Apple e Samsung si preparano ad eliminare le SIM per sempre

Apple e Samsung si preparano ad eliminare le SIM per sempre

Secondo un nuovo report, i due più grandi colossi del settore smartphone starebbero discutendo con gli operatori telefonici per l'adozione di un nuovo standard per le schede SIM

di Nino Grasso pubblicata il , alle 12:11 nel canale Telefonia
SamsungApple
 

Le schede SIM come le conosciamo oggi sono destinate a scomparire, e secondo il nuovo report del Financial Times questo potrebbe succedere molto presto. Stando a quanto rivelato dalla fonte, i principali protagonisti della nuova rivoluzione saranno Apple e Samsung, che hanno già iniziato ad imbastire i primi accordi con gli operatori telefonici. Questi prevedono l'adozione in massa delle cosiddette e-SIM.

Apple SIM
Apple SIM su iPad Air 2

Le embedded SIM sono sostanzialmente dei chip che verranno integrati all'interno del dispositivo e che non possono essere naturalmente sostituiti. Grazie all'uso di una e-SIM, ad esempio, sarà più semplice da portare a termine la procedura di cambio gestore, che non prevederà la sostituzione fisica della scheda SIM legata allo stesso. La portabilità da un operatore all'altro avverrà quindi interamente lato software.

Il nuovo standard potrebbe debuttare già a partire dall'anno prossimo in volumi, ma non è qualcosa di mai visto. Apple ha già anticipato la tecnologia con Apple SIM, una caratteristica integrata sugli ultimi iPad Air 2 con connettività LTE che consente la possibilità di cambiare fra gli operatori disponibili a totale discrezione dell'utente. I vantaggi potrebbero essere anche di natura strutturale, con i dispositivi di domani che non avranno bisogno dello slot specifico.

Questo si traduce con una semplificazione del processo produttivo del dispositivo, uno spazio maggiore per l'hardware integrato e la possibilità di vedere terminali ancora più sottili. Un cambiamento di questo tipo prevede naturalmente un'adozione degli operatori su scala internazionale. L'e-SIM ha senso se tutti gli operatori la supportano, e solo così è possibile eliminare del tutto la necessità della scheda SIM come è intesa oggi, nella sua accezione più "fisica".

La GSM Association, il gruppo che rappresenta gli operatori telefonici, ha detto al Financial Times che "una grande maggioranza di operatori" sta lavorando sul passaggio in massa all'e-SIM: fra questi vengono citati AT&T, Deutsche Telekom, Vodafone, Telefonica, Orange, oltre a tutta una serie di operatori internazionali non meglio specificati. Oltre agli operatori, partecipano attivamente al progetto Apple e Samsung, che contribuiranno attivamente nello sviluppo dello standard.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo17 Luglio 2015, 12:22 #1
La storia si ripete...
Sempre !

I cellulari ETACS, non avevano sim !

Io non compero ne samsung ne apple, quindi la cosa non mi tange, ma comunque, la vedo come un notevole peggioramento, in caso di vendita del cellulare, devi fare anche il cambio intestazione sim, che magari all'acquirente non interessa ecc.ecc...
roccia123417 Luglio 2015, 12:25 #2
Mah, non mi piace.

Un guasto al telefono e bon, fottuto. Il numero è inutilizzabile finchè non si trasferisce la esim su un'altro telefono, e molto probabilmente serve un terzo dispositivo.
Oggi basta scambiare le sim.

Accessibilità da remoto? Vedo già furti di sim.

Per lo spazio che occupano, non vedo perchè eliminarle... Anzi, se è per fare telefoni ancora più sottili, che le lascino, che le sottilette sono scomode e inutili.
andreamars17 Luglio 2015, 12:26 #3
Il grande furto delle sim. La denuncia di The Intercept e Snowden

Questa volta, secondo un articolo scritto da Intercept, gli Stati Uniti e il Regno Unito, l’NSA negli USA e la GCHQ in Gran Bretagna avrebbero avuto accesso a milioni di sim di telefoni cellulari, sfruttando la SIM Card e una particolare backdoor.

