Aumentano di quasi il 7% le vendite di smartphone: sono oltre 350 milioni nel trimestre

Aumentano di quasi il 7% le vendite di smartphone: sono oltre 350 milioni nel trimestre

I dati IDC delineano uno scenario positivo per il terzo trimestre 2015: le vendite di smartphone toccano un nuovo record stagionale, con un po' tutti i principali produttori che beneficiano della domanda di nuovi prodotti da parte dei consumatori

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Telefonia
SamsungAppleLenovoHuaweiXiaomi
 

Hanno superato quota 350 milioni di pezzi le vendite di smartphone del terzo trimestre 2015, stando ai dati resi disponibili da IDC in questi giorni. Si tratta del secondo maggior dato trimestrale di sempre, con una crescita del 6,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A trainare le vendite gli annunci di numerosi nuovi modelli top di gamma che si sono avvicendati nel corso del terzo trimestre, per quanto continuino ad essere le proposte di fascia media quelle che catalizzano i maggiori volumi di vendita.

Samsung continua a restare in vetta alla classifica dei principali produttori, con un totale di 84,5 milioni di dispositivi: il risultato è in crescita del 6,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Non sorprende trovare Apple al secondo posto, con un totale di 48 milioni di dispositivi della famiglia iPhone: in questo caso l'incremento annuale è del 22,2%.

Huawei, forte di una crescita del 60,9% rispetto allo scorso anno, si posiziona al terzo posto con un totale di 26,5 milioni di smartphone venduti mentre al quarto troviamo Lenovo con 18,8 milioni di pezzi e una crescita annuale dell'11,1%. Chiude la classifica delle prime 5 aziende la cinese Xiaomi con un numero di 18,3 milioni di smartphone venduti nel trimestre di riferimento, un dato in crescita del 5,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Tolti i top 5 produttori, il mercato è diviso tra molti altri player che concorrono cumulati al 44,8% del totale per un volume di 159,1 milioni di pezzi venduti nel terzo trimestre 2015. Rispetto allo stesso periodo del 2014 questi produttori si sono mossi in controtendenza, registrando un calo del 2,4% rispetto ai precedenti 163 milioni di smartphone venduti.

Per il quarto trimestre 2015 sono attesi volumi di vendita allineati a quelli dello stesso periodo del 2014, durante il quale era stata superata la quota di 370 milioni di pezzi venduti. Molto dipenderà sia dalla diffusione delle nuove proposte top di gamma annunciate nel corso del terzo trimestre, sia dalla capacita dei prodotti di fascia media di catalizzare adeguati volumi di vendita nella maggioranza dei consumatori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
megthebest29 Ottobre 2015, 16:18 #1
sorprende che Xiaomi sia arrivata al 5 posto globale, considerato che non vende in moltissimi paesi extra Asia .


bene così.. più player si hanno, più possibilità e scelta abbiamo..
Purtroppo però ora è una corsa al marketing estremo, visto che di vere innovazioni non ce ne sono più
gd350turbo29 Ottobre 2015, 19:59 #2
Bè se fai una media ogni circa 2-3 iphone si vende uno xiaomi...
Fai il rapporto tra le due realtà e vedi che quelli di xiaomi, sono risultati che definire stupefacenti e dire poco !
Mparlav30 Ottobre 2015, 09:03 #3
Più che altro si nota il successo di Huawei su Lenovo, ed entrambi vendono in tutto il mondo sebbene con scarso successo negli USA, e Xiaomi che vende solo in Cina, India e poco altro (inteso canali import paralleli).

L'anno scorso, Huawei, Lenovo e Xiaomi erano pressochè allineati.
C'era anche LG sullo stesso volume di vendite, ma quest'anno è in calo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^