È colpa di Apple se Nexus 6 non ha un sensore per la scansione delle impronte

È colpa di Apple se Nexus 6 non ha un sensore per la scansione delle impronte

L'acquisizione di Authentec da parte del gigante di Cupertino ha costretto Motorola a rivedere i piani sull'implementazione delle funzionalità di scansione biometrica

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Telefonia
MotorolaNexus
 

Motorola è una fra le pioniere della scansione delle impronte digitali su smartphone. Il produttore americano aveva infatti annunciato Atrix 4G nel 2011 con un sensore di Authentec. Si tratta di una società acquisita da Apple nel 2012 per 356 milioni di dollari, operazione che ha portato all'integrazione di TouchID qualche anno dopo su iPhone 5S, ma anche all'eliminazione della funzionalità su Nexus 6.

Nexus 6

Stando ad una nuova intervista del Daily Telegraph a Dennis Woodside, ex-CEO di Motorola, la caratteristica sarebbe dovuta apparire anche sul più recente Pure Google ed è stata proprio l'acquisizione di Apple che ha bloccato gli intenti della società. Secondo Woodside, Authentec era il migliore fornitore per questo tipo di sensori, con i concorrenti che fornivano allora tecnologie parecchio più arretrate e meno affidabili.

Privata delle forniture di Authentec, Motorola ha deciso di non implementare tecnologie di scansione biometrica meno raffinate sui propri dispositivi di fascia alta. Una scelta difficile ma saggia, dal momento che le alternative ancora oggi non offrono la stessa esperienza d'uso fluida dei prodotti di Authentec, per una funzionalità che, se implementata male, dà più problemi rispetto ai vantaggi che offre.

Anche ArsTechnica in passato aveva riportato le intenzioni di Motorola di integrare un sensore per la scansione delle impronte digitali sul retro di Nexus 6. La funzione era apparsa anche sulle righe del codice AOSP di Android, per poi venire rimossa in un secondo momento. Ad aver giocato un ruolo importante in questa scelta, pertanto, troviamo Apple che ha strappato Authentec ai produttori concorrenti, privando questi ultimi dell'interessante opzione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7728 Gennaio 2015, 14:10 #1
Grazie Apple!
riaw28 Gennaio 2015, 14:20 #2
Complimenti ad hwupgrade per essere arrivata come sempre con qualche giorno di ritardo sulle news che gli altri siti hanno già dato.
^Alex^28 Gennaio 2015, 14:20 #3
Bhè sono arrivati prima loro ad acquisire questa società e ora raccolgono i frutti.
A Cupertino non sono certo nuovi a questo tipo di giochetti.
Qualche anno fa hanno investito 300 milioni di dollari per depositare insieme alla liquid metal un brevetto per la produzione di chassis e componenti con questo materiale che è duro e resistente ai graffi.
Anche qui sono arrivati prima, probabilmente in futuro trarranno beneficio da questo accordo e gli altri staranno a guardare.
Furbi loro e fessi gli altri...

Originariamente inviato da: riaw
Complimenti ad hwupgrade per essere arrivata come sempre con qualche giorno di ritardo sulle news che gli altri siti hanno già dato.


??
Non sapevo ci fosse un premio Web su chi posta prima le notizie!
gordon8828 Gennaio 2015, 14:24 #4
beh in questo caso: coglioni chi non se l'è acquistato. Mi sorge un dubbio. Ma allora quell'id che c'è sui Samsung?
Crystal198828 Gennaio 2015, 14:36 #5
La domanda per la quale mi piacerebbe avere risposta in realtà è: Apple non vuole fornire prodotti alla concorrenza diretta o li propone a prezzi folli per la concorrenza diretta oppure sono i concorrenti che non vogliono avere prodotti Apple? Perché nel secondo caso sono stupidi.. nel primo caso invece è eticamente brutto, anche se legale.
RaZoR9328 Gennaio 2015, 14:43 #6
Originariamente inviato da: Crystal1988
La domanda per la quale mi piacerebbe avere risposta in realtà è: Apple non vuole fornire prodotti alla concorrenza diretta o li propone a prezzi folli per la concorrenza diretta oppure sono i concorrenti che non vogliono avere prodotti Apple? Perché nel secondo caso sono stupidi.. nel primo caso invece è eticamente brutto, anche se legale.
Apple non vende componenti alla concorrenza.
]Rik`[28 Gennaio 2015, 14:43 #7
ottima la mossa di apple di acquisire la ditta e sottrarre la tecnologia alle concorrenti, saggia la scelta di motorola: meglio non mettere una feature che infilarci una schifezza come quella di samsung...
Atom7328 Gennaio 2015, 14:46 #8
non è che non l'ho comprato perchè costa 650/700 euro, e nemmeno perchè è una pedella e ci vuole uno zainetto per portarselo dietro, io non l'ho comprato perchè non ha il sensore per le impronte!
joethefox28 Gennaio 2015, 14:48 #9
Originariamente inviato da: Crystal1988
La domanda per la quale mi piacerebbe avere risposta in realtà è: Apple non vuole fornire prodotti alla concorrenza diretta o li propone a prezzi folli per la concorrenza diretta oppure sono i concorrenti che non vogliono avere prodotti Apple? Perché nel secondo caso sono stupidi.. nel primo caso invece è eticamente brutto, anche se legale.


La mia esperienza mi suggerisce che di fronte ai soldi l'etica passa in secondo piano quindi, a meno di notizie specifiche in merito, io propenderei per l'ipotesi che i concorrenti non vogliono avere prodotti Apple.
Crystal198828 Gennaio 2015, 14:54 #10
Originariamente inviato da: RaZoR93
Apple non vende componenti alla concorrenza.


Certo, ma prima del 2012 non era un'azienda di sua proprietà e la Authentec vendeva i propri prodotti a svariati produttori di PC (ad esempio Sony con i Vaio Z). Il fatto che dopo l'acquisto la decisione sia di riversare la produzione solo all'interno (e non un vero ritiro dal mercato), non è affatto carino. Un conto è ammazzare la concorrenza proponendo tecnologie sviluppate all'interno con tanto di R&D, un altro conto è acquistare aziende per avere dei vantaggi ma senza eliminarle dal mercato, un altro conto ancora è acquistarle per tenerle per sé (mentre prima vendevano sul mercato). Sono tutte forme legali eh (tranne quando si parla di FRAND), ma eticamente l'ultima mi sembra alquanto brutta. E Apple lo fa spesso, ed è uno dei motivi per cui non è neppure fra le prime 20 aziende al mondo in quanto a spese di R&D (e non parlo in percentuale sul fatturato, che sarebbe ancora peggio). Detto ciò, agisce nei limiti di legge. Poi uno può condividere o meno.

PS. contando che nel 2011 invece stava lavorando pesantemente ai pagamenti NFC in ambito android ... non iOS ma proprio Android, a me sembra abbastanza chiaro il piano di Apple, e a sto punto, dubito fortemente che siano i produttori il problema.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^