Decisioni Agcom: per gli operatori concorrenti è un ritorno al monopolio Telecom

Decisioni Agcom: per gli operatori concorrenti è un ritorno al monopolio Telecom

L'aumento dei prezzi di unbundling votato dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni è secondo gli operatori un passo verso il ritorno del monopolio di Telecom Italia

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 09:27 nel canale Telefonia
 

La Commissione per le infrastrutture e le reti dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ha messo ai voti le due offerte di Telecom Italia per la modifica dei prezzi dei servizi di unbundling e di bitstream, con esito positivo. Nel dettaglio si tratta del prezzo all'ingrosso che Telecom, proprietario delle infrastrutture di rete, fa pagare agli altri operatori per l'affitto delle proprie linee.

A renderlo noto è un comunicato dell'Agcom che, nella nota, precisa come l'offerta riguardante l'unbundling sia stata approvata con una riduzione dei prezzi originariamente proposti da Telecom Italia. Particolari i termini di decorrenza della decisione, fissati in maniera retroattiva al primo gennaio 2009. Ad esempio, il canone di noleggio della linea telefonica è stato incrementato di 0,85 euro arrivando alla cifra totale di 8,48 euro al mese; Telecom aveva chiesto un incremento di 1,75 euro/mese.

La decisione trova nettamente contrari gli operatori concorrenti di Telecom Italia, che hanno espresso la propria posizione in un comunicato stampa congiunto. Fastweb, Vodafone, Tele2, Wind e BT hanno dichiarato che "L’incremento dei costi deciso rende non più conveniente il ricorso all’unbundling ed interrompe quindi i programmi di investimento degli operatori alternativi nelle aree del Paese ad oggi ancora non coperte direttamente" e ancora che "l’aumento del canone di ULL, comporta un prospettico e forte arretramento del livello della concorrenza, innalza indebitamente i costi degli operatori concorrenti di Telecom Italia favorendo la creazione di ingiustificati margini di profitto per l’operatore ex-monopolista, disincentiva gli investimenti nella rete di nuova generazione da parte della stessa Telecom Italia e riduce significativamente le risorse a disposizione degli operatori alternativi per investimenti nella rete".

Gli operatori si scagliano inoltre contro la retroattività del provvedimento che impedisce per il periodo pregresso di "ripetere sui propri prezzi retail l’incremento subito". Staremo a vedere come proseguirà la vicenda, nella speranza che la confusione non si traduca in un peggioramento delle opportunità per gli utenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jpjcssource25 Marzo 2009, 09:37 #1
Prima l'aumento del canone, poi l'aumento delle tariffe per concedere la rete in sfruttamento ai concorrenti ed allo stesso tempo, gli investimenti di Telecom nel potenziamento dell'infrastruttura non aumentano, nonostante i suoi maggiori ricavi.

VERGOGNA.......
Sig. Stroboscopico25 Marzo 2009, 09:38 #2
Boh... a cosa adducono l'aumento di canone?
I nuovi investimenti della rete li deve pagare lo Stato perchè loro non hanno i soldi e la voglia di farli.
Per me i soldi che pescano da questi aumenti se li vanno a mettere in tasca i soliti e qualche briciola agli azionisti per far aumentare il rating delle azioni telecom... e quindi per altri 5 anni zero upgrade di linea.

PS: Continuo ad avere un contratto da 7 mega, connessione effettiva a 0,6 mega... mortacci tua telecom!

-__-
Sig. Stroboscopico25 Marzo 2009, 09:40 #3
X la Redazione di HWUpgrade:

sarebbe bello, usando le Vostre Conoscenze e i Vostri Poteri e Altro, fare il punto su queste benedette reti Wimax che per un anno a chiacchiere dovevano rivoluzionare a Breve il mercato italiano?

Grazie!

Ciao!
Lino P25 Marzo 2009, 09:43 #4
Originariamente inviato da: Sig. Stroboscopico
Boh... a cosa adducono l'aumento di canone?
I nuovi investimenti della rete li deve pagare lo Stato perchè loro non hanno i soldi e la voglia di farli.
Per me i soldi che pescano da questi aumenti se li vanno a mettere in tasca i soliti e qualche briciola agli azionisti per far aumentare il rating delle azioni telecom... e quindi per altri 5 anni zero upgrade di linea.

PS: Continuo ad avere un contratto da 7 mega, connessione effettiva a 0,6 mega... mortacci tua telecom!

-__-


a cosa adducono l'aumento di canone?
All'ADSL che non mi hanno mai portato...
Che muoiano sotto un tir stanotte stessa...
ulk25 Marzo 2009, 09:53 #5
Originariamente inviato da: Sig. Stroboscopico
X la Redazione di HWUpgrade:

sarebbe bello, usando le Vostre Conoscenze e i Vostri Poteri e Altro, fare il punto su queste benedette reti Wimax che per un anno a chiacchiere dovevano rivoluzionare a Breve il mercato italiano?

Grazie!

Ciao!


Il punto è molto semplice, le società per acquistare le licenze si sono indebitate e hanno iniziato a coprire le città.. chi è coperto da ADSL giustamente gli sfancula.
Lino P25 Marzo 2009, 09:55 #6
Originariamente inviato da: ulk
Il punto è molto semplice, le società per acquistare le licenze si sono indebitate e hanno iniziato a coprire le città.. chi è coperto da ADSL giustamente gli sfancula.


ulk credi che stiano coprendo dove non occorre?
ulk25 Marzo 2009, 09:56 #7
Originariamente inviato da: jpjcssource
Prima l'aumento del canone, poi l'aumento delle tariffe per concedere la rete in sfruttamento ai concorrenti ed allo stesso tempo, gli investimenti di Telecom nel potenziamento dell'infrastruttura non aumentano, nonostante i suoi maggiori ricavi.

VERGOGNA.......


Ringrazia Colaninno, Trochetti & C. la società è piena di debiti, se il governo non investe in prima persona la cablatura a fibre ottiche arriverà molto tardi.
Davis525 Marzo 2009, 09:56 #8
tutto sto casino per 85 centesimi di euro? chiedono tutti chi 20 chi 30 euro al mese... con 85 centesimi cosa gli cambia?
ulk25 Marzo 2009, 09:57 #9
Originariamente inviato da: Lino P
ulk credi che stiano coprendo dove non occorre?


Coprono dove gli conviene e sta pue certo che "Borgotrecase" e simila non sono in cima alle loro priorità, devono rientrare dagli investimenti.
Pikazul25 Marzo 2009, 09:59 #10
Originariamente inviato da: Sig. Stroboscopico
X la Redazione di HWUpgrade:

sarebbe bello, usando le Vostre Conoscenze e i Vostri Poteri e Altro, fare il punto su queste benedette reti Wimax che per un anno a chiacchiere dovevano rivoluzionare a Breve il mercato italiano?

Grazie!

Ciao!


Pare che le società che hanno acquistato le licenze sarebbero più che felici di farti pagare la loro banda a peso d'oro per rientrare nelle spese, ma i servizi segreti italiani pretendono che le comunicazioni wireless siano al 100% intercettabili, e questo è molto difficile da realizzare con il wi-fi, ergo l'unfrastruttura cresce molto a rilento.
Se riesco a ritrovare la fonte di questa notizia posto il link

EDIT: Avevo sottovalutato l'efficienza della ricerca di Chrome, ecco il link nel giro di 30 secondi:
http://crisis.blogosfere.it/2008/12...cco-perche.html

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^