Fairphone 2 ufficiale: ecco la seconda generazione dello smartphone etico

Fairphone 2  ufficiale: ecco la seconda generazione dello smartphone etico

Lo smartphone completamente modulare possiede un corpo gommato con display da 5 pollici FullHD, processore Snapdragon 801 e 2GB di RAM. In preordine da oggi a poco pi di 500 euro con spedizioni a partire dal 16 dicembre.

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Telefonia
Android
 

Fairphone è noto per essere lo smartphone "equo e solidale" sia per quanto riguarda i materiali con cui è realizzato, sia per quanto concerne i diritti dei lavoratori utilizzati per assemblarlo. Un prodotto nato da una campagna di crowfounding di due anni fa e che vede oggi la messa in vendita della seconda generazione dove cambiano alcune caratteristiche soprattutto sul design.

Fairphone 2 ha la particolarità di poter essere smontato con un semplice cacciavite in tutte le sue componenti che dunque, essendo modulari, possono essere sostituite senza troppe problematiche. Chiaramente non parliamo di un progetto come quello di Google con Ara, di certo però i progettisti hanno voluto seguire in parte quella filosofia e hanno raggiunto l'obbiettivo che si era prefissati. Con Fairphone 2 l'utente, in totale libertà, potrà sostituire il pannello del display, la fotocamera, il microfono e anche il processore.

Da un punto di vista tecnico il Fairphone 2 possiede un display da 5 pollici con risoluzione Full HD e vetro Gorilla Glass 3. Al suo interno troviamo una CPU Qualcomm Snapdragon 801 accompagnata da una GPU Adreno 330 e 2 GB di RAM. La memoria interna risulta di 32 GB che possono essere ampliate con una MicroSD. Sul fronte del comparto multimediale la fotocamera posteriore risulta di 8 megapixel che permetterà video fino alla risoluzione dei canonici 1080p. Presenti poi la connettività LTE/4G, due slot SIM ed una batteria da 2420 mAh.


Una scheda tecnica che non può far gridare al miracolo ma è chiaro che l'intento dei creatori del progetto non è tanto quello di presentare uno smartphone top di gamma ma bensì quello di realizzare un dispositivo senza che vengano utilizzati materiali come la Columbite-tentalite, proveniente spesso da miniere controllate da "signori" della guerra civile nella regione del Congo o magari senza che venga assemblato da lavoratori senza alcun diritto sindacale garantito. Oltretutto la modularità dello smartphone permetterà di modificare i componenti e dunque l'utente potrà in futuro sostituire qualche parte divenuta obsoleta con CPU, fotocamere o quant'altro di nuova generazione.

Il Fairphone 2 è disponibile da oggi sul sito del produttore per il preordine al prezzo di 530 euro. Le spedizioni inizieranno dal prossimo 16 dicembre a tutti coloro che avranno creduto realmente nel progetto del suo creatore, Bas Van Abel.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mith8919 Ottobre 2016, 16:16 #1
leggendo il titolo avevo letto "failphone"... arrivato al prezzo ho confermato la mia prima lettura!
nudge19 Ottobre 2016, 16:32 #2
Beh per fare un esempio, al supermercato NaturaSì ci sono prezzo più del doppio rispetto ai prodotti analoghi dei supermercati "normali"...eppure la gente fa spesa lo stesso al NaturaSì.
Quindi se questo smartphone costa 530 euro non significa che nessuno lo comprerà, chi crede vivamente nella politica del "bene comune" lo acquisterà sicuramente.
totalblackuot7519 Ottobre 2016, 16:35 #3
Mah...non ci è riuscita Google a creare smartphone modulari....
gd350turbo19 Ottobre 2016, 16:38 #4
Pensa che fino ora pensavo che solo Apple avesse prezzi folli...
Errore
gridracedriver19 Ottobre 2016, 16:42 #5
bella iniziativa!

Originariamente inviato da: Mith89
leggendo il titolo avevo letto "failphone"... arrivato al prezzo ho confermato la mia prima lettura!


sei arrivato al prezzo ma non hai letto il contenuto evidentemente...

Originariamente inviato da: gd350turbo
Pensa che fino ora pensavo che solo Apple avesse prezzi folli...
Errore


ecchine un altro...
v1doc19 Ottobre 2016, 17:11 #6
Quindi produrre uno smartphone solidale costa il quintuplo rispetto ad uno normale?
CYRANO19 Ottobre 2016, 17:19 #7
Pecà per la batteria piccolina...



Còslmlsldlndlnlnd
Mr Resetti19 Ottobre 2016, 17:28 #8
Il lavoro di ingegnerizzazione, e conseguente semplificazione, rispetto alla prima iterazione è davvero notevole.

Sono passati dal proporre una miriade di pezzettini da mettere insieme, che solo un esperto di elettronica con i giusti strumenti avrebbe potuto cimentarsi, a soli sei componenti, tutti estremamente facili da montare.

Se questo non prende almeno un 9 - 9,5 su iFixit, non so quale altro prodotto possa farcela.

Project Ara di Google era forse troppo estremizzato per riuscire. Questo mi pare un buon compromesso.

Peccato solo per la batteria, che, visti gli ingombri interni, non ha molto spazio e quindi non è molto capiente.

Originariamente inviato da: v1doc
Quindi produrre uno smartphone solidale costa il quintuplo rispetto ad uno normale?


Beh, no, dai, quintuplo no. Ma 2x forse sì (One plus X, HTC M8, Motorola Moto X, che hanno HW simile, stanno sui 250 circa).
Doppiadi19 Ottobre 2016, 17:35 #9
Per carità progetto lodevole, ma la differenza di prezzo è troppo elevata per poter essere giustificabile. Per chi è sensibile a queste tematiche a questo punto meglio un oneplus one usato con lo stesso hardware (l'usato è la soluzione più green in assoluto..), dare 100 a qualche progetto di microfunding e ne rimangono in tasca altri 100..
Phoenix Fire19 Ottobre 2016, 17:39 #10
Originariamente inviato da: v1doc
Quindi produrre uno smartphone solidale costa il quintuplo rispetto ad uno normale?

a parte che come detto da altri è circa il doppio, cmq bisogna considerare i costi fissi che hanno e che nelle aziende più grandi sono spalmati in più tempo e su più terminali, più il costo di una produzione etica. Secondo me se ci si ragiona bene il prezzo non è eccessivo per quello che si compra

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^