Clubhouse destinato a sparire? Crollano i download e cresce la concorrenza

Clubhouse destinato a sparire? Crollano i download e cresce la concorrenza

Da inizio anno ad oggi il percorso di Clubhouse è completamente cambiato. Dopo un'esplosione iniziale da quasi 10 milioni di installazioni a febbraio, il social basato sulla voce ha visto i suoi download crollare nel mese di aprile. Ma non tutto è perduto...

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Telefonia
Clubhouse AndroidiPhoneiOS
 

Clubhouse, insieme a TikTok, è stato il social più chiacchierato di questo 2021. Nei primi mesi dell'anno, il social basato sulla voce ha riscontrato un clamoroso successo tra gli utenti: nel mese di febbraio i download sono stati 9,6 milioni, ma accelerando velocemente ad aprile le installazioni sono state solo 922 mila, secondo quanto rilevato da Sensor Tower.

Un passo indietro di non poco conto, ma in realtà la spiegazione è più semplice del previsto. Clubhouse è disponibile solo per utenti iOS, quindi iPhone e iPad, e solo su invito. Di conseguenza la mole di nuovi  utenti pronti a unirsi al social non può essere molto elevata per ovvie ragioni.

Zune

Vi è poi un altro problema: i vari colossi del web come Facebook, Twitter, LinkedIn e anche Spotify hanno riconosciuto il potenziale di Clubhouse proponendo un servizio simile nei loro "recinti consolidati". Ad esempio, Twitter è già uscito con un social basato sulla voce chiamato Spaces, la stessa iniziativa è stata messa in atto da Facebook che ha lanciato le Live Audio Rooms. Clubhouse, di conseguenza, ha iniziato a perdere colpi in termini di download con un calo del 66% rispetto a marzo (2,7 milioni di download) e ancor di più se pensiamo all'apice raggiunto a febbraio.

Clubhouse: calano i download ma gli utenti sono fidelizzati

C'è tuttavia un dato che non fa preoccupare molto Clubhouse. Gli iscritti alla piattaforma hanno un alto tasso di fidelizzazione, ovvero gli utenti che hanno installato l'app continuano ad utilizzarla e ad interagire con continuità.

A gennaio il social Clubhouse fu valutato circa un miliardo di dollari, ma alcune indiscrezioni riportarono che Twitter aveva avviato una trattativa per inglobare la piattaforma di audio-chat sula base di 4 miliardi di dollari, successivamente rifiutati da Clubhouse. Scelta sbagliata col senno di poi? Questo ce lo dirà solo il tempo. Clubhouse a dicembre 2020 valeva "solo" 100 milioni di dollari.

La soluzione per ritrovare slancio può essere l'approdo su Android. Clubhouse è disponibile da ieri ufficialmente in versione beta, anche se limitata. Questo significa che nel giro di poche settimane, il tanto atteso social basato sulla voce sarà disponibile anche per il sistema operativo di Google e questo riporterà le luci della ribalta sulla piattaforma che tutti si sono affrettati a copiare.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
io78bis04 Maggio 2021, 18:14 #1
Questa è una delle poche cose che sfortunatamente sembra i brevetti non riescano a coprire.

L'idea.

I brevetti in alcuni scenari sono assurdi però è anche vero che il fatto che uno si inventi la chat vocale, e poi possa correre il rischio di venir schiacciato da competitor con le spalle più larghe un po' da fastidio.

Non so se sarà il caso di Clubhouse, però il rischio esiste. Per quanto gli utenti siano fidelizzati, la fedeltà dell'utente è verso le persone che segue non lo strumento che usa.
gioffry8104 Maggio 2021, 22:34 #2
Originariamente inviato da: io78bis
Questa è una delle poche cose che sfortunatamente sembra i brevetti non riescano a coprire.

L'idea.

I brevetti in alcuni scenari sono assurdi però è anche vero che il fatto che uno si inventi la chat vocale, e poi possa correre il rischio di venir schiacciato da competitor con le spalle più larghe un po' da fastidio.

Non so se sarà il caso di Clubhouse, però il rischio esiste. Per quanto gli utenti siano fidelizzati, la fedeltà dell'utente è verso le persone che segue non lo strumento che usa.




Ho pensato la stessa cosa
biometallo04 Maggio 2021, 23:15 #3
Originariamente inviato da: io78bis
uno si inventi la chat vocale, e poi possa correre il rischio di venir schiacciato da competitor con le spalle più larghe un po' da fastidio.


Va che le chat vocali esistono da anni non le ha certo inventate "clabbaus" per dire proprio oggi si è parlato in un'altra notizia di Discord che permette da tempo di gestire chat vocali di gruppo oltre che chat classiche testuali.

credo che il successo di clubhouse non sia dovuto al fatto di aver introdotto le chat vocali, ma piuttosto per avere eliminato tutto il resto, forzando quindi il focus su questa caratteristica, ma non è che prima non si potessero fare...

In generale credo che il punto non sia arrivare primi, perché esempio neanche Twich ha inventato le live streming, nemmeno Facebook ha inventato i social network, e quando è nato WhatsApp era solo uno dei tanti software di instant messaging sul mercato, voglio dire non è che quello che faccio oggi su WA sia poi tanto diverso da quello che facevo anni fa su Skype e prima ancora su Live Messenger, però pur non avendo inventato sostanzialmente nulla sono prodotti di successo che sono riusciti a distinguersi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^