Big della telefonia insieme per LTE

Big della telefonia insieme per LTE

Grossi nomi del mondo della telefonia insieme per sviluppare un profilo tecnico per facilitare il cammino delle tecnologie LTE verso il mercato, favorendo un passaggio graduale

di pubblicata il , alle 10:33 nel canale Telefonia
 

Le tecnologie Long Term Evolution hanno allungato il passo e si avvicinano sempre di più all'effettiva implementazione commerciale. Un gruppo di aziende del calibro di AT&T, Orange, Telefonica, TeliaSonera, Verizon, Vodafone, Alcatel-Lucent, Ericsson, Nokia Siemens Networks, Nokia, Samsung Electronics Co. Ltd. e Sony Ericsson hanno definito una roadmap per l’introduzione graduale dei servizi sulle reti Long Term Evolution (LTE) in tutto il mondo, con lo sviluppo di un profilo tecnico per i servizi LTE Voce e SMS.

One Voice, questo il nome della soluzione basata sull'IP Multimedia Subsystem (IMS), definisce un set ottimale di specifiche funzionalità 3GPP, già esistenti, che tutti gli stakeholder del settore, inclusi i vendor di rete, i service provider e i produttori di telefoni cellulari, possono utilizzare per offrire soluzioni Voce compatibili con le reti LTE.

La soluzione basata sull'IP Multimedia Subsystem è stata considerata l’approccio migliore per il passaggio da servizi di telefonia a circuito a servizi LTE basati su IP, facilitando inoltre il processo di convergenza dei servizi, dato che la soluzione IMS è in grado di servire al contempo reti via cavo a banda larga e reti wireless LTE.

Lo sviluppo di un profilo tecnico congiunto dovrebbe poi facilitare l'interoperabilità a livello internazionale e la continuità dei servizi al consumatore in roaming, superando la frammentazione tecnica tipica di questo settore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fpg_8706 Novembre 2009, 11:44 #1
ed il supporto al wi-max nei telefonini??
4rdO06 Novembre 2009, 12:12 #2
il wi-max e' morto
Vertex06 Novembre 2009, 12:48 #3
Originariamente inviato da: 4rdO
il wi-max e' morto


Diciamo pure che non è mai nato

Cmq ora come ora la velocità media dell'hsdpa in Italia è poco superiore a 1 Mbit, voglio proprio vedere se con LTE la situazione migliora...
icoborg06 Novembre 2009, 13:53 #4
ancora sento l'eco di voci...."arriva fino a 50 km!!!"
fabri8506 Novembre 2009, 14:14 #5

Wi-Max non è morto.

non iniziate a dire cavolate se siete ignorati in materia.

INTEL DOCET
icoborg06 Novembre 2009, 14:17 #6
Originariamente inviato da: fabri85
Wi-Max non è morto.

non iniziate a dire cavolate se siete ignorati in materia.

INTEL DOCET


sara ma sicuramente nn se la passa bene.

e anche se intel docet.....italian style rulez.
marck7706 Novembre 2009, 15:17 #7
Il Wimax non è mai nato dai... siate sinceri. Quanti clienti attivi wimax ci sono oggi attualmente in Italia? Se anche fossero qualche migliaia è comunque un fallimento completo, viste le premesse/promesse iniziali ed il prezzo pagato per le licenze...
supertigrotto06 Novembre 2009, 15:52 #8

NO IL WI-MAX NON è MORTO

L'ho visto l'altro giorno in compagnia di Elvis e Merilin!
sniperspa06 Novembre 2009, 16:54 #9
Originariamente inviato da: Vertex
Diciamo pure che non è mai nato

Cmq ora come ora la velocità media dell'hsdpa in Italia è poco superiore a 1 Mbit, voglio proprio vedere se con LTE la situazione migliora...


No la velocità dell'hdspa è di 6 7 mega...è la velocità della rete sul quale si appoggiano le antenne che è di un mega(se va bene)
Infatti come provider tim è quello che va meglio visto che è anche quello con la rete migliore...
CountDown_006 Novembre 2009, 19:22 #10
Originariamente inviato da: fabri85
Wi-Max non è morto.

non iniziate a dire cavolate se siete ignorati in materia.

INTEL DOCET

Intel docet? E se fosse proprio la Intel ad ammettere il fallimento?
http://www.tomshw.it/news.php?newsid=18739 (Mi scuso con la redazione per mettere un link al sito concorrente, ma mi sembra che la notizia non sia stata riportata da voi...)
Poi potresti anche leggere cosa ne pensa la Nokia: http://www.hwupgrade.it/news/busine...amax_28591.html
Un parere tratto dal forum italiano dedicato al WiMax? Pronti: http://www.wimax-italia.it/2009/08/...re-piu-incerto/

Riassumendo: Ericsson, primo fornitore al mondo di stazioni base, il WiMax l'ha ignorato bellamente. Nokia, primo costruttore di cellulari, e comunque anche fornitore (seppur minore) di BTS, ha detto che farà la fine del Betamax, e ha ritirato dal mercato l'unico cellulare WiMax che aveva a listino, senza ovviamente sostituirlo con un altro modello. Intel, l'unico vero grande nome a spingere per il WiMax, dichiara che in effetti avrà un ruolo di nicchia, anche perché non hanno ancora trovato un modello di business (problemino da niente, insomma).
Ci sono stime secondo cui tra qualche anno il WiMax raggiungerà il picco di diffusione: da 20 a 100 milioni di utenti, in tutto il mondo. OGGI, il GSM/UMTS/HSPA è sui 4 miliardi.

Il WiMax non è morto, hai ragione: è solo deposto nella bara, con un prete che recita l'estrema unzione. Non prenderà mai il sopravvento, e si sa da un pezzo. Riuscirà a ritagliarsi la sua nicchia... Ma sarà una nicchia piccola e scomoda, e non si schioderà da lì, se non per togliersi definitivamente dalle balle.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^