Galaxy Note 5, la batteria più piccola non è un problema: i primi test d'autonomia

Galaxy Note 5, la batteria più piccola non è un problema: i primi test d'autonomia

Sono apparsi sul web i primi test sull'autonomia operativa di Galaxy Note 5 che riportano risultati superiori rispetto ai predecessori, nonostante le specifiche inferiori dell'hardware integrato

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Telefonia
SamsungGalaxy
 

Una delle preoccupazioni più grandi nate dall'annuncio del nuovo Samsung Galaxy Note 5 è stata quella relativa all'autonomia operativa. Il nuovo phablet coreano integra una batteria leggermente più piccola rispetto al suo predecessore: se Note 4 adottava un'unità da 3.220mAh, infatti, il nuovo modello si ferma "solamente" a 3.000mAh. Ma le paure circa un consistente peggioramento dell'autonomia di Note 5 vengono sedate da un nuovo approfondimento di PhoneArena.

Samsung Galaxy Note 5, autonomia operativa
Autonomia operativa - Fonte: PhoneArena

La fonte riporta che all'interno dei propri test d'autonomia Galaxy Note 5 fa registrare un risultato addirittura superiore rispetto al suo predecessore, portando la batteria a 0 dal 100% in 9 ore e 11 minuti. Note 4 si fermava, invece, ad 8 ore e 43 minuti, nonostante integrasse una batteria dalle specifiche superiori. Il test, scrive il sito web, è stato eseguito lanciando un web-script personalizzato e impostando la luminanza del display al valore di 200nit.

Un ottimo risultato ottenuto in termini d'ottimizzazione, soprattutto se si considerano le specifiche tecniche del nuovo modello. Il display mantiene diagonale e risoluzione, pari rispettivamente a 5,7" e 2560x1440 pixel, mentre il SoC integrato sul nuovo modello è decisamente più potente. Ha certamente aiutato l'adozione del processo produttivo a 14-nm, ma è probabile che Samsung abbia ottimizzato ulteriormente hardware e software per ottenere un'autonomia paragonabile a quella dei predecessori.

PhoneArena ha anche misurato il tempo di ricarica della batteria, che risulta essere molto rapida. Samsung utilizza le tecnologie di Quick Charge ormai da tempo, tecnologie che permettono di portare la carica della batteria dallo 0 al 100% in soli 81 minuti su Note 5. Solo ZenFone 2 fa meglio nel test di PhoneArena, ed integra anch'esso una batteria da 3.000mAh. Insomma, la batteria del nuovo Note 5 non rappresenterà un problema in termini d'autonomia nell'uso quotidiano, se non per il fatto che non sarà sostituibile.

Samsung Galaxy Note 5, tempi di ricarica
Tempi di ricarica

Galaxy Note 5 sarà lanciato ufficialmente a partire dal 21 agosto ma solo per alcuni mercati. La sua disponibilità non è ancora prevista per i paesi europei, ed è probabile che ufficialmente non arriverà prima del 2016.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pess17 Agosto 2015, 18:31 #1
Ma queste tecnologie di carica ultra rapida della batteria non tendono ad usurarla molto velocemente nel tempo?
gabrybody18 Agosto 2015, 00:14 #2
Ma una volta che la batteria non funziona più...tempo 1max 2anni...il note 5 va buttato?
PsychoWood18 Agosto 2015, 00:14 #3
Originariamente inviato da: Pess
Ma queste tecnologie di carica ultra rapida della batteria non tendono ad usurarla molto velocemente nel tempo?


Beh sì, ma quando succede basta che la sostituisci.

...

Ah, già.
Uakko18 Agosto 2015, 04:57 #4
Originariamente inviato da: gabrybody
Ma una volta che la batteria non funziona più...tempo 1max 2anni...il note 5 va buttato?


Gli appisti lo fanno ogni anno.
colmar5818 Agosto 2015, 07:53 #5
Sarà vero? allora visto questi ottimi risultati perchè non lasciarla uguale al note 4? progettare x venire incontro all'esigenza degli utenti non va bene vero? magari offrire un po' di autonomia in più con batterie adeguate alle prestazioni...oppure non spendere 150 euro in più x avere più memoria visto che le micro sd oramai sono economiche....NON SEMBRANO GLI OBIETTIVI DELLE CASE COSTRUTTRICI. (per me naturalmente....) però devo dire che non sono plurilaureato e ho fatto master negli usa o in giro x il mondo studiando i gafici delle tendenze del mercato....ma semplicemente USO il telefono accendendolo alla mattina e sperando di arrivare a sera senza cercare come un tossico una presa x alimentarlo....ahahahah
Goofy Goober18 Agosto 2015, 08:04 #6
Il Note 5 è un downgrade di funzionalità rispetto alle sue precedenti incarnazioni.

Il peggior Note mai visto. Senza se e senza ma.
colmar5818 Agosto 2015, 08:52 #7
poi si lamentano se crollano le vendite.....devo subire le loro decisioni in fatto di memoria/batteria non estraibile! infatti mi domando chi assume i progettisti.....TOPO GIGIO???? con tutto il rispetto per il famoso topo....
gabrybody18 Agosto 2015, 13:28 #8
Il fatto che quando la batteria si guasta (dopo meno di un'anno a volte)anzichè cambiarla con 10-20 euro vada invece buttato il telefono è pazzesco!!!!
PsychoWood18 Agosto 2015, 13:52 #9
Originariamente inviato da: gabrybody
Il fatto che quando la batteria si guasta (dopo meno di un'anno a volte)anzichè cambiarla con 10-20 euro vada invece buttato il telefono è pazzesco!!!!

Vabbè, buttato è un parolone, dai. Non voglio fare l'avvocato del diavolo, ma dubito non sia sostituibile dell'assistenza... Magari con 100 euro, è vero, ma da lì a buttarlo ce ne passa
gabrybody18 Agosto 2015, 14:02 #10
...si è un modo di dire...però...vuoi mettere acquistare su amazo..con un deca la batteria e andare in un centro samsung a...sicuramente un centone...x conto mio il note si ferma al 4!
Nettamente un downgrade il 5 rispetto al 4!
Farò un pensierino ai prossimi huauai...o come si chiamano...heheheheh!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^