Doloroso quarto trimestre per Samsung, calano gli utili per la prima volta in tre anni

Doloroso quarto trimestre per Samsung, calano gli utili per la prima volta in tre anni

Come ampiamente previsto, Samsung fa segnare un trimestre in negativo con calo di utili e fatturato per la prima volta in tre anni. A trascinare verso il basso è il comparto mobile e a poco servono le ottime prestazioni della divisione memorie

di pubblicata il , alle 10:31 nel canale Telefonia
Samsung
 

Anche Samsung pubblica i risultati del proprio trimestre, il quarto dell'anno fiscale 2014, che purtroppo non porta buone nuove per il colosso coreano. L'azienda registra, per il trimestre in esame, un fatturato di 52,73 mila miliardi di won coreani (48,19 miliardi di dollari - per semplicità indicheremo di seguito sempre valori in dollari), in calo del 11% rispetto ai 54,18 miliardi di dollari dello stesso trimestre di un anno fa.

L'utile netto è di 4,88 miliardi di dollari, in calo anch'esso del 27% rispetto ai 6,67 miliardi di dollari del quarto trimestre 2013. Del resto l'azienda aveva già anticipato nelle scorse settimane un risultato su questa linea, come avevamo avuto modo di illustrare in questa notizia.

Se la compagnia regge bene il colpo sul lato consumer, con un fatturato di 13,04 miliardi di dollari pari a quello registrato nello stesso trimestre di un anno fa, è sul versante mobile che si registra la debacle più consistente con un calo del 23% che fa contrarre il fatturato dai 29,76 miliardi di dollari del quarto trimestre 2013 ai 22,86 miliardi di dollari del quarto trimestre del 2014. Ad essere ancora più grave è il calo degli utili sul fronte mobile, che passano dai 5 miliardi di dollari del quarto trimestre 2013 agli 1,8 miliardi di dollari del quarto trimestre 2014.

A nulla servono le buone prestazioni del comparto semiconduttori, se non a contenere i danni, specie con la divisione memorie che cresce del 36% passando dai 5,9 miliardi di dollari di fatturato dell'ultimo trimestre 2013 ai 7,47 miliardi di dollari del trimestre in esame.

Un quadro più completo della situazione della divisione mobile si potrebbe avere se Samsung rivelasse non solo i dati di fatturato e utili ma anche quelli relativi ai volumi di vendita. Purtroppo questi dati non sono divlugati dall'azienda ed è necessario ricorrere alle stime di analisti per poter avere un'idea. Se prendiamo, ad esempio, le analisi di Strategy Analytics, l'azienda coreana avrebbe commercializzato circa 74,5 milioni di smartphone nel quarto trimestre rispetto agli 86 milioni dello stesso trimestre del 2013.

Per quanto riguarda i risultati dell'intero 2014, Samsung registra un fatturato di 188,4 miliardi di dollari, in calo del 10% rispetto all'anno precedente. A trascinare maggiormente verso il basso è ancora una volta il comparto mobile che perde il 21% passando dai 123,7 miliardi di dollari del 2013 ai 98,17 miliardi di dollari del 2014. Sempre in gran spolvero le memorie, l'unica categoria a far segnare un positivo: il fatturato passa infatti dai 21,67 miliardi di dollari del 2013 al 26,80 miliardi di dollari dell'anno da poco concluso.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

103 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emish8929 Gennaio 2015, 10:33 #1
sarà la prima volta ma mi sembra di aver già letto una notizia simile altre volte su questo sito
gd350turbo29 Gennaio 2015, 10:53 #2
E non sarà l'ultima !
^Alex^29 Gennaio 2015, 10:53 #3
Ahi ahi ahi.
Temo che i cinesi con i loro cloni prenderanno presto il posto di Samsung...
FireFox15229 Gennaio 2015, 10:57 #4
Ricordo anch'io qualcosa di simile, ma non ne sono sicuro... comunque non ci si può permettere di adagiarsi specialmente in un mercato in continuo divenire che è quello dell'elettronica di consumo. Con gli smartphone Samsung da un po' di tempo sta toppando e con prezzi esorbitanti per di più. Visto che manca (essendo il Nexus 5 fuori produzione) uno smartphone di prestazioni considerevoli in una fascia di prezzo più o meno accessibile a tutti, se andasse a mettere un ipotetico S6 Mini (immagino che l'S6 normale sia come l'iPhone 6Plus, una specie di phablet, ma posso sbagliarmi) in questa fascia garantendo aggiornamenti e un buon supporto (visto che Samsung discrimina un po' troppo le versioni inferiori dei top di gamma, io ho risolto con Cyanogen) potrebbe fare il colpaccio. Vedremo.
Mr_Paulus29 Gennaio 2015, 11:06 #5
samsung è finita in una brutta combinazione tra competitor cinese in rapidissima ascesa che le sta mangiando quote (specie in cina) + l'adagiarsi sugli allori forte delle quote di mercato + evidente insoddisfazione di parte della clientela (link) (e aggiungo software scritto con i piedi, ma questo è un mio personalissimo commento).

