo di Samsung per la ricarica rapida prende il nome di Adaptive Fast Charge. Adottando due piattaforme hardware differenti è chiaro che i due smartphone potrebbero avere feature e specifiche diverse, e fra queste potrebbe esserci Quick Charge 4+ che, secondo quanto dichiarato dal produttore americano, potrebbe offrire una velocità di carica del 15% superiore e una carica del 30% più efficiente rispetto a Quick Charge 4, il tutto portando la batteria a temperature di fino a 3°C inferiori.

La più recente versione dispone di un Dual Charge più efficiente con due IC per la gestione dell'alimentazione sul dispositivo, che adesso viene supportato da una tecnologia di Intelligent Thermal Balancing e da tecnologie per la sicurezza per impedire l'insorgere di surriscaldamenti durante il processo di ricarica. Il primo dispositivo con Quick Charge 4+, scrive PhoneArena, è Nubia Z17, che ha lo Snapdragon 835, caratteristica che fa pensare che la tecnologia non deve per forza essere implementata insieme alla più recente Mobile Platform di Qualcomm.

Le informazioni trapelate si basano su speculazioni non confermate dalle società coinvolte. Samsung potrebbe infatti ottimizzare la propria tecnologia proprietaria Adaptive Fast Charge in modo da fornire risultati paragonabili a quelli ottenibili con la piattaforma più avanzata di Qualcomm. Una cosa è chiara: ad oggi i top di gamma più veloci nella ricarica richiedono circa un'ora e mezza per portare la batteria integrata dallo 0 al 100%, ma per la prossima generazione potrebbe essere infranto il muro della singola ora, con tempistiche di ricarica mai viste prima d'ora.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
onka13 Dicembre 2017, 13:08 #1
ecco perchè hanno disattivato anche quella dell'S8...
Gyammy8513 Dicembre 2017, 14:11 #2
Dura essere mainstream e dalla parte del mercato perché i mercati ci guardano, di questi tempi...
eureka8513 Dicembre 2017, 14:38 #3
basterebbe boicottare il prodotto per risolvere il problema.
Italiani cominciate a farvi rispettare
Luxor8313 Dicembre 2017, 17:59 #4
Va bene così com'è anche per S8.

Samsung in europa, e quindi in italia, distribuisce il con il SOC Exinos che è migliore, quindi pochi problemi per me.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^