App IO e il Cashback: l'azienda si scusa su Facebook ma ci sono ancora grossi problemi

App IO e il Cashback: l'azienda si scusa su Facebook ma ci sono ancora grossi problemi

Sono passate 48 ore dall'inizio del funzionamento dell'applicazione IO, quella che permetterà agli utenti italiani di accedere al cosiddetto Cashback. Un sistema che ha però avuto grossi problemi e che tuttora continua ad averne con impossibilità per molti di aggiungere le carte di credito. Le scuse su Facebook per questo non sono tardate.

di pubblicata il , alle 12:21 nel canale Telefonia
 

Il momento è quello del cashback e dell'applicazione IO che permetterà fino a fine anno e poi anche nell'intero 2021 di avere un ritorno sugli acquisti effettuati fisicamente in negozio tramite le carte digitali e non dunque tramite i contanti. In questo caso nelle ultime 48 ore, da quando il sistema risulta effettivamente attivo a tutti, ci sono stati numerosi ed importanti problemi soprattutto nell'accedere al sistema e nel configurarlo permettendo di aggiungere le carte di credito per il pagamento nei negozi. Tante polemiche in questo caso sul malfunzionamento con il team dell'applicazione IO che si è scusato pubblicamente su Facebook per questi gravi problemi spiegando cosa effettivamente non ha funzionato e perché ci possono ancora essere problemi.

IO e il cashback: ecco tutti i numeri e le scuse su Facebook

L'afflusso di utenti è stato incredibile e questo è senza dubbio uno dei principali motivi a causa del quale l'app IO non ha funzionato bene in questi due giorni e continua a non funzionare a dovere. I problemi che gli utenti hanno avuto in queste 48 ore di lancio sono stati molteplici ma i più importanti sicuramente riguardano l'impossibilità di registrare le carte digitali ossia i metodi di pagamento per poter accedere al cashback. Non solo perché in molti hanno avuto problemi nell'inserimento dell'IBAN che serve a ricevere chiaramente il rimborso fino a 150€ entro la fine dell'anno. E in generale ci sono stati problemi anche di accesso l'applicazione IO.

I numeri parlano chiaro sul successo, se così vogliamo chiamarlo, di IO e del suo cashback. Su Facebook il team dell'app ha dichiarato di aver visto almeno 7,9 milioni di download dell'applicazione con addirittura un picco di 2,3 milioni di utenti che hanno attivato il servizio con registrazione delle carte solo nelle giornate del 7 e 8 dicembre. Il problema chiaramente è che la differenza tra i 2,3 milioni di metodi di pagamento attivati e i 7,9 milioni di download dell'app significa che i restanti 5 milioni non hanno potuto registrare le proprie carte di credito per i suddetti problemi. In questo caso è palese che in molti possano aver scaricato l'app ma non registrato i metodi di pagamento ma di fatto sembra altrettanto palese che dopo aver scaricato IO soprattutto in quelle due giornate gli utenti abbiano di certo provato a registrare le proprie carte per accedere poi al cashback con i pagamenti.

Come detto, sulla pagina di Facebook di IO, il team di sviluppo ha deciso di scusarsi con gli utenti per i problemi accorsi nella registrazione deli metodi di pagamento e dunque nell'impossibilità poi di usarle per ricevere il cashback. Il messaggio è questo:

"Nella giornata di avvio del #Cashback, il traffico su #IOapp si conferma molto intenso per l’enorme volume di richieste nella sezione Portafoglio. Questo sta arrecando alcuni disagi, di cui ci scusiamo, ai cittadini che non sono ancora riusciti a completare l’attivazione del Cashback o ad aggiungere i loro strumenti di pagamento. I cittadini che hanno attivato i loro strumenti di pagamento per il Cashback su IO, possono iniziare ad acquistare cumulando transazioni per ottenere il rimborso. Come indicato in app, le transazioni verranno conteggiate dalla mezzanotte del giorno successivo all’attivazione del Cashback".

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sbeng10 Dicembre 2020, 12:33 #1
Non cerco scuse, vorrei solo poter inserire i dati della mia carta di credito
AndreaFx10 Dicembre 2020, 12:39 #2
Se non erro ci sono alcune prepagate che permettono di gestire il cashback dalla loro app senza passare da IO e dallo spid.....prendetela come info di servizio
gd350turbo10 Dicembre 2020, 12:39 #3
Un autorità statale di primo livello, secondo me, non deve fare le scuse su facebook...
Io ad esempio non ci sono...
se le vuole fare, le può fare ai clienti tramite i dati che possiede.
Marko_00110 Dicembre 2020, 12:40 #4
idem
anche se, come ho scritto ieri,
l'operazione del prelievo test pareva fosse andata
a buon fine (richiesta codici richiesti dalla banca per proseguire)
ma poi tutto ha proseguito come al solito
con gli errori "temporanei"...
questo anche con la versione uscita oggi.
Andrew4614710 Dicembre 2020, 12:42 #5
tra app e le banche ... le volte che arrivo al passaggio per autorizzare il pagamento è la banca che lo nega per traffico intenso
diabolikum10 Dicembre 2020, 12:54 #6
ad oggi gli unici problemi li riscontro con le carte emesse dalle Poste
coschizza10 Dicembre 2020, 12:54 #7
immaginate un mondo dove aboliscono il contante, tu vai a fare la spesa e conte su facebook ti chiede scusa ma non puoi farla perche hai il conto bloccato. Io non stavo scherzando immaginate che bello sarà, tu non potrai nemmeno mangiare e loro se ne sbattono allegramente
sierrodc10 Dicembre 2020, 12:57 #8
FATEMI INSERIRE GLI ESTREMI DELLA MIA CARTA DI CREDITO SUBITO!! (ma immuni... no grazie, mi spiano).

Cmq io l'ho scaricata una settimana fa e sono riuscito a fare tutto. Poi effettivamente ho avuto problemi i giorni scorsi ad accedere.

Certo che se non facessero cavolate tipo "ragazzi, da domani a fine anno cashback! affrettatevi!" ovvio che poi si spacca tutto. I test di carico uno può farli anche, ma se a me sviluppatore mi dicessero "bene, da domani, il sistema passerà dal gestire 10.000 utenze a 5.000.000"...

La questione sulle altre app... se mi attivano IO per registrare le altre app allora sì, satispay&co.
AlexSwitch10 Dicembre 2020, 13:22 #9
Ma che andassero a quel paese... Una iniziativa, utile o meno che sia, il cashback era una iniziativa annunciata da tempo!!
E puntualmente alla partenza è andato tutto a " donnine ", dimostrando l'estrema inefficienza dei servizi digitali pubblici.
Quoto il commento ci coschizza... Vorrebbero un mondo cash free e poi rischi di non poter pagare nemmeno il biglietto del bus!!

Ah poèriannoi!!!!
Svelgen10 Dicembre 2020, 13:34 #10
Originariamente inviato da: gd350turbo
Un autorità statale di primo livello, secondo me, non deve fare le scuse su facebook...
Io ad esempio non ci sono...
se le vuole fare, le può fare ai clienti tramite i dati che possiede.


Il fatto che tu non ci sia è irrilevante.
Su facebook sono ormai iscritte quasi 3 miliardi di persone. E tra queste ci sono ormai quasi tutte le aziende, grandi e piccole, dagli imprenditori ai coltivatori di campi.
Che dici...nel 2020 fai prima a chiedere scusa su un social network oppure a spedire una raccomandata nel casolare sperduto in mezzo alla pianura padana?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^