detto sinceramente non ne sentirei minimamente la mancanza se sparisse dal mercato degli smartphone sostituita da huawei, ma per amore di concorrenza e per il bene dei consumatori spero che si diano una svegliata e ritornino a fare prodotti al top (alla fin fine dove hanno l'eccellenza sono i note, per il resto la concorrenza android mi pare offra di meglio a tutte le fasce di prezzo).
roccia123429 Gennaio 2015, 11:41 #6
C'è anche da dire che, a meno di pippe da benchmark, tra un telefono di una generazione e quello della successiva non ci sono più tutte 'ste differenze percepibili dall'utente, vuoi per la maturazione del sistema operativo, vuoi per la potenza sovrabbondante, ecc ecc.

Quindi se, prima magari il passaggio S1 -> S3 portava (e porterebbe tutt'ora) notevoli differenze... Passare ora da S4 a S6 sarebbe più uno sfizio fine a se stesso.
Microfrost29 Gennaio 2015, 11:56 #7
Originariamente inviato da: roccia1234
C'è anche da dire che, a meno di pippe da benchmark, tra un telefono di una generazione e quello della successiva non ci sono più tutte 'ste differenze percepibili dall'utente, vuoi per la maturazione del sistema operativo, vuoi per la potenza sovrabbondante, ecc ecc.

Quindi se, prima magari il passaggio S1 -> S3 portava (e porterebbe tutt'ora) notevoli differenze... Passare ora da S4 a S6 sarebbe più uno sfizio fine a se stesso.


se fosse questo il motivo non ci sarebbe l'ascesa galoppante di competito come huawei e xiaomi
Darkon29 Gennaio 2015, 12:00 #8
Francamente hanno scoperto l'acqua calda. Negli ambienti se ne parla da mesi e il punto del contendere era solo quanto sarebbe calata.

Il punto è che il mercato del settore mobile sta diventando stagnante per tutti e a fronte di Samsung che cede utile e dei cinesi che guadagnano per la politica aggressiva ci sono tutti gli altri produttori android (google a parte) che scavano sempre più a fondo.

Inoltre il problema è trasversale. Anche windows phone stenta... perché? Non c'entrano niente prestazioni o appeal semplicemente il grande mercato non sente più quella grande necessità di aggiornamento che si è avuta negli anni precedenti.

Rimane eccezione alla regola solo apple che in virtù del prodotto particolare va a incidere su una fascia di acquirenti che non hanno alcun interesse per così dire tecnico/informatico ma che nella stragrande maggioranza dei casi sono interessati all'oggetto come status symbol e/o accessorio di moda.

In ogni caso almeno per quanto riguarda Samsung c'è da sottolineare che questo calo non significa che è vicina al pareggio o peggio in perdita... Samsung continua a essere in utile a livelli che qualsiasi altro produttore venderebbe l'anima anche solo per avere un decimo di quell'utile.

se fosse questo il motivo non ci sarebbe l'ascesa galoppante di competito come huawei e xiaomi


Ascesa che è significativa quasi solo nel mercato Cinese... e oserei dire per ovvi motivi.
gd350turbo29 Gennaio 2015, 12:07 #9
I cinesi, piano piano, stanno conquistando il mondo...
E non solo dei cellulari.

Microfrost29 Gennaio 2015, 12:11 #10
"Le vendite di Huawei nel corso dell’ultimo anno sono cresciute del 123% nei cinque mercati europei più importanti (Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna e Italia) al punto che ora l’azienda cinese detiene il 3% del mercato, con punte del 5% in Germania e Spagna."

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^