Certificato verde Covid in Italia dal 26 aprile: sarà digitale? Cosa bisogna sapere

Certificato verde Covid in Italia dal 26 aprile: sarà digitale? Cosa bisogna sapere

Con l’approvazione del nuovo Decreto Legge a partire dal prossimo 26 aprile, non solo molte regioni italiane torneranno in giallo, ma verrà introdotto anche il certificato verde, una certificazione utile per gli spostamenti tra regioni di diverso colore. Ecco come funzionerà e cosa conviene sapere prima di mettersi in viaggio.

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Telefonia
 
47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
canislupus24 Aprile 2021, 18:18 #11
Originariamente inviato da: Marko_001
@daitarn_3
sparare minxhiate in liberà è il nuovo sport nazionale.

s'è ammalata quella porzione di popolazione
perché hanno tentato di applicare l'unica cosa che,
al momento era possibile ovvero il contenimento
con l'isolamento infetti dai non infetti.
(ma pure ora, seppur con l'avvento dei vaccini
che riducono-azzerano l'effetto del virus, ancora non ci sono
prove certe che fermi anche la trasmissione
-cosa che riguarda chi, per motivi di natura medica, non può vaccinarsi-
esiste uno studio parziale, ma sbandierato come definitivo
perché non hanno letto sino in fondo al documento, che riguardava un
vaccino, quello americano-tedesco, quindi il
distanziamento si prolungherà, ahinoi)

se si fossero infettati in numero maggiore sarebbe successo quello
che pare stia succedendo ora in Brasile e India per via
del numero incontrollato di ricoverati in sub intensiva ed in intensiva
ovvero hanno terminato l'ossigeno medico e quindi i malati gravi
soffocano e quello si che, nel risultato ottenuto,
assomiglierebbe al fascismo-nazismo.

lei è veramente non commentabile senza andare sull'offesa personale
quindi mi fermo.


L'errore comune di TUTTI è fare una equivalenza
MALATO COVID = RICOVERO

Nella mia famiglia abbiamo avuto 5 casi... 3 completamente asintomatici, 2 sintomatici curati in casa.

Per una serie di eventi noi ci siamo fatti appunto il molecolare (per i due positivi sintomatici), altrimenti noi ci eravamo presi il Covid TOTALMENTE a nostra insaputa.

I contagi che si vedono nelle varie mappe sono quelli certificati con tampone in quanto contatti diretti di positivi sintomatici o loro stessi sintomatici.
UN ASINTOMATICO non lo trovi se non lo vai a cercare in quanto magari per lavoro deve sottoporsi regolarmente a tampone.

Quindi smettiamola di credere alla favoletta che i contagi reali sono quelli derivanti da tampone.

Quelli sono la punta dell'iceberg.

Sono SICURO che se facessimo il test degli anticorpi (tipicamente durano 6 mesi) ne troveremmo moltissimi che si sono presi il virus e non lo sanno... anche tra gli stessi vaccinati.
john costantine24 Aprile 2021, 18:25 #12
Io ho preso il Covid, asintomatico, manco me ne sono accorto.. come faccio a dimostrarlo? Impossibile, ovviamente.

Ennesima follia liberticida. Ci siamo tutti dimenticati cosa stava accadendo un anno fa. Esistono gli Asintomatici ed esistono persone con un ottimo sistema immunitario che non hanno bisogno di pass e vaccini.
E, almeno fino a poco fa, il vaccino per certo non garantiva di non infettare altri. Quindi?
ilariovs24 Aprile 2021, 18:29 #13
Originariamente inviato da: canislupus
L'errore comune di TUTTI è fare una equivalenza
MALATO COVID = RICOVERO

Nella mia famiglia abbiamo avuto 5 casi... 3 completamente asintomatici, 2 sintomatici curati in casa.

Per una serie di eventi noi ci siamo fatti appunto il molecolare (per i due positivi sintomatici), altrimenti noi ci eravamo presi il Covid TOTALMENTE a nostra insaputa.

