Eolo è l'operatore telefonico più veloce in Italia secondo Netflix: tutti i dati aggiornati

Eolo è l'operatore telefonico più veloce in Italia secondo Netflix: tutti i dati aggiornati

Eolo ha la meglio nell'ultima graduatoria resa disponibile da Netflix, che registra un interessante aumento nella banda disponibile nel "prime time" da parte di tutti gli operatori telefonici italiani

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Telefonia
EOLOVodafoneTIM
 

Come ogni mese Netflix ha rilasciato i nuovi dati sulle velocità di connessione ad internet stimate dei vari fornitori italiani. La prima posizione rimane ad Eolo, che a partire dallo scorso luglio detta il podio ai danni di Vodafone e TIM. L'operatore con sede a Busto Arsizio si migliora anche a Dicembre 2019, con gli ultimi dati che lo vedono in test con una banda di 4,39Mbps in miglioramento rispetto ai 4,22Mbps del mese precedente. In seconda posizione Vodafone TeleTu, con 4,32Mbps, e in terza posizione TIM, con 4,30Mbps. Vodafone Italy lascia il podio nonostante sia passata da 4,12Mbps a 4,25Mbps.

Ma come mai i valori dello Speed Index di Netflix sono così bassi? Se da una parte è vero che le reti fisse italiane non sono proprio il massimo, dall'altra riescono a fare molto più di così. I numeri di Netflix non indicano le performance medie o massime della connessione ad internet, ma solo la velocità media dei trasferimenti avvenuti nel servizio durante lo stream in prima serata, che è anche quello di massima congestione delle reti. L'algoritmo del servizio gestisce dinamicamente la velocità di download dei dati e contestualmente stabilisce qualità e risoluzione dello stream.

È quindi difficile valutare i numeri offerti in maniera oggettiva, visto che dipendono parecchio anche dalla qualità e dalla risoluzione che ogni utente sceglie in fase di sottoscrizione dell'abbonamento. In linea di massima potremmo dire che a valori più elevati il tempo di buffering dovrebbe essere inferiore, soprattutto a parità di risoluzione. Netflix spiega così la metodologia applicata nei test:

"L'Indice Netflix di velocità degli ISP misura il bitrate medio durante il "prime time" per i contenuti di Netflix resi disponibili in streaming agli abbonati in un determinato mese. Calcoliamo il bitrate medio in megabit al secondo (Mbps) dei contenuti di Netflix visti in streaming dagli abbonati Netflix per ciascun ISP durante il "prime time". Misuriamo la velocità tramite tutti i dispositivi disponibili agli utenti. Per un numero limitato di dispositivi non possiamo calcolare i bitrate esatti e lo streaming tramite reti mobili è escluso dai nostri rilevamenti. La velocità riportata nell'Indice Netflix di velocità degli ISP non rappresenta una misura del throughput massimo o della massima capacità di un ISP."

Calcolare la qualità di un provider attraverso la capacità di rispondere alle esigenze di un servizio in streaming come Netflix ha più senso di quello che si può pensare. In questo modo si possono valutare eventuali tentativi di strozzature della connessione da parte dell'ISP con uno dei servizi più utilizzati, ed in più la visione di contenuti in streaming sta divenendo via via sempre più diffusa. Netflix è fra i migliori banchi di prova che abbiamo per valutare le caratteristiche di una connessione ad internet, anche se non ci dice quanto sia capace la rete del fornitore in via assoluta.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6916 Gennaio 2020, 18:48 #1
E' proprio vero: "there are lies, damn lies and statistics".
totalblackuot7516 Gennaio 2020, 19:06 #2
come puo' essere che una connessione wireless vada piu' veloce di una fibra??
ToysLand16 Gennaio 2020, 19:09 #3
Io per l'esperienza che ho avuto non sono d'accordo, mio padre ha eolo ed è sempre ballerina come connessione, io ho la 100mb ftth ed è tutt'altra cosa.. ma forse nella mia zona eolo non è il top..
redevildark16 Gennaio 2020, 19:17 #4
Originariamente inviato da: totalblackuot75
come puo' essere che una connessione wireless vada piu' veloce di una fibra??


Semplicemente non può essere xD Attenzione a leggere il netflix index per quello che è...
Semplicemente fa una media della banda dei flussi in streaming degli utenti.

Se hai una linea da 1Gbps e la usi per guardare Netflix in full HD sempre 4Mb userai e non di più.

Paradossalmente se ci fosse un operatore ideale con solo linea fibra 1Gbps piene e gli utenti avessero tutti dispositivi fullHD il valore riportato da Netflix sarebbe sempre 4mb e qualcosa.
Quello che questa classifica ci fa capire è che in Italia come anche nel resto del mondo,è che di fatto la media dei flussi di streaming è in 1080p. Non dice praticamente niente sulla qualità di un operatore. (Senza nulla togliere a Eolo)

Eolo da un certo punto di vista si potrebbe definire avvantaggiato in quanto le linee vanno più o meno tutte allo stesso modo e hanno meno clienti di un Tim e compagnia, che invece per tematiche di copertura sono praticamente costretti a offrire una copertura totale del territorio con linee anche molto molto scadenti in alcuni casi che abbassano fortemente la media.
Axios200616 Gennaio 2020, 19:33 #5
Chiedo scusa, ma non capisco il fine dell'articolo...

Si mostra la velocità di streaming di un singolo servizio con i vari provider.

E quindi quale differenza c'è tra un 3,40 e un 4,21? 10 secondi di buffering in in film di 100 minuti?

E questo dovrebbe aiutare a scegliere un internet provider piuttosto che un altro?

Alla prossima automobile che compro il parametro discriminante sarà come si riflette il sole sulla carrozzeria in via dei Tigli al numero 5. Al diavolo qualsiasi altra informazione.
cronos199017 Gennaio 2020, 08:13 #6
Mi piace perchè avete visto tutti la tabella ma nessuno si è soffermato a leggere l'articolo
I numeri di Netflix non indicano le performance medie o massime della connessione ad internet, ma solo la velocità media dei trasferimenti avvenuti nel servizio durante lo stream in prima serata, che è anche quello di massima congestione delle reti. L'algoritmo del servizio gestisce dinamicamente la velocità di download dei dati e contestualmente stabilisce qualità e risoluzione dello stream.

[...]

La velocità riportata nell'Indice Netflix di velocità degli ISP non rappresenta una misura del throughput massimo o della massima capacità di un ISP."
Tradotto: questi dati non servono a nulla, e soprattutto non servono a definire quale operatore internet è più prestante di un altro.
oxidized17 Gennaio 2020, 08:59 #7
Originariamente inviato da: cronos1990
Mi piace perchè avete visto tutti la tabella ma nessuno si è soffermato a leggere l'articolo
Tradotto: questi dati non servono a nulla, e soprattutto non servono a definire quale operatore internet è più prestante di un altro.


Certo che se il titolo fosse più attinente e meno clickbait...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^