Antitrust e 3: bollette troppo salate per il traffico dati

Antitrust e 3: bollette troppo salate per il traffico dati

Nella vicenda che vede 3 Italia nel mirino dell'Antitrust per bollette troppo salte per il traffico dati ecco la risposte dell'operatore

di pubblicata il , alle 10:00 nel canale Telefonia
 

Il 3 luglio, dopo le proteste di diversi consumatori, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato aveva disposto che H3G sospendesse la riscossione coattiva dei crediti relativi al traffico internet contestato dagli utenti.

Come riportava il comunicato stampa dell'Antitrust: 'Secondo numerose denunce, gli utenti che avevano sottoscritto il piano tariffario “Tre.Dati Abbonamento” con l’“ADSM Modem USB”, hanno ricevuto conti salatissimi, fino a quasi diecimila euro, senza che questi costi così ingenti fossero preventivabili in base alle condizioni d’offerta.'

Ieri è giunta la risposta di 3 Italia, che recita: '3 Italia comunica, in attesa di un provvedimento definitivo, di aver già dato attuazione alla sospensione della riscossione coattiva dei crediti relativi al traffico Internet contestato dai propri utenti nel periodo indicato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e di averlo già comunicato all’Autorità stessa. Si tratta, peraltro, di poche centinaia di casi.

3 Italia ribadisce la correttezza del proprio operato anche per quello che riguarda la strutturazione dell’offerta, che con la sua soglia di 5GB/mese (pari a 5 volte il consumo medio registrato tra i clienti di 3, ovvero oltre 1.200 file mp3, oppure 5 milioni di messaggi chat o 350mila e-mail, oppure 50 mila pagine web.) è tra le più co mpetitive oggi presenti su un mercato in espansione come quello della banda larga mobile.

3 Italia ha avviato campagne di educazione al fine di aumentare la consapevolezza del cliente sui costi derivanti dalla navigazione extra soglia e in roaming GPRS, costi che peraltro dal 5 maggio scorso sono stati ridotti rispettivamente a 20 eurocent a Megabyte e 60 eurocent a Megabyte.'

Come spesso accade nei piani telefonici e per traffico dati italiani il principale problema sembra essere la piena comprensione dei termini delle offerte. A volte è il linguaggio tecnico e criptico a creare confusione ed equivoci, altre volte è la superficialità degli utenti a porre le basi per bollette molto salate.

Staremo a vedere come si concluderà la vicenda, in particolare l'Antitrust prenderà in analisi quattro punti per emettere il suo giudizio su quanto accaduto, per stabilire le effettive responsabilità del gestore. In particolare verrà verificato che:

1) abbia informato adeguatamente il consumatore che, superata la soglia di 5 GB/mese, la tariffa a consumo comporta una spesa estremamente elevata, che aumenta ulteriormente quando la connessione avviene attraverso il roaming GPRS;

2) abbia garantito la possibilità al consumatore di monitorare il superamento di quella soglia;

3) abbia consentito di conteggiare e verificare il traffico dati extrasoglia. Secondo le prime informazioni acquisite, il software offerto ai consumatori non garantisce che i bytes visualizzati durante la navigazione su Internet corrispondano ai bytes riportati ai fini della fatturazione;

4) abbia informato adeguatamente il consumatore sulle zone non coperte dalla rete di H3G.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
legolas9321 Luglio 2008, 10:06 #1
io non vedo tutto questo scandalo..ricordo quando guardavo tra le offerti disagi sono dovuti alla non conoscenza delle persone (capire quando si è sotto gprs) o a chi effettua p2p
Davis521 Luglio 2008, 10:07 #2
era ora che iniziassero a bastonare, non c'e' nessuna modalita' di controllo DURANTE la navigazione, se non avevi la brig di consultare il tuo pannello di controllo non sapevi nulla fino alla fucilata della bolletta!

Certo che 2.000 euro per scaricare un divx in roaming conviene... mi chiamo muccino in casa a firmare autografi per quella cifra!

Xile21 Luglio 2008, 10:08 #3
E mo voglio vedere che faranno a Vodafone e Tim per l'iPhone.
legolas9321 Luglio 2008, 10:09 #4
correggo: io non vedo tutto questo scandalo..ricordo quando guardavo tra le offerte di 3 e i vari costi supplementari mi sembravano indicati chiaramente. Secondo me questi disagi sono dovuti alla non conoscenza delle persone (capire quando si è sotto gprs) o a chi effettua p2p ignaro della elevata mole di dati generata...

Il discorso dei prezzi elevati sarebbe anche quello da discutere..
gnek21 Luglio 2008, 10:12 #5
io ho una chiavetta usb 3 con contratto per 5 gb a settimana (qui non c'è ADSL!!) e sono abbastanza soddisfatto, ma è verissimo che se ha un telefonino UMTS e per sbaglio accedi ad internet (pare che si divertano a mettere quel pulsante in mezzo alle palle) paghi un'esagerazione. consiglio per tutti quelli che hanno la chiavetta come la mia (anche se non credo che su QUESTO sito ce ne sia bisogno): in Opzioni>Rete selezionate "3g solo"
TheThane21 Luglio 2008, 10:21 #6
Diciamo che il 99% delle persone che capitano in questo sono utonti .. da quello che lascia attaccato emule 24 su 24 (bolletta da 25'000€ > O_o) a quello che non sa la differenza tra umts e gprs. Diciamo che dovrebbero mettere un limite giornaliero oltre il quale non si puo andare, tipo non so 100€ massimo di sforatura con avviso al cliente immediato. Se poi invece non è spiegato bene il limite apposta per fare cadere in questi problemi allora e tutta un'altra storia.
Voodoo_dMk21 Luglio 