I contagi che si vedono nelle varie mappe sono quelli certificati con tampone in quanto contatti diretti di positivi sintomatici o loro stessi sintomatici.
UN ASINTOMATICO non lo trovi se non lo vai a cercare in quanto magari per lavoro deve sottoporsi regolarmente a tampone.

Quindi smettiamola di credere alla favoletta che i contagi reali sono quelli derivanti da tampone.

Quelli sono la punta dell'iceberg.

Sono SICURO che se facessimo il test degli anticorpi (tipicamente durano 6 mesi) ne troveremmo moltissimi che si sono presi il virus e non lo sanno... anche tra gli stessi vaccinati.


I ricoveri sono una percentulae dei malati. Più il n° dei malati è alto più sono gli ospedalizzati.

Il problema grosso è se questa percentuale satura la capienza degli ospedali, li comincia il problema grosso perchè oviamente la letalià si alza e anche chi in terapia intensiva ce la poteva fare, fuori una struttura specializzata magari rischia di non farcela. Mi pare ragionevole come cosa.


Altra cosa se fai il sierologico ai VACCINATI e vorrei vedere che trovi gli anticorpi (sono vaccinati) come andare a cercare l'anqua nel mare. O no?
ilariovs24 Aprile 2021, 18:39 #14
Originariamente inviato da: canislupus
L'idea è una cavolata spaventosa e te lo dice un guarito Covid di fine febbraio (quindi ho tutta l'estate FREE ovunque )

1) I sistemi sanitari delle regioni non funzionano allo stesso modo
2) Il tampone rapido non vale un cavolo (mio figlio negativo al rapido, positivo al molecolare 4 giorni dopo
3) Se mi scade il green pass mentre sono in vacanza?
4) Puoi avere famiglie al cui interno alcuni elementi hanno avuto il Covid e altri no (o perchè effettivamente non si sono infettate o perchè magari erano già guarite e il tampone non trovava più tracce)
5) Ha più senso un esame degli anticorpi che chiarisce CHI ha avuto la malattia anche in assenza di sintomi e quale protezione residua ancora manifesta
6) E' follia questa cosa che non si è più liberi di circolare sul territorio nazionale. Se ti infetti a Catania o Torino, cosa diavolo cambia? Sei infetto ugualmente e i problemi per il SSN rimangono lo stesso.

Se vuoi posso continuare con altri punti...


L'idea mi sembra invece interessante. Che i sistemi sanitari delle regioni non funzionano allo stesso modo NON importa perchè non è una legge regionale bensì nazionale.
Anzi da quel che so io sarà Europea per cui che alle regioni piaccia o meno non penso cambi nulla. Non è una questione di sanità ma di libera circolazione.

So che si parlava di avere la greennpass anche con un sierologio da laboratorio perchè uno può essere stato asintomatico. E lo trovo giusto.

Co sta storie del libberiiii sinceramente anche basta. Se nel 1941 ci fossero stati i forum voi sareste in giro a scrivere che a voi degli allarmi antiaerei non frega di meno ma volete tenere le luci accese la notte nonostante i bombardieri?

Dopo un anno e milioni di morti sparsi in giro per il mondo dobbiamo ancora parlare di Pandemia?

Questo a me sembra un modo per tornare a quella normalità che certamente gioverebbe alle nostre vite, un punto di caduta fra sicurezza e libertà.

Non vedo cosa si potrebbe fare di diverso ed in quale altro modo.
Per ora dico, appena ci saranno cure efficaci casalinghe, allora sarà un altro discorso. Appena si trova un farmaco specifico che puoi prendere a casa e in una settimana guarire allora sarà un'altra ma ad oggi non vedo altre strade.

Tutto è migliorabile ma di quelli che parlano solo dei contro mi piacerebbe capire cosa propongono in alternativa.
canislupus24 Aprile 2021, 19:00 #15
Originariamente inviato da: ilariovs
I ricoveri sono una percentulae dei malati. Più il n° dei malati è alto più sono gli ospedalizzati.

