Galaxy Note7, problemi con le batterie anche sui modelli sostitutivi

Galaxy Note7, problemi con le batterie anche sui modelli sostitutivi

Non termina l'incubo per alcuni utenti che hanno ricevuto i primi modelli sostitutivi di Galaxy Note7, in risposta ai pericoli derivanti da un difetto di produzione delle batterie

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Telefonia
SamsungGalaxy
 

A poche settimane di distanza dall'annuncio del richiamo globale di Galaxy Note7 Samsung è riuscita a consegnare le prime unità sostitutive. Le vendite del pregiato phablet sudcoreano sono state sospese per via di un grave problema di produzione su alcune delle batterie integrate, con la società che ha richiamato milioni di modelli in tutto il mondo per la sostituzione. Le prime unità sono già disponibili in alcuni paesi (fra cui USA e Corea del Sud), tuttavia alcuni fra i primi clienti della società che hanno ricevuto le unità sostitutive hanno segnalato che i problemi non sono finiti.

Stando a quanto riportato da alcuni utenti sudcoreani che hanno partecipato alla campagna di richiamo anche i nuovi modelli soffrono di problematiche apparentemente legate alla batteria. A riportarlo il Wall Street Journal, che cita le parole di alcuni utenti intervistati dal network televisivo coreano YTN e scrive che le unità integrate sui nuovi Galaxy Note7 sembrerebbero surriscaldarsi e perdere repentinamente la carica senza motivo. I nuovi dispositivi diffusi da Samsung dovrebbero integrare batterie del tutto nuove, e non più quelle prodotte da SDI.

Nella fattispecie le nuove unità sono prodotte da ATL (Amperex Technology Limited) e sono certificate da enti di terze parti per quanto riguarda eventuali problemi di surriscaldamento e combustione spontanea. Le nuove celle hanno le stesse specifiche della variante SDI, con 3.500 mAh di amperaggio, ma al tempo stesso sono più piccole per calzare meglio all'interno dei dispositivi. Secondo alcune voci non ufficiali, infatti, i modelli con batteria SDI prendevano fuoco perché l'unità di alimentazione entrava in contatto con alcune componenti elettroniche in funzionamento.

Al momento in cui scriviamo sembra che il problema sia estremamente circoscritto e non diffuso, ma bisogna seguire la vicenda per considerare eventuali evoluzioni. Gli unici casi riportati di surriscaldamenti e perdita di potenza delle nuove batterie di Galaxy Note7 provengono dalla Corea del Sud, mentre non ci sono conferme per le unità reintrodotte sul mercato americano. I nuovi Galaxy Note7 "sicuri" arriveranno in Europa fra alcune settimane, probabilmente prima delle vacanze natalizie, anche se non sappiamo se i nuovi problemi possano dilungare le attese.

Samsung ha comunque commentato le novità dichiarando che "il problema è totalmente slegato dalle batterie integrate" e che gli incidenti che hanno coinvolto le unità sostitutive sono "casi isolati" tipici della produzione di massa di dispositivi elettronici. La compagnia ha comunque sostenuto di essere interessata sui casi specifici e di voler indagare più a fondo su ognuno degli incidenti. L'obiettivo della compagnia è di rimuovere dalla circolazione il 60/70% dei vecchi Galaxy Note7 potenzialmente difettosi entro la fine della settimana, rimpiazzandoli con le nuove unità sostitutive.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MoodM26 Settembre 2016, 11:25 #1
.
.
a sto punto meglio metterci una bella pietra sopra sul Note7 e passare a distruibuire il Galaxy S8 entro Natale come già letto da info in rete
Teen Cool26 Settembre 2016, 11:33 #2
Per fortuna che ho venduto tutte le azioni Samsung... mamma mia che coolo
nickmot26 Settembre 2016, 11:43 #3
Ripeto...

Basta la corsa alle sottilette, scommettiamo che produrre le batterie diventa meno problematico?
MoodM26 Settembre 2016, 11:50 #4
Originariamente inviato da: Teen Cool
Per fortuna che ho venduto tutte le azioni Samsung... mamma mia che coolo




In tema di azioni venerdi c'è stata anche una bella scaricata da milioni di volumi anche su AAPL sul Nasdaq

vediamo il nuovo trend da oggi in poi

[B]http://uk.businessinsider.com/apple...9?r=US&IR=T[/B]
kamon26 Settembre 2016, 11:53 #5
Originariamente inviato da: nickmot
Ripeto...

Basta la corsa alle sottilette, scommettiamo che produrre le batterie diventa meno problematico?


Eh vabbè... E allora riprendiamo a vendere le auto senza centralina, così non spendiamo più in elettrauto .
nickmot26 Settembre 2016, 11:57 #6
Originariamente inviato da: kamon
Eh vabbè... E allora riprendiamo a vendere le auto senza centralina, così non spendiamo più in elettrauto .


Beh.. la centralina ha un ruolo ben più utile di 2 o 3 mm di spessore in meno su un coso che tanto è già troppo grande e scomodo da tenere in tasca.
acerbo26 Settembre 2016, 12:02 #7
brutta tegola questa per samsung, oltre al danno economico sta vicenda gli causerà anche un danno all'immagine non indifferente.
MoodM26 Settembre 2016, 12:05 #8
Originariamente inviato da: acerbo
brutta tegola questa per samsung, oltre al danno economico sta vicenda gli causerà anche un danno all'immagine non indifferente.




Solo con un Galaxy S8 spaziale e super in tutto rinasceranno e con features anche eccellenti..

Quindi fossi in loro starei ben attento adesso su questo dispositivo che deve essere fantastico e spaccare
acerbo26 Settembre 2016, 12:16 #9
Originariamente inviato da: digmedia
io invece spero che la gente cominci a considerare anche altri marchi,
come sony o htc...giusto per riequilibrare il mercato.


se fanno prodotti di merda sony e htc la colpa non é mica della gente che non li considera. Le quote di mercato non si conquistano per magia o per pura casualità
Apix_102426 Settembre 2016, 12:17 #10
hanno saltato la serie 6 per allinearsi alla nomenclatura della mela e la cosa gli è riuscita parecchio male a quanto vedo...
una bella purgata magari così tornano con i piedi per terra in fatto di prezzi e qualità!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^