Furti di smartphone: Apple, Google, Microsoft ed altri insieme per una soluzione definitiva

Furti di smartphone: Apple, Google, Microsoft ed altri insieme per una soluzione definitiva

Apple, Google, Microsoft ed altre fra le più importanti società tecnologiche avrebbero siglato un accordo mediante il quale implementare soluzioni ad-hoc per prevenire i sempre meno rari furti di smartphone

di Nino Grasso pubblicata il , alle 14:14 nel canale Telefonia
AppleGoogleMicrosoft
 

Le più grandi compagnie tecnologiche americane hanno stabilito un impegno più profondo nel tentativo di ridurre, se non eliminare, le possibilità di furto di smartphone e dispositivi mobile. L'iniziativa potrebbe culminare con l'introduzione di tecnologie anti-furto specifiche all'interno di smartphone a partire dall'anno prossimo.

Google Android Device Manager

Fra le società ad aver accettato la sfida vanno citate Apple, Google, HTC, Huawei, Motorola, Microsoft, Nokia e Samsung, oltre agli operatori telefonici statunitensi di maggiore importanza. Nella pratica, a partire dal luglio 2015 gli smartphone dovranno avere necessariamente funzionalità attraverso le quali poter eliminare tutti i dati di uno smartphone anche da remoto.

Sarà inoltre indispensabile un sistema con il quale rendere inoperativo un dispositivo a discrezione dell'utente. Lo stesso potrà essere riattivato solo ed esclusivamente con il permesso esplicito da parte del legittimo proprietario, in modo che i dispositivi persi o rubati potranno essere ripristinati grazie a misure che coinvolgeranno anche gli operatori telefonici.

La tematica è parecchio sentita negli Stati Uniti, anche per via di un netto aumento del numero di furti di smartphone negli ultimi anni. Apple ed Android hanno già introdotto sistemi di sicurezza simili a quelli richiesti dal "nuovo patto" su iOS ed Android, ma risulta evidente che i nuovi accordi abbiano l'obiettivo di unificare i metodi rendendo partecipi anche i carrier telefonici.

I nuovi standard, altamente richiesti dalle forze dell'ordine statunitensi ormai da mesi, sembrerebbero però poco efficaci stando alle parole di un Senatore dello Stato della California, Mark Leno, lo stesso che aveva proposto il ben più forte "kill-switch", ovvero un'opzione attraverso la quale rendere del tutto inoperativo uno smartphone in seguito al furto: "Eliminando la convenienza del crimine, elimineremo il crimine", aveva dichiarato lo stesso Leno presentando la nuova proposta.

"L'industria wireless ha oggi scelto di operare in maniera ancora non sufficiente per affrontare l'epidemia dei furti di smartphone", sono state le parole del Senatore. "Solo alcune settimane fa, le stesse società sostenevano che le scelte operate oggi fossero in realtà impraticabili e controproducenti. Mentre è incoraggiante vedere come si stiano allontanando in fretta da quella posizione, la proposta odierna fa perdere di vista il vero obiettivo finale, ovvero combattere la criminalità di strada ed i furti violenti che coinvolgono smartphone e tablet".

In sostanza, secondo Leno nel nuovo "patto" siglato dalle maggiori società tecnologiche manca un effetto deterrente sui potenziali ladri, quale potrebbe essere in realtà il "kill-switch" richiesto dal Senatore: "Invece di basarsi su progressi incrementali, l'industria dovrebbe impegnarsi a trovare una soluzione definitiva, non solamente a risolverne una parte, per proteggere i consumatori e rendere le nostre strade più sicure".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Littlesnitch16 Aprile 2014, 14:19 #1
Con iOS 7 Apple ha già fatto un enorme passo in questo senso. Di fatto se attivi la funzionalità find my phone e te lo rubano il telefono diventa di fatto un brick a meno che qualcuno non abbia la tua password iCloud.
roccia123416 Aprile 2014, 14:28 #2
Ottima l'idea di rendere completamente inutilizzabile il dispositivo rubato, rendendo molto meno convieniente/inutile il furto dello stesso.

