Galaxy Note 7, uso vietato a bordo degli aerei Qantas, Jetstar e Virgin Australia

Galaxy Note 7, uso vietato a bordo degli aerei Qantas, Jetstar e Virgin Australia

Tre compagnie aeree australiane hanno deciso di vietare l'utilizzo e la ricarica del Galaxy Note 7 a bordo dei propri aerei dopo il richiamo del prodotto deciso da Samsung a seguito dei casi di esplosione e incendio registrati in fase di ricarica del terminale.

di Salvatore Carrozzini pubblicata il , alle 16:01 nel canale Telefonia
SamsungAndroidGalaxy
 

Mentre la FAA non si è ancora pronunciata sull'opportunità di vietare l'utilizzo e la ricarica del Galaxy Note 7 a bordo degli aerei statunitensi, a seguito dei noti problemi legati agli episodi di esplosione e incendio del nuovo top gamma Samsung, tre compagnie aeree australiane hanno scelto di adottare tale provvedimento. Nello specifico, come riporta Reuters, Quantas, Jetstar e Virgin Australia hanno deciso limitare l'uso del Galaxy Note 7 a bordo dei propri aerei. 

galaxy note 7

Le tre compagnie sottolineano che il provvedimento è stato adottato in via precauzionale e non in adempimento all'obbligo imposto dalle autorità nazionali di volo. In altri termini, si tratta di una misura adottata autonomamente dopo il richiamo ufficiale del prodotto deciso da Samsung in 10 mercati.

Stando a quanto riportato dalla fonte, la clientela delle tre compagnie potrà portare con sé il Galaxy Note 7 anche in aereo, ma non potrà né utilizzarlo, né collegarlo al sistema di intrattenimento di bordo tramite porte USB per effettuare la ricarica. 

Un portavoce di Qantas ha dichiarato:

A seguito del richiamo di Samsung Australia relativo al Galaxy Note 7 stiamo chiedendo ai passeggeri che li possiedono di non accenderli o caricarli in volo

Per il momento Samsung Australia si è limitata a confermare che, dopo il richiamo, ha mantenuto i contatti sia con Qantas, sia con Virgin Australia. Sembra quindi trattarsi di un provvedimento concordato con il produttore coreano.

Nel frattempo, si resta in attesa della pronuncia della FAA. L'agenzia federale statunitense che si occupa di disciplinare ogni aspetto dell'attività dei voli civili sta individuando alcune linee guida relative al problema, ma non ha ancora preso una decisione definitiva.

Non si può escludere a priori che altre compagnie aeree - soprattutto quelle che operano nei mercaati in cui è entrato in vigore il richiamo ufficiale - adottino autonomamente provvedimenti per limitare l'utilizzo del Galaxy Note 7 durante i voli. Un altro tassello di una vicenda che sta oggettivamente penalizzando l'immagine di Samsung e un terminale che era partito con le premesse migliori per convincere il pubblico delle sue doti intrinseche. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
floc08 Settembre 2016, 16:13 #1
se li stanno richiamando non vedo proprio il motivo di questa assurdita'... Ci sara' "qualcuno" che ha una mezza e si adopera per girare il coltello nella piaga. Parliamoci chiaro, ok la sicurezza a bordo ma l'esplosione di una batteria (che peraltro nemmeno esplode nel vero senso del temrine) non puo' in nessun modo mettere in pericolo un aeromobile.
Simonex8408 Settembre 2016, 16:23 #2
Originariamente inviato da: floc
se li stanno richiamando non vedo proprio il motivo di questa assurdita'... Ci sara' "qualcuno" che ha una mezza e si adopera per girare il coltello nella piaga. Parliamoci chiaro, ok la sicurezza a bordo ma l'esplosione di una batteria (che peraltro nemmeno esplode nel vero senso del temrine) non puo' in nessun modo mettere in pericolo un aeromobile.


"esplosione" ed "aeromobile" non dovrebbero mai stare nella stessa frase, dipende da come, quando e dove avviene, ma il potenziale fatale non può essere escluso.

