CyanogenMod Installer rimosso da Google Play Store

CyanogenMod Installer rimosso da Google Play Store

CyanogenMod Installer è stato rimosso dal Google Play Store sotto richiesta esplicita da parte della società di Mountain View

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Telefonia
Google
 

CyanogenMod Installer, un tool che permette di semplificare l'installazione della popolare ROM non ufficiale su una serie di dispositivi Android compatibili, è stato rimosso da Google Play Store sotto esplicita richiesta della società di Mountain View.

CyanogenMod Installer CyanogenMod Installer

Cyanogen Inc. diventa una realtà commerciale a tutti gli effetti nella seconda metà del mese di settembre, in seguito all'investimento di 7 milioni di dollari da parte di Kirt McMaster. Fra gli obiettivi della società, formata da alcuni nomi storici alla base di una delle ROM più diffuse per Android, c'era quello rendere CyanogenMod il terzo ecosistema mobile su scala globale.

Per adempiere all'obiettivo non solo è stata pensata la produzione di un dispositivo specifico dotato ufficialmente della ROM come personalizzazione stock di Android, ma anche lo sviluppo di un tool che rendesse il più semplice possibile l'installazione della CyanogenMod su tutti i dispositivi compatibili, in modo da ampliare la possibilità di adozione della stessa a tipologie d'utenza meno smaliziate.

CyanogenMod Installer era stato rilasciato su Google Play Store poche settimane fa, ma ha avuto vita breve. Nelle scorse ore è stato rimosso dalla stessa società di Mountain View perché violava alcune delle complesse regolamentazioni alla base dello store virtuale di Android. Di seguito riportiamo il comunicato di Cyanogen Inc., pubblicato sul blog della società.

Siamo stati contattati dal team di supporto di Google Play, che ci ha avvisato che CyanogenMod Installer viola i termini per gli sviluppatori di Google Play.

Ci hanno consigliato di rimuovere l'applicazione, o sarebbero stati costretti a forzare la rimozione per vie amministrative. Abbiamo rispettato le loro richieste in attesa di trovare una soluzione migliore.

Per chi non conosce l'applicazione, questa ha una sola funzione: guidare gli utenti ad abilitare le impostazioni ADB, uno strumento di sviluppo e debug integrato su Android, e guidare l'utente nell'installazione tramite desktop. L'applicazione su desktop poi esegue l'installazione della CyanogenMod sul proprio dispositivo Android.

Dopo aver contattato il team di Google Play, il loro responso è stato che anche se l'applicazione è in sé innocua, in realtà viola i Termini di Servizio dello store, perché "incoraggia gli utenti a invalidare la garanzia del proprio terminale", e non sarebbe stata permessa la permanenza sullo store.

Un aggiornamento nel blog ha poi informato che l'applicazione non è stata rimossa per violazioni esplicite dei Termini di Servizio, ma per altri motivi non meglio specificati. Si tratta di una prima parziale sconfitta per il team alla base di CyanogenMod, dal momento che la mancanza dell'applicazione sul Google Play Store potrebbe impedire a parte dell'utenza l'installazione della ROM.

CyanogenMod Installer si può comunque scaricare anche per vie alternative, dal momento che Android non inibisce l'installazione di applicazioni da fonti esterne allo store proprietario. In seguito alle nuove notizie di oggi, sono stati resi pubblici i sorgenti dell'Installer.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7729 Novembre 2013, 09:14 #1
io sarei tentato di mettere la cyanogen o qualche altra rom per cambire un po' faccia allo smartphone.. ma purtroppo ho uno dei GS2 con il baco sulla flash interna.. ho paura che se mi metto a smanettarci vada in brick irreversibile.. quindi rom ufficiali e basta.
frankie29 Novembre 2013, 09:58 #2
Guarda sui forum (xda, androidiani) e vedi se chi ha il baco ha problemi. Baco? Non era il file system del GS1 ad avere problemi?
Marko#8829 Novembre 2013, 10:49 #3
Mossa un po' Appleiana imho...
calabar29 Novembre 2013, 10:53 #4
A questo punto faranno una nuova versione dell'applicazione che semplicemente si occupa di scaricare l'apk e darla in pasto al gestore di pacchetti.
La cosa si complica leggermente ma non dovrebbe violare nulla, dato che queste sono funzionalità che qualsiasi browser può fornire (in questo caso semplicemente si avrebbe una sorta di browser scarnissimo con l'indirizzo della pagina preimpostato che fa solo quello).
san80d29 Novembre 2013, 11:07 #5
io ero già rimasto stupito che glielo avessero fatto mettere
dtreert29 Novembre 2013, 11:10 #6
apparte che chi lo vuole fare... sa benissimo dove deve andare a prenderlo... Questo di fatto evita che uno che non installi qualcosa che invalida la garanzia... La mia ragazza, che non legge ciò che installa potrebbe non rendersi conto che l'installazione è una procedura delicata (e magari fa qualche cappellata tipo riavviare,spegnere,annullare o altro "nel mentre"
san80d29 Novembre 2013, 11:12 #7
Originariamente inviato da: dtreert
apparte che chi lo vuole fare... sa benissimo dove deve andare a prenderlo...


assolutamente
masand29 Novembre 2013, 12:13 #8
Originariamente inviato da: san80d
io ero già rimasto stupito che glielo avessero fatto mettere


E perché? In fin dei conti ci sono varie applicazioni che richiedono il root per poter essere usate al 100%.

Per esempio tutte le applicazioni SUPERSU oppure Titanium Backup e queste sono quelle che mi vengono a mente...
dtreert29 Novembre 2013, 12:23 #9
Da quel che sapevo il root non invalida la garanzia
san80d29 Novembre 2013, 12:27 #10
Originariamente inviato da: dtreert
Da quel che sapevo il root non invalida la garanzia


penso di si invece

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^