Bisognerebbe registrare dati anagrafici dell'utente ed IMEI/seriale del dispositivo al momento dell'acquisto e inserire il tutto in una banca dati. Dopo il furto, previa denuncia, si procede al brick da remoto del telefono, rendendolo inutilizzabile.
alexdal16 Aprile 2014, 14:30 #3
Lo avevano inventato con il GSM il blocco.

Ma le compagnie telefoniche se ne sono sempre fregate per evitare noie
e forse i produttori di hardware avevano convenienza per vendere di più.

in 25 anni si poteva avere una procedura immediata e potente contro i ladri.

Appena si perde o si ha il furto la compagnia telefonica dovrebbe attivare un blocco mondiale di dell'IMEI, immediata formattazione non appena si connette alla rete cellulari e allerta alla polizia.
Pier220416 Aprile 2014, 14:34 #4
Originariamente inviato da: Littlesnitch
Con iOS 7 Apple ha già fatto un enorme passo in questo senso. Di fatto se attivi la funzionalità find my phone e te lo rubano il telefono diventa di fatto un brick a meno che qualcuno non abbia la tua password iCloud.


Esiste già qualcosa di simile su WP con relativa mappa dove ha trasmesso l'ultimo dato sulla posizione e blocco totale del telefono tramite browser nel proprio account, bloccando di fatto ogni accesso.
Ma sappiamo che non è difficile far tornare un terminale "vergine"
*tony*16 Aprile 2014, 14:44 #5
Originariamente inviato da: Pier2204
Esiste già qualcosa di simile su WP con relativa mappa dove ha trasmesso l'ultimo dato sulla posizione e blocco totale del telefono tramite browser nel proprio account, bloccando di fatto ogni accesso.
Ma sappiamo che non è difficile far tornare un terminale "vergine"


Di impossibile non c'è neanche la morte.
Detto questo, la stragrande maggioranza delle persone che si ritrovano in mano un iphone bloccato con find my phone lo possono usare solo come fermacarte...
sichulserver16 Aprile 2014, 15:02 #6
per fortuna che non ho mai avuto uno smartphone e non ne comprerò mai uno per arricchire subdole multinazionali
Littlesnitch16 Aprile 2014, 15:04 #7
Originariamente inviato da: Pier2204
Esiste già qualcosa di simile su WP con relativa mappa dove ha trasmesso l'ultimo dato sulla posizione e blocco totale del telefono tramite browser nel proprio account, bloccando di fatto ogni accesso.
Ma sappiamo che non è difficile far tornare un terminale "vergine"


Questo esisteva da iOS5 con iCloud, da iOS 7 non è più possibile far tornare il terminale vergine in nessun modo senza l'immissione della password. Quindi stiamo parlando di 2 cose ben diverse.
marck7716 Aprile 2014, 15:09 #8
Il miglior antifurto che finora abbia mai visto è Cerberus per Android: consente di effettuare numerosissime operazioni sul cellulare remoto ed è anche possibile inviargli degli SMS per comandare l'attivazione delle stesse, senza che sia necessario che la rete dati sia attiva.
Già al momento in cui si inserisce una sim diversa da quella autorizzata lui ci manda un'email o sms per avvertirci e comunicarci il nuovo numero (utile per denunciare per nome e cognome il ladro).
Mr_Paulus16 Aprile 2014, 15:30 #9
Originariamente inviato da: marck77
Il miglior antifurto che finora abbia mai visto è Cerberus per Android: consente di effettuare numerosissime operazioni sul cellulare remoto ed è anche possibile inviargli degli SMS per comandare l'attivazione delle stesse, senza che sia necessario che la rete dati sia attiva.
Già al momento in cui si inserisce una sim diversa da quella autorizzata lui ci manda un'email o sms per avvertirci e comunicarci il nuovo numero (utile per denunciare per nome e cognome il ladro).


e se uno ripristina?
Mr_Paulus16 Aprile 2014, 15:31 #10
Originariamente inviato da: Pier2204
Esiste già qualcosa di simile su WP con relativa mappa dove ha trasmesso l'ultimo dato sulla posizione e blocco totale del telefono tramite browser nel proprio account, bloccando di fatto ogni accesso.
Ma sappiamo che non è difficile far tornare un terminale "vergine"


con find my iphone se non hai email e password non puoi fare nulla perché apple non ti attiva il telefono dopo l'eventuale ripristino

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^