In questo campo le autorità ci vanno sempre con i piedi di piombo, se c'è una minima e remota possibilità di pericolo il divieto è automatico
Rubberick08 Settembre 2016, 16:39 #3
alla fine tutto si risolverà, rientreranno i prodotti difettosi qualora ci siano etc..

però certo che pubblicità negativa che ne esce :\
aleforumista08 Settembre 2016, 16:57 #4
JETSTAR prima di vietare qualcosa sui suoi aerei dovrebbe farsi un esame di coscienza
LMCH08 Settembre 2016, 17:15 #5
Originariamente inviato da: floc
se li stanno richiamando non vedo proprio il motivo di questa assurdita'... Ci sara' "qualcuno" che ha una mezza e si adopera per girare il coltello nella piaga. Parliamoci chiaro, ok la sicurezza a bordo ma l'esplosione di una batteria (che peraltro nemmeno esplode nel vero senso del temrine) non puo' in nessun modo mettere in pericolo un aeromobile.


Il motivo è che le compagnie australiane fanno un sacco di voli intercontinentali "diretti" in cui è difficile trovare un aeroporto presso cui fare atterraggi di emergenza.
Quindi per loro certi rischi sono molto più elevati che per altre aerolinee in rapporto al numero di voli che fanno.
alexbands08 Settembre 2016, 17:19 #6
ma poi come si fa... controllano tutti i samsung che vedono? Non è che gli utenti di note 7 lo portano scritto in fronte
floc08 Settembre 2016, 17:57 #7
Originariamente inviato da: Simonex84
"esplosione" ed "aeromobile" non dovrebbero mai stare nella stessa frase, dipende da come, quando e dove avviene, ma il potenziale fatale non può essere escluso.

In questo campo le autorità ci vanno sempre con i piedi di piombo, se c'è una minima e remota possibilità di pericolo il divieto è automatico


Originariamente inviato da: LMCH
Il motivo è che le compagnie australiane fanno un sacco di voli intercontinentali "diretti" in cui è difficile trovare un aeroporto presso cui fare atterraggi di emergenza.
Quindi per loro certi rischi sono molto più elevati che per altre aerolinee in rapporto al numero di voli che fanno.


io sono d'accordo con voi. Pero' non esplodono, si bruciacchiano, e la cosa potenzialmente riguarda un numero molto piu' ampio di device cinesi costruiti chissacome portati a bordo e usati quotidianamente, senza peraltro che sia mai successo nulla di grave. Atterraggio di emergenza per una batteria? Ma in che film dai...

Stanno mettendo in croce samsung semplicemente perche' la cosa e' nota e samsung si e' espressa ufficialmente, se l'andazzo e' questo tutte le aziende che avranno problemi di questo tipo cominceranno a insabbiare e a trattare i casi sporadici (perche' l'incidenza e' tale) come fossero isolati.

E' un modus operandi che si ritorcera' contro i consumatori.
Simonex8408 Settembre 2016, 20:23 #8
senza tirare in ballo situazioni fantascientifiche, immagina uno smartphone, messo dentro il vano del sedile anteriore vicino ad una rivista che prende fuoco su un aereo di linea con centinaia di persone a bordo, penso sia una situazione che è meglio evitare, anche se le possibilità sono 35 su 1.000.000
LMCH08 Settembre 2016, 20:31 #9
Originariamente inviato da: floc
io sono d'accordo con voi. Pero' non esplodono, si bruciacchiano, e la cosa potenzialmente riguarda un numero molto piu' ampio di device cinesi costruiti chissacome portati a bordo e usati quotidianamente, senza peraltro che sia mai successo nulla di grave. Atterraggio di emergenza per una batteria? Ma in che film dai...


Il punto è che Samsung ha dichiarato che il problema esiste, quindi in caso di rogne a bordo è la linea aerea che ne va di mezzo se (almeno a parole) non dichiara che è vietato usarli a bordo.
Poi un incendio a bordo originato da batterie al litio che bruciano oltre ad essere più difficile da estinguere produce esalazioni decisamente tossiche.
floc08 Settembre 2016, 23:48 #10
si' esatto, l'unico problema e' che samsung ne ha parlato, altrimenti continuavamo tutti a starcene tranquilli seduti in mezzo ai powerbank acquistati su gearbest...

Prima che qualcuno lo pensi, no, non ho un note7

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^