Il problema grosso è se questa percentuale satura la capienza degli ospedali, li comincia il problema grosso perchè oviamente la letalià si alza e anche chi in terapia intensiva ce la poteva fare, fuori una struttura specializzata magari rischia di non farcela. Mi pare ragionevole come cosa.


Altra cosa se fai il sierologico ai VACCINATI e vorrei vedere che trovi gli anticorpi (sono vaccinati) come andare a cercare l'anqua nel mare. O no?


Non è una percentuale fissa, ma estremamente variabile.
Un asintomatico giovane normalmente non ha NEANCHE i sintomi o al peggio risolve a casa (sono i dati).
Il problema sono gli anziani e i soggetti fragili (di cui si sono dimenticati prima di fare un piano vaccinale serio e non quello delle regioni) che se non protetti a dovere (anche con la vaccinazione) vanno in ospedale o muoiono.
Vogliamo scommettere che ci sarà un crollo dei decessi e dei ricoveri quando le persone dai 60 anni in su saranno tutte vaccinate?
Immagina il virus come un leone che è a caccia di gazelle... finchè punta quelle fragili o anziane probabilmente avrà vita facile.. se ci prova con quelle giovani e forti, rischia di non farcela (che non vuol dire non ci riesca mai).

Per quanto riguarda il sierologico... ovviamente intendevo che se lo fai alle persone PRIMA di vaccinarsi, ne troverai tantissime che magari hanno avuto il Covid nei 6 mesi precedenti... soprattutto se non sono persone particolarmente anziane (queste ultime tendono ad avere sintomi).
canislupus24 Aprile 2021, 19:08 #16
Originariamente inviato da: ilariovs
L'idea mi sembra invece interessante. Che i sistemi sanitari delle regioni non funzionano allo stesso modo NON importa perchè non è una legge regionale bensì nazionale.
Anzi da quel che so io sarà Europea per cui che alle regioni piaccia o meno non penso cambi nulla. Non è una questione di sanità ma di libera circolazione.

So che si parlava di avere la greennpass anche con un sierologio da laboratorio perchè uno può essere stato asintomatico. E lo trovo giusto.

Co sta storie del libberiiii sinceramente anche basta. Se nel 1941 ci fossero stati i forum voi sareste in giro a scrivere che a voi degli allarmi antiaerei non frega di meno ma volete tenere le luci accese la notte nonostante i bombardieri?

Dopo un anno e milioni di morti sparsi in giro per il mondo dobbiamo ancora parlare di Pandemia?

Questo a me sembra un modo per tornare a quella normalità che certamente gioverebbe alle nostre vite, un punto di caduta fra sicurezza e libertà.

Non vedo cosa si potrebbe fare di diverso ed in quale altro modo.
Per ora dico, appena ci saranno cure efficaci casalinghe, allora sarà un altro discorso. Appena si trova un farmaco specifico che puoi prendere a casa e in una settimana guarire allora sarà un'altra ma ad oggi non vedo altre strade.

Tutto è migliorabile ma di quelli che parlano solo dei contro mi piacerebbe capire cosa propongono in alternativa.


Innanzitutto i dati li forniscono le regioni... quindi se sono incapaci di dire allo stato centrale che io sono stato malato a fine febbraio di Covid , sul Green Pass non risulterà nulla... quindi inutile illudersi che il sistema funzioni per miracolo...

Il problema è che si pensa che la normalità sia quella di dover fare un tampone 48 ore prima... non si risolve nulla... ti puoi ammalare anche dopo 72 ore o 96 ore... non è una scienza esatta.

Inoltre sia da vaccinato che da guarito puoi tranquillamente contrarre il virus... quindi se parti da Torino (città a caso) come negativo e arrivi a Lecce (città a caso), nulla ti vieta POI di infettarti.

A quel punto cosa hai risolto?

Hai permesso ad una persona di spostarsi, ma se questa non presta attenzione chi ti dice non possa prendere il virus dagli "autoctoni"???

