Banda larga: l'Italia viaggia con una connessione a 8,2 Mbps

Banda larga: l'Italia viaggia con una connessione a 8,2 Mbps

Il rapporto di Akamai conferma un leggero miglioramento della connettività italiana. Il paese comunque rimane davanti solo a Croazia, Grecia e Cipro. Ecco la classifica europea.

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Telefonia
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ronin78930 Settembre 2016, 22:11 #11
...
non tutti abitano in grandi città... avevo letto da qualche parte che più del 50% del territorio non è coperto da banda larga...
...
maxsy30 Settembre 2016, 22:22 #12
Originariamente inviato da: ronin789
...
non tutti abitano in grandi città... avevo letto da qualche parte che più del 50% del territorio non è coperto da banda larga...
...

e ricordiamo che per banda larga si intende anche una connessione di 2mega
anzi alcuni providers nominano banda larga una velocità di trasmissione già a partire da 256 kbit/s.
Yrbaf30 Settembre 2016, 22:33 #13
In questo caso gli è sfuggito un "ultra", banda ultra larga, alias da 30Mb a salire (anzi tralasciando i pochi casi sfortunati, penso che si possa anche parlare di da 50Mb a salire).

Ed il 50% degli italiani (italiani non territorio) è già coperto, poi se non si vogliono abbonare è un loro problema non della mancanza del servizio.
maxsy01 Ottobre 2016, 01:30 #14
Originariamente inviato da: Yrbaf
In questo caso gli è sfuggito un "ultra", banda ultra larga, alias da 30Mb a salire (anzi tralasciando i pochi casi sfortunati, penso che si possa anche parlare di da 50Mb a salire).

Ed il 50% degli italiani (italiani non territorio) è già coperto, poi se non si vogliono abbonare è un loro problema non della mancanza del servizio.


da me non cè quindi faccio parte del 50% degli sfigati. io ho dovuto discutere non poco con telecom per avere una 20mega (10 effettivi) senza farmi aumentare il prezzo. (40€ al mese). e 20mega è il massimo che posso avere.

questo 50% da dove salta fuori?
ronin78901 Ottobre 2016, 02:20 #15
Originariamente inviato da: Yrbaf
In questo caso gli è sfuggito un "ultra", banda ultra larga, alias da 30Mb a salire (anzi tralasciando i pochi casi sfortunati, penso che si possa anche parlare di da 50Mb a salire).

Ed il 50% degli italiani (italiani non territorio) è già coperto, poi se non si vogliono abbonare è un loro problema non della mancanza del servizio.


...
se ti riferisci a me, non mi è sfuggito è sfuggito un "ultra"... parlavo di banda larga e più del 50% del territorio non è coperto da banda larga... dove appunto non c'è il servizio e dove vive l'altra metà degli italiani...
...e come dice giustamente maxsy:
e ricordiamo che per banda larga si intende anche una connessione di 2mega
anzi alcuni providers nominano banda larga una velocità di trasmissione già a partire da 256 kbit/s.

...
...
AleLinuxBSD01 Ottobre 2016, 06:49 #16
Originariamente inviato da: giovanni69
Non è corretto, generalmente parlando, parlare di banda garantita come se fosse la media di quello che gli ISP forniscono. ....

Poi dipende se quell'articolo indica una media oppure una mediana.

I piani dell'EU sono di altra natura e distinguono tra copertura...

Quello che l'utenza vuole è la velocità effettiva ricevuta normalmente, al netto di possibili variazioni temporanee occasionali, tutto il resto (cioè queste statistiche) non è soltanto inutile ma pure dannoso perché presenta una situazione irrealistica e su questi dati assurdi poi si andranno a basare servizi ed altro.

Originariamente inviato da: giovanni69
Un'altra verità è che la fibra intesa come FTTC copre ormai ben più del 50% della popolazione italiana ma le persone hanno ben altri usi di internet e basta uno smartphone a consumo con i tuoi Gb mensili più che scaricare o caricare velocemente ed illimitatamente.

Pagando in più ... anche se è chiaro che il mobile ha propri limiti per cui non è realistico pensare di potere mai disporre di bande illimitate, però disporre di soglie giornaliere nettamente più elevate, è possibile ed è pure "necessario" se si volesse davvero rendere disponibile un'alternativa, non solo nelle zone non coperte da un'effettiva banda larga ma pure per una questione di mobilità.
Per lo meno nel limitato numero di casi in cui gli smartphone vengono aggiornati e tenendo pure presente le problematiche delle tariffe a consumo in termini di imbrogli che accadono nel web.

