Galaxy Note 7 disabilitato via update OTA con un triste aggiornamento definitivo

Galaxy Note 7 disabilitato via update OTA con un triste aggiornamento definitivo

Negli Stati Uniti Samsung applicherà il pugno duro, mentre in Europa arriverà un aggiornamento un po' più edulcorato che limiterà la carica al 30% delle potenzialità effettive

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:22 nel canale Telefonia
SamsungGalaxy
 

Galaxy Note 7 è stato richiamato due volte ed è bandito dalla maggior parte dei voli delle varie compagnie aeree. Samsung ne ha sospeso la produzione per motivi di sicurezza, causati da un probabile problema insito nella batteria integrata. Ciò nonostante è uno smartphone estremamente valido e alcuni degli acquirenti si rifiutano di smettere di utilizzarlo, a costo della propria incolumità. Ed è proprio per evitare ulteriori drammatici incidenti che Samsung ha annunciato che applicherà una strategia ferrea con un prossimo aggiornamento.

samsung_galaxy_note_7_side.jpg

Stando a quanto riportato originariamente da The Verge, che cita un'immagine di US Cellular inviata agli utenti, il prossimo Update OTA di Samsung renderà inservibili i Galaxy Note 7 americani attualmente in circolazione: "A partire dal 15 dicembre Samsung modificherà il software per impedire la ricarica della batteria su Galaxy Note 7. Lo smartphone non funzionerà più". In seguito al rilascio delle prime indiscrezioni Samsung ha confermato l'imminente arrivo dell'aggiornamento "no charge" con un leggero posticipo rispetto alle date di US Cellular.

Ecco un estratto della nota pubblicata da Samsung:

"La sicurezza dei nostri clienti resta la nostra priorità principale e abbiamo già avuto una straordinaria partecipazione al Programma USA di Rimborso e Sostituzione del Note 7, con più del 93% delle unità già restituite. Per aumentare ulteriormente la partecipazione a partire dal prossimo 19 dicembre rilasceremo un aggiornamento software con la fine del roll-out che avverrà in 30 giorni. L'aggiornamento impedirà la ricarica sui Galaxy Note 7 americani ed eliminerà ogni possibilità di utilizzarli come dispositivi mobile. Insieme ai nostri partner commerciali informeremo i clienti con diversi mezzi per incoraggiare i possessori di Galaxy Note 7 a partecipare al programma e avvantaggiarsi degli incentivi economici disponibili".

Pare che non parteciperà all'iniziativa Verizon per non mettere in difficoltà i propri clienti nella stagione natalizia: "Non vogliamo rendere impossibile ai nostri clienti contattare le loro famiglie, o eventuali professionisti nelle situazioni di emergenza".

Neanche gli utenti europei sono del tutto salvi dalle strategie di richiamo aggressive di Samsung. La società aveva rilasciato ad ottobre un aggiornamento che limitava le capacità di carica di Galaxy Note 7 al 60% e nei prossimi giorni ne arriverà un altro ancora più limitante. Quest'ultimo non impedirà le procedure di ricarica, tuttavia bloccherà la capacità massima della batteria al 30%: "Come parte del nostro focus assoluto sulla sicurezza dei clienti a partire dal 15 dicembre tutti i dispositivi Galaxy Note 7 riceveranno un aggiornamento software che limiterà la capacità di ricarica massima al 30%", ha scritto la compagnia in una nota rivolta agli utenti del Regno Unito.

Non sappiamo ancora se l'update britannico coinvolgerà anche gli utenti degli altri stati europei.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pegatorn12 Dicembre 2016, 10:30 #1
Ciò nonostante è uno smartphone estremamente valido e alcuni degli acquirenti si rifiutano di smettere di utilizzarlo, a costo della propria incolumità.


Non posso credere che ci sia in giro gente, che preferisce tenersi in tasca e vicino alle gonadi una "piccola bomba" piuttosto che restiture il terminale a Samsung e acquistare altro.
Robe da pazzi!
LorenzAgassi12 Dicembre 2016, 10:59 #2
Originariamente inviato da: Pegatorn
Non posso credere che ci sia in giro gente, che preferisce tenersi in tasca e vicino alle gonadi una "piccola bomba" piuttosto che restiture il terminale a Samsung e acquistare altro.
Robe da pazzi!




