chiudi X
God of War in DIRETTA

Segui la diretta sui nostri canali YouTube - Twitch - Facebook

Competizione agguerrita nel mercato smartphone: Asustek rivede al ribasso le stime di consegne per Zenfone

Competizione agguerrita nel mercato smartphone: Asustek rivede al ribasso le stime di consegne per Zenfone

Il produttore taiwanese rivede le stime di consegne per l'anno 2016 da 30 milioni a 25 milioni di pezzi (escluso il mercato cinese). La competizione sui paesi emergenti fa sentire il suo peso

di pubblicata il , alle 15:41 nel canale Telefonia
ASUSZenfone
 

La serrata competizione nel mercato degli smartphone ha spinto la taiwanese Asustek Computer a rivedere le stime di consegne 2016 per i prodotti ZenFone: invece dei 30 milioni originariamente previsti (per tutti i mercati esclusa la Cina), si parla ora di 25 milioni di unità. Il ridimensionamento delle stime è stato effettuato per via della crescente competizione da parte dei produttori cinesi nei mercati di India, Brasile, Russia, Sud-Est Asiatico e Africa.

Asustek Computer ha originariamente stabilito un obiettivo di consegne di 30 milioni di smartphone della serie ZenFone per tutti i mercati, ad eccezione della Cina, per il 2016. Durante un incontro con gli investitori la compagnia ha però ritrattato al ribasso le stime, a 25 milioni di unità. Le analisi di mercato indicano che il ridimensionamento è stato effettuato per via della crescente competizione degli smartphone dei produttori cinesi in India, Brasile, Russia, Sud-Est Asiatico e Africa.

Lo scorso anno Asustek ha consegnato 20 milioni di smartphone facendo registrare una sensibile crescita rispetto agli 8,5 milioni di pezzi consegnati nel 2014, che ha consentito di rendere profittevole il giro di affari legato agli smartphone. Nel periodo in esame la società ha però incontrato qualche difficoltà sul mercato cinese, ottenendo risultati inferiori all'atteso.

D'altra parte il mercato degli smartphone legato al fu Celeste Impero è solcato da una competizione molto agguerrita. Huawei, ad esempio, ha deciso di ridurre gli ordinativi per gli smartphone destinati al primo trimestre per via di alti livelli di scorte e Xiaomi nel quarto trimestre del 2015 ha perso la seconda posizione del mercato scalzata da Apple. La società di analisi di mercato IDC registra market share del 15,2% per Huawei, del 14,6% per Apple e del 14,4% per Xiaomi.

Tay Xiaohan, senior market analyst per IDC, ha commentato: "Xiaomi è entrato nel mercato cinese degli smartphone quando questo era ancora in crescita ed è stato capace di catturare significative quote di mercato con il suo straordinario modello di vendita. Huawei, con gli investimenti in ricerca e sviluppo, prodotti robusti, branding e connessioni al canale ha visto una forte crescita nel 2015. Apple, di contro, continua ad essere un brand forte e attrattivo agli occhi dei consumatori cinesi. Con il mercato cinese che rallenta, è difficile che vedremo nuovi player esercitare un grande impatto sul mercato smartphone rispetto al modo in cui Xiaomi ha fatto negli anni precedenti".

I produttori cinesi di smartphone costituiscono il 40% del mercato mondiale degli smartphone e sette dei primi 10 produttori sono cinesi: Asustek troverà di certo una sfida più complessa per riuscire a mantenere i profitti in questo mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bigbox16818 Febbraio 2016, 17:35 #1
è vero che Android è una sicurezza per chi vuole entrare nel mercato mobile ma quanti sono quelli che realmente guadagnano? mi sa che quest'anno i produttori cinesi faranno una strage...
gordon8818 Febbraio 2016, 18:03 #2
d'altronde che altre scelte hai?
-iOS: ovviamente impossibile
-WP: molto buono ma non ha app e perciò se lo filano in pochi
-Ubuntu e altri so faranno 10 vendite all'anno

Android al momento è l'unica via percorribile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^