Cyanogen in cerca dell'indipendenza: 'Ecco come strapperemo Android a Google'

Cyanogen in cerca dell'indipendenza: 'Ecco come strapperemo Android a Google'

Nei piani della società anche la realizzazione di uno store alternativo a Google Play. Cyanogen Inc. vuole diventare indipendente da Big G

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Telefonia
AndroidGoogle
 

Android è un sistema aperto che consente agli sviluppatori di utilizzare una piattaforma collaudata e a basso costo, modificandola a proprio piacere. Per quanto aperto, tuttavia, è indubbio che Google eserciti una certa influenza nello sviluppo del codice, con rilasci sistematici di aggiornamenti ai quali gli OEM e gli sviluppatori devono sottostare. Fra questi anche Cyanogen che, divenuta società commerciale da parecchi mesi, vuole svincolarsi dalla dipendenza da Big G.

"Stiamo cercando di portar via Android da Google", ha dichiarato all'evento Next Phase of Android il CEO di Cyanogen, Kirt McMaster. Non è la prima aggressiva escursione sul tema da parte del dirigente. Questi ha di recente lanciato altre frecciatine sui "controlli tirannici" di Google e "sull'incapacità di Samsung di sviluppare un sistema operativo proprio". L'obiettivo del CEO è quello di scorporare del tutto la sua CyanogenMod dall'influenza di Google e dai limiti imposti da quest'ultima.

CyanogenMod è stata - ed è tuttora - una fra le più celebri e affidabili ROM non ufficiali per dispositivi Android. È divenuta popolare perché consegnava su molti dispositivi personalizzati una versione il più possibile simile alla stock rilasciata da Google, ricreandone la leggerezza ma aggiungendo al tempo stesso numerose funzionalità. CyanogenMod è cresciuta parecchio nel corso del tempo, ed ora è preinstallata ufficialmente su alcuni dispositivi, fra cui alcune versioni di OnePlus One.

"Ad oggi, Cyanogen dipende in buona parte da Google. Ma un domani non sarà così. Fra tre o cinque anni da adesso non ci baseremo più su un derivato del software di Google". In sostanza, McMaster crede che Google impedisca agli sviluppatori di terze parti di interagire pienamente con la piattaforma in uso e vuole dare loro l'opportunità di spingersi sin nelle profondità del sistema. Cyanogen svilupperà entro cinque anni una versione di Android pienamente aperta, in cui gli sviluppatori potranno integrare i propri servizi proprio come se fossero nativi.

"Stiamo sviluppando una versione di Android che sia più aperta in modo tale che i servizi di terze parti siano servizi di primo livello", ha precisato McMaster. "Così che le start-up che lavorano su intelligenze artificiali o altri temi non siano costrette a lanciare una stupida piccola applicazione che inevitabilmente verrà poi acquisita da Google o Apple. Queste compagnie potranno invece prosperare sul nostro Android non-Google". L'esempio compiuto da McMaster è di Google Now sulla piattaforma del robottino verde.

Nessuno sviluppatore, allo stato attuale, potrebbe essere in grado di sviluppare un'app così integrata nel sistema operativo e quello che vuole realizzare Cyanogen è una versione di Android che lo permetta. Questo non si traduce con l'abbandono della piattaforma di Google da parte di uno dei nomi più saldi di tutto l'ecosistema, ma della creazione di una versione forked priva dei servizi nativi e proprietari di Mountain View, una versione estremamente "più libera" in cui saranno gli stessi sviluppatori ad integrarne le novità all'interno di store virtuali alternativi al Google Play.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
htpci27 Gennaio 2015, 09:19 #1
certo che non si capisce una cippa, ma a parlare sono i membri che fanno parte del team che sviluppa la rom su oneplus one o quelli che ne sono rimasti fuori??? poi gli faccio i miei auguri per l'avventura che vogliono intraprendere, se ce la fanno buon per loro, ma ho i miei dubbi.
bobafetthotmail27 Gennaio 2015, 09:37 #2
Cyanogen è una azienda ora. E quelli che sviluppano la rom per Oneplus non sono quelli che parlano qui visto che il supporto ufficiale è stato tolto.
deggial27 Gennaio 2015, 09:46 #3
Cioè vogliono slegarsi dai servizi google? compreso google play?
se è così, è un suicidio.

ma secondo me sta parlando di altro, di una versione di android non legata al mondo smartphone, ma per usi più "diversi" -> come ha detto lui, intelligenza artificiale, aggiungerei indossabili, realtà virtuale, e cose così.
cioè, la cyano come la conosciamo oggi continuerà ad esistere, e in aggiunta svilupperanno questo progetto parallelo.
benderchetioffender27 Gennaio 2015, 09:49 #4
Originariamente inviato da: deggial
Cioè vogliono slegarsi dai servizi google? compreso google play?
se è così, è un suicidio.

ma secondo me sta parlando di altro, di una versione di android non legata al mondo smartphone, ma per usi più "diversi" -> come ha detto lui, intelligenza artificiale, aggiungerei indossabili, realtà virtuale, e cose così.
cioè, la cyano come la conosciamo oggi continuerà ad esistere, e in aggiunta svilupperanno questo progetto parallelo.


diciamo che anche io la intendo così....però per la chiarezza, inoltre nei progetti citati ad esempio, non vedo perché installare android piuttosto che un linux liscio
Cloud7627 Gennaio 2015, 10:18 #5
è preinstallata ufficialmente su alcuni dispositivi, fra cui alcune versioni di OnePlus One.


Che vuol dire alcune versioni di OnePlus One? Su alcuni sì e su altri no? E sugli altri cosa c'è?
gpat27 Gennaio 2015, 10:28 #6
Direi che si tratta del solito delirio estremista da fanatico dell'open source.... Se non fosse che viene da tizi che hanno preso un progetto aperto e ne hanno fatta una società per azioni.
Ottusi e anche ipocriti, da vecchio utilizzatore di Cyanogen su HTC G1 riderò sulla loro tomba.
JOT27 Gennaio 2015, 11:05 #7
Originariamente inviato da: Cloud76
Che vuol dire alcune versioni di OnePlus One? Su alcuni sì e su altri no? E sugli altri cosa c'è?


La versione global ha la cyanogenmod, la versione cinese ColorOs.
Cloud7627 Gennaio 2015, 11:08 #8
Ma anche ColorOS non è sempre basato su Android?
Forse sta più simpatico ai cinesi perché è sviluppato da qualche team cinese?
Cfranco27 Gennaio 2015, 12:40 #9
Mi sa che il delirio di onnipotenza ha colpito qualcuno
sbazaars27 Gennaio 2015, 12:50 #10
Sinceramente non mi piace per nulla la deriva che Cyanogen ha preso...Secondo me dovrebbe pensare a crescere di più come azienda, e fare qualche dichiarazione in meno, specie di questa portata... Forse non riescono a rendersi molto conto di quello che dicono a volte...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^