Allora dovremmo prevedere ANCHE un tampone al rientro con OBBLIGO di quarantena di una settimana e nuovo tampone.

Pensi che qualcuno lo accetterebbe?

Ci vogliamo dare l'illusione che il virus sia inerte ad attendere che noi abbiamo la carta verde... ma sta in agguato... in attesa del primo passo per colpire... così come farebbe il famoso leone dell'esempio precedente...
xarz324 Aprile 2021, 21:24 #17
In qualità di essere umano mi vergogno dei commenti di certa gente in questo thread.

Purtroppo la scuola e le famiglie hanno fallito totalmente e hanno partorito masse di gente senza cervello, senza logica e pure senza empatia.

Ripeto mi vergogno di appartenere al genere umano come costoro.
Pino77724 Aprile 2021, 21:28 #18
Originariamente inviato da: xarz3
In qualità di essere umano mi vergogno dei commenti di certa gente in questo thread.

Purtroppo la scuola e le famiglie hanno fallito totalmente e hanno partorito masse di gente senza cervello, senza logica e pure senza empatia.

Ripeto mi vergogno di appartenere al genere umano come costoro.



Anch'io, ma temo per motivi opposti ai tuoi.
canislupus24 Aprile 2021, 22:30 #19
Originariamente inviato da: xarz3
In qualità di essere umano mi vergogno dei commenti di certa gente in questo thread.

Purtroppo la scuola e le famiglie hanno fallito totalmente e hanno partorito masse di gente senza cervello, senza logica e pure senza empatia.

Ripeto mi vergogno di appartenere al genere umano come costoro.


Non so a chi ti riferisci (non ho la coda di paglia, quindi non mi sento chiamato in causa).
Ad ogni modo direi che sia sempre preferibile esternare il proprio punto di vista piuttosto che offendere qualcuno... è solo un consiglio... poi libero di dire e pensare quello che preferisci.
ilariovs25 Aprile 2021, 09:28 #20
Originariamente inviato da: canislupus
Non è una percentuale fissa, ma estremamente variabile.
Un asintomatico giovane normalmente non ha NEANCHE i sintomi o al peggio risolve a casa (sono i dati).
Il problema sono gli anziani e i soggetti fragili (di cui si sono dimenticati prima di fare un piano vaccinale serio e non quello delle regioni) che se non protetti a dovere (anche con la vaccinazione) vanno in ospedale o muoiono.
Vogliamo scommettere che ci sarà un crollo dei decessi e dei ricoveri quando le persone dai 60 anni in su saranno tutte vaccinate?
Immagina il virus come un leone che è a caccia di gazelle... finchè punta quelle fragili o anziane probabilmente avrà vita facile.. se ci prova con quelle giovani e forti, rischia di non farcela (che non vuol dire non ci riesca mai).

Per quanto riguarda il sierologico... ovviamente intendevo che se lo fai alle persone PRIMA di vaccinarsi, ne troverai tantissime che magari hanno avuto il Covid nei 6 mesi precedenti... soprattutto se non sono persone particolarmente anziane (queste ultime tendono ad avere sintomi).



E' invece una percentuale sostanzialemnte fissa e dipende dalla composizione della popolazione.
Visto che impraticabile la segregazione per età "mediamente" su 1000 contagiati troverai tot giovani, tot senior e tot 60enni ecc. Si chiama legge dei grandi numeri e segue sostanzialemnte un andamento gaussiano.

Se un 18enne vive col papà di 55 anni che facciamo il giovane può cacciare il padre da casa sua perchè deve fare l'apericena con gli amici?

Oppure è il padre che può dire al figlio, caro visto che la casa è mia al catasto ti levi tu dai piedi e vai sa stare solo con 17enni e ti fai gli apericena?

Vedrei leggermente impraticambile una soluzione di questo tipo.

Certo che ricoveri e decessi crolleranno apenna vaccinati gli over 60 ma ancora abbiamo vaccinato solo il 50% degli over 80 mi risulta. Quindi ci vorrà un po di tempo credo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^