Forse magari questo fatto o meglio affetto cmqe strano a prescindere ( causa pericolosità dovuta dalla batteria) sfata anche il solito mito trito e ritrito che iPhone sarebbe il migliore come si sente sempre chiacchierare dai soliti in rete
Pegatorn12 Dicembre 2016, 11:02 #3
A me del "migliore" non mi interessa una beata fava.
Mi interessa che dietro ad un marchio, ci sia una azienda seria che mi impedisce di usare un qualcosa che mi potrebbe esplodere nelle tasche perché difettoso.
LorenzAgassi12 Dicembre 2016, 11:08 #4
Originariamente inviato da: Pegatorn
A me del "migliore" non mi interessa una beata fava.
Mi interessa che dietro ad un marchio, ci sia una azienda seria che mi impedisce di usare un qualcosa che mi potrebbe esplodere nelle tasche perché difettoso.




Difatti Samsung lo impedisce come deve essere fatto..
Poi chi non vuole restituirlo azzi suoi e cmqe lo fa perchè credo non sia masochista ma perchè il terminale è più che valido pur in questo caso dovendo scendere a dei compromessi.
Portocala12 Dicembre 2016, 11:11 #5
Possono fare l'aggiornamento del terminale senza che l'utente lo installi?
AceGranger12 Dicembre 2016, 11:18 #6
Originariamente inviato da: Pegatorn
Non posso credere che ci sia in giro gente, che preferisce tenersi in tasca e vicino alle gonadi una "piccola bomba" piuttosto che restiture il terminale a Samsung e acquistare altro.
Robe da pazzi!


bè esiste anche gente che paga per procurarsi il cancro fumando, in confronto non sono nulla questi acquirenti del Samsung
matrix8312 Dicembre 2016, 11:19 #7
Originariamente inviato da: Portocala
Possono fare l'aggiornamento del terminale senza che l'utente lo installi?


Credo che abbiano modo di forzare un OTA. Il problema sono tutti quei device che non usano rom stock o che verranno aggiornati con rom non stock a seguito del blocco. Perchè i cretini in giro ci sono sempre.
Pegatorn12 Dicembre 2016, 11:28 #8
Originariamente inviato da: AceGranger
bè esiste anche gente che paga per procurarsi il cancro fumando, in confronto non sono nulla questi acquirenti del Samsung


Beh un momento...Se c'è gente che fuma in macchina e in casa sua, per me può intossicarsi fin che vuole che non mi crea problemi.
Ma qua stiamo parlando di un telefono che volendo, ti potresti portare sull'aereo con tutte le conseguenze del caso.
LorenzAgassi12 Dicembre 2016, 11:31 #9
Originariamente inviato da: Pegatorn
Beh un momento...Se c'è gente che fuma in macchina e in casa sua, per me può intossicarsi fin che vuole che non mi crea problemi.
Ma qua stiamo parlando di un telefono che volendo, ti potresti portare sull'aereo con tutte le conseguenze del caso.




Ma difatti Samsung fa tutto quello che deve fare disattivando anche da remoto i dispositivi Note 7.
Se vuoi sindacare sul fatto che POI i possessori non lo vogliono restituire per affetto, funzionalità eccelsa etc, potresti andar tu a convicerli uno ad uno ...imprecandoli
AceGranger12 Dicembre 2016, 11:39 #10
Originariamente inviato da: Pegatorn
Beh un momento...Se c'è gente che fuma in macchina e in casa sua, per me può intossicarsi fin che vuole che non mi crea problemi.
Ma qua stiamo parlando di un telefono che volendo, ti potresti portare sull'aereo con tutte le conseguenze del caso.


no, non puoi portarlo perchè sia la FAA che la EASA hanno vietato il trasporto del Note 7 sugli aerei.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^