Brexit: senza accordo con l'UE potrebbe tornare il ''costoso'' roaming nel Regno Unito

Brexit: senza accordo con l'UE potrebbe tornare il ''costoso'' roaming nel Regno Unito

Un documento partito dal Ministero della Cultura inglese sta portando scompiglio tra gli utenti europei sulla questione della Brexit e del roaming internazionale. L'uscita dall'Europa infatti potrebbe far applicare costi elevati per i cittadini in visita nel Regno Unito.

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Telefonia
 

La potenziale uscita del Regno Unito dall'Unione Europa potrebbe creare una moltitudine di problematiche di ordine economico capaci di complicare soprattutto la vita di chi, nel Regno Unito, deve lavorarci provenendo da altre nazioni. Ecco che alla vigilia delle decisioni sugli accordi con l'Europa, una delle normative meglio accolta dai consumatori negli ultimi anni potrebbe facilmente saltare provocando un problema non da poco per i viaggi nella nazione della Regina. Parliamo chiaramente della normativa sul roaming internazionale che in caso di Brexit potrebbe ritornare con costi addirittura superiori a quelli precedenti.

Brexit ed Europa: cosa potrebbe cambiare?

In caso di mancato accordo tra Regno Unito e Unione Europea, infatti, tutti coloro che si troveranno a transitare da o per il Regno Unito potrebbero incorrere in cifre spropositate per la connessione ad internet o per le chiamate. Le informazioni di tale preoccupazione arrivano direttamente da una nota interna al ministero della Cultura Inglese che analizza le possibili conseguenze di una Brexit senza un comune accordo.

Il rapporto sottolinea come gli operatori britannici, in caso di mancanza di un accordo con l'Unione Europea, non sarebbe più in grado di realizzare tariffe convenienti in questi paesi per i cittadini in viaggio. Ecco che chiamate e connessione dati in Europa potrebbero avere costi davvero importanti ben lontani dal roaming di qualche anno fa o addirittura dal mantenimento dei bundle tariffari nazionali. Stessa cosa potrebbe accadere però anche ai viaggiatori europei che potrebbero non avere più i privilegi del Roaming Zero e dunque potrebbero trovarsi a dover pagare surplus non indifferenti.

Secondo le affermazioni del ministro della Cultura inglese, Jeremy Wright, lo scenario futuro potrebbe essere proprio quello del report. Non solo, visto che il governo inglese lascerà alle società di telefonia inglesi la libertà di scegliere se continuare ad offrire il servizio di roaming senza costi aggiuntivi o modificare le tariffe. Per i Paesi Europei invece non si hanno al momento notizie in merito anche se si spera che gli organi governativi europei trovino una soluzione di mediazione magari richiedendo agli operatori di mantenere il roaming zero anche per il Regno Unito.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CYRANO12 Febbraio 2019, 16:18 #1
Mi sembra giusto.



Clmslnksslmkbssmlnd
kamon12 Febbraio 2019, 16:22 #2
Oh no... Il roaming! Ecco il risvolto più negativo della faccenda.

Ragerino12 Febbraio 2019, 16:23 #3
Basta non andare in UK. In alternativa ci saranno sicuramente offerte come per qualsiasi altro paese estero.
floc12 Febbraio 2019, 16:35 #4
"basta non andare in..." is the new "non ho nulla da nascondere"
Cfranco12 Febbraio 2019, 16:41 #5
Originariamente inviato da: floc
"basta non andare in..." is the new "non ho nulla da nascondere"


Tanto in Inghilterra non ti faranno proprio più entrare, e comunque con la Brexit se ne stanno fuggendo tutti quelli che possono, a cominciare da Farage che ha chiesto la cittadinanza tedesca
Ragerino12 Febbraio 2019, 17:06 #6
Originariamente inviato da: floc
"basta non andare in..." is the new "non ho nulla da nascondere"


Beh, tra criminalità ed accoltellamenti, non è che hanno molta attrattiva turistica ultimamente . Cioè, se proprio vuoi andare a mangiare male sotto la pioggia, al massimo spendi 20€ per la tariffa estero.
macs31112 Febbraio 2019, 17:16 #7
Originariamente inviato da: Ragerino
Beh, tra criminalità ed accoltellamenti, non è che hanno molta attrattiva turistica ultimamente . Cioè, se proprio vuoi andare a mangiare male sotto la pioggia, al massimo spendi 20€ per la tariffa estero.


hai proprio ragione, non hanno molta attrattiva. è per questo che Londra è la terza città al mondo per numero di turisti.
Ragerino12 Febbraio 2019, 17:17 #8
Originariamente inviato da: macs311
hai proprio ragione, non hanno molta attrattiva. è per questo che Londra è la terza città al mondo per numero di turisti.


Non si vive solo di Londra. Se continuano cosi lo impareranno presto.
macs31112 Febbraio 2019, 17:18 #9
Originariamente inviato da: Cfranco
Tanto in Inghilterra non ti faranno proprio più entrare, e comunque con la Brexit se ne stanno fuggendo tutti quelli che possono, a cominciare da Farage che ha chiesto la cittadinanza tedesca


si guarda, spareranno a chi prova ad andarci, e stanno fuggendo via a gambe levate tutti, si salvi chi può!
sempre più convinto che questo forum sia abitato da 90enni che si informano ancora su studio aperto
macs31112 Febbraio 2019, 17:20 #10
Originariamente inviato da: Ragerino
Non si vive solo di Londra. Se continuano cosi lo impareranno presto.


cosa c'entra col fatto che "non hanno attrattiva" e con le tariffe di roaming? l'unico aspetto rilevante in questo caso è che milioni di persone dall'estero si muovono verso Londra ogni anno per turismo e dunque il fatto che il paese torni in roaming, per quanto banale, può essere una notizia che interessa.
le farneticazioni su Brexit, economia e criminalità inglese invece che nesso avrebbero?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^