Ciò sarebbe stato possibile sfruttando un hack nel network di Gemalto, una società olandese che produce le SIM per i quattro principali vettori USA e per altri 450 operatori in tutto il mondo. In questo modo hanno avrebbero ottenuto la possibilità di leggere i dati dei telefonini.


Con le e-sim queste cose (inserire backdoor nelle e-sim) si potrebbero fare molto più facilmente e sarebbe molto più difficile accorgersene.

La vedo male.
r0317 Luglio 2015, 12:42 #4
Ma io dico: finalmente!

Certo dipende da come gestiscono la cosa. Ma per quanto mi riguarda il numero dovrebbe funzionare come una mail: hai user e password, ti logghi sul cel di un amico, fai le tue chiamate e ti slogghi quando hai finito. Vendi il cellulare? Elimini l'account, fatto.

Chiaro se implementata diversamente o con restrizioni potrebbe essere fastidioso.
Marci17 Luglio 2015, 12:54 #5
Mah, non lo so; io viaggio spesso all'estero e continuo a cambiare sim sul telefono ma con le e-sim te lo fanno il passaggio da Sim italaiana a straniera? Ed il contrario?
Secondo me è un'inutile complicazione che ti obbliga a comprare il telefono ogni volta che vai fuori
recoil17 Luglio 2015, 12:57 #6
Originariamente inviato da: r03
Ma io dico: finalmente!

Certo dipende da come gestiscono la cosa. Ma per quanto mi riguarda il numero dovrebbe funzionare come una mail: hai user e password, ti logghi sul cel di un amico, fai le tue chiamate e ti slogghi quando hai finito. Vendi il cellulare? Elimini l'account, fatto.

Chiaro se implementata diversamente o con restrizioni potrebbe essere fastidioso.


io penso che inizialmente servirebbe in ogni caso l'intervento dell'operatore, ovvero al posto di andare in negozio a farti dare una nuova sim vai con il telefono loro leggono il codice IMEI e fanno il passaggio
comodo per certi aspetti, meno comodo per altri ad esempio quando vai all'estero e fai al volo un cambio SIM
Pier de Notrix17 Luglio 2015, 12:57 #7
in realtà, essendo la SIM virtuale, il problema del cambio telefono non è difficile, anzi. Basta accedere al proprio account online e modificare, aggiungere o eliminare un IMEI di cellulare/tablet per autorizzare o meno quel dispositivo all'utilizzo di quella SIM. Questo significa anche avere SIM bis, tris e poker senza problemi e costi.
Sanger17 Luglio 2015, 13:40 #8
Congetture, si parla di uno standard che di fatto non esiste e non esistono dettagli, quindi tutto quello che viene detto è frutto della fantasia.
recoil17 Luglio 2015, 13:50 #9
Originariamente inviato da: Pier de Notrix
in realtà, essendo la SIM virtuale, il problema del cambio telefono non è difficile, anzi. Basta accedere al proprio account online e modificare, aggiungere o eliminare un IMEI di cellulare/tablet per autorizzare o meno quel dispositivo all'utilizzo di quella SIM. Questo significa anche avere SIM bis, tris e poker senza problemi e costi.


questo sarebbe l'ideale, staremo a vedere... io ipotizzo diversamente perché ho paura che gli operatori non molleranno tanto facilmente
Totix9217 Luglio 2015, 15:26 #10
questa cosa non mi piace per niente...
ciò significherebbe che quando cambi smartphone devi cambiare anche numero o devi perdere tempo a fare passaggi e seccature varie... invece che passare semplicemente la sim nello smartphone nuovo come è sempre avvenuto...
Spero vivamente che non accada mai questa cosa.
A mio parere su alcune cose invece di andare avanti si va indietro... per la gioia dei profitti delle case produttrici a scapito di noi comuni mortali...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^