Originariamente inviato da: giovanni69
... solo una fascia ristretta è disposta a pagare di più per ottenere molto di più. In sostanza la domanda è relativamente rigida rispetto alla fascia di prezzo a cui viene offerta.

La stragrande maggioranza dell'utenza ADSL, in proporzione a quanto effettivamente ricevuto, paga molto ma molto molto molto di più, rispetto alle proposte in fibra.
Perché invece non fare pagare almeno 1/3 in meno le ADSL nelle zone coperte dalla fibra per rendere questa differenza meno abissale?
Poi occorre pure dire che in funzione ai propri usi ed i servizi disponibili per la stragrande maggioranza della popolazione non c'è neanche incentivo a cambiamenti.
Titanox201 Ottobre 2016, 09:12 #17
da un lato abbiamo zone coperte da banda da paleozoico dall'altra zone coperte da banda ultralarga entrambe hanno in comune che vengono pagate il quintuplo rispetto a quanto paghi all'estero.
Oltre all'infrastruttura c'è qualcos'altro che non va in italia
MoodM01 Ottobre 2016, 09:18 #18
Originariamente inviato da: maxsy
no infatti non è male...è malissimo.

io con una 20mega (10mega effettivi) viaggio a circa la metà della media globale. media globale. in upload è ancora peggio: viaggio ad 1/8 (otto volte meno) rispetto la media globale.

non è male...è malissimo




20Mbit/sec o 100Mbit/sec o 300Mbit/sec o 500Mbit/sc di connessione reale da speed test ....

...poi quando faccio download da un circa 90% dei server o guardo del finto streaming in solito codec H.264 AVC ( che poi è progressive download), i server son sempre tirati e limitati a fornire massimo circa 15Mbit/sec per singolo IP/connessione, per nn saturare la loro banda Upload visto ci sono migliaia di utenti conessi nello stesso istante a scaricare = il collo di bottiglia sta a Monte

per quanto riguarda invece la navigazione pura nel caricare via protocollo HTTP pagine Web e tutti i contenuti dei siti, sappiamo benissimo che quello che conta oggi è la latenza RTT ( Round Trip Time) o meglio avere la portante ADSL settata in Fast Path ( non Interleave) sulla modulation DSL tra Router a casa ed il DSLAM in centrale di zona ( chiamata per Marketing da molti ISP Gaming Mode) per eguagliare la latenza della Fibra FTTHome ... e quando si hanno 3 Mbit/sec per il browsing sono già più che sufficienti in questo caso specifico visto su protocollo HTTP i server nn forniscono i dati ( pagina HTML, Script, Javascript, CSS, immagini .jpg etc ) a più di circa 50-60Kbyte/sec

Considerando poi tutti gli N redirect esterni al sito che si sta caricando e che fa il browser per il tracking online + caricare relativi coockies ( salvo usare modalità di non tracciamento del browser ..come anche estensione Disconnect Me ) le latenze RTT della modulazione DSL sull'ultimo miglio fino al DSLAM in centrale di zona oggi sono la cosa piu' importante + ovviamente degli ottimi instradamenti dei pacchetti Tcp/ip ai vari Gateway/Router per arrivare ai siti da caricare una volta fuori sulla dorsale WWW mondiale
giovanni6901 Ottobre 2016, 09:55 #19
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Quello che l'utenza vuole è la velocità effettiva ricevuta normalmente, al netto di possibili variazioni temporanee occasionali, tutto il resto (cioè queste statistiche) non è soltanto inutile ma pure dannoso perché presenta una situazione irrealistica e su questi dati assurdi poi si andranno a basare servizi ed altro.


C'è poco di assurdo o dannoso: si tratta di capire la differenza tra copertura della popolazione e copertura del territorio. Anzi è fuorviante avere approcci sempre disfattisti all'italiana quando poi invece i servizi funzionano.
Per la velocità effettiva ho già argomentato sopra e le variazioni ci sono anche per la velocità effettiva. Ad esempio qui sotto vedi come potrei agganciare 100 invece che 95 ma non riavvio il modem per ottenerli perchè addirittura non mi interessa e perchè sto effettuando un backup su cloud: le ragioni d'uso sono maggiori che cercare di spremere la linea per i Mbps in download in più. Mentre nell' ADSL ottenere 5 Mbps in più per molti sarebbe una pacchia:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Il fatto che solo il 10-15% o poco più della popolazione che già ha accesso alla fibra FTTC l'abbia sottoscritta, dimostra che l'interesse è esiguo per i motivi già espressi oltre al fatto che non ci sono applicazioni per cui le persone cerchino di ottenere maggiore..banda.
Voglio vedere infatti in quanti avendo un'ADSL pensino anche solo di passare alla ultra banda per effettuare un backup in remoto su cloud, servizio che non è praticabile con una ADSL che offre 1 Mbps in upload al massimo. E questo perchè anche in molte persone non hanno l'esigenza e/o nemmeno l'abitudine di effettuare un backup in locale, figuriamoci su server remoto.

Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Pagando in più ... anche se è chiaro che il mobile ha propri limiti per cui non è realistico pensare di potere mai disporre di bande illimitate, però disporre di soglie giornaliere nettamente più elevate, è possibile ed è pure "necessario" se si volesse davvero rendere disponibile un'alternativa, non solo nelle zone non coperte da un'effettiva banda larga ma pure per una questione di mobilità.
Per lo meno nel limitato numero di casi in cui gli smartphone vengono aggiornati e tenendo pure presente le problematiche delle tariffe a consumo in termini di imbrogli che accadono nel web.


Concordo, ma il problema delle infrastrutture, delle scelte di marketing ed i costi legati a soluzioni mobile è altra storia. Certo, il 3G/4G e potenza degli smartphone sono un forte concorrente delle soluzioni basate sull'ultrabanda fissa.

Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
La stragrande maggioranza dell'utenza ADSL, in proporzione a quanto effettivamente ricevuto, paga molto ma molto molto molto di più, rispetto alle proposte in fibra.
Perché invece non fare pagare almeno 1/3 in meno le ADSL nelle zone coperte dalla fibra per rendere questa differenza meno abissale?
Poi occorre pure dire che in funzione ai propri usi ed i servizi disponibili per la stragrande maggioranza della popolazione non c'è neanche incentivo a cambiamenti.


Concordo anche qui: l'ADSL ora come ora costa troppo in relazione a quanto offre la fibra a parità di disponibilità per la stessa utenza coperta da entrambi i servizi. E d'altro canto in periodi di crisi economica c'è anche chi prefersce tenersi in tasca gli euri di differenza tra un'ADSL ed una FTTC/FTTH.
I threads relativi alla fibra di Tim, Tiscali, Fastweb e relativi modem VDSL non sono certo rappresentativi della maggioranza della popolazione e nemmeno di chi è già coperto.

Giusto, il tuo ultimo capoverso cui avevo già accennato è critico: mancando servizi che richiedano un vera ultrabanda e data la diffusione degli smartphone con relativa velocità anche se bloccata dal traffico mensile, le persone sono poco attratte dall'ultrabanda.

Se ad esempio venisse incentivato l'accesso di contenuti on-demand o comunque via streaming del tipo Netflix & C (oppure non paghi il canone Rai se ti abboni ad un servizio fibra), anche tenendo conto che nel 2020 saremo costretti a sostituire i televisoori per quella storia delle frequenze... certo, altre spese che ben pochi hanno voglia di effettuare ed anche la spesa pubblica è quella che è. Vedremo se il progetto Enel fibra spingerà i prezzi verso il basso. Al momento non è così.
MoodM01 Ottobre 2016, 10:06 #20
Originariamente inviato da: giovanni69

Se ad esempio venisse incentivato l'accesso di contenuti on-demand o comunque via streaming del tipo Netflix & C (oppure non paghi il canone Rai se ti abboni ad un servizio fibra), anche tenendo conto che nel 2020 saremo costretti a sostituire i televisoori per quella storia delle frequenze... certo, altre spese che ben pochi hanno voglia di effettuare ed anche la spesa pubblica è quella che è. Vedremo se il progetto Enel fibra spingerà i prezzi verso il basso. Al momento non è così.




Non hai capito che anche se avessi una 500Mbit/sec download reali da Speedtest, un pseudo Streaming di video HD non ti andrà mai al Bitrate voluto per avere la qualità massima senza sgranamenti o scubettamenti vari come sul Blu-Ray ad esempio, perchè il collo di bottiglia sta a Monte ovvero sui server nel darti loro banda Upload sulla dorsale e che devono condividere tra tutti

quando poi le utenze di streming online aumenteranno in modo esponenziale, la prima cose che andrà ancor più in congestione sarà sempre la banda upload dei server

PS: che latenza hai su quella modulazione VDSL2 FTTCab? operatore?

hai pingato il primo Gateway dell'ISP per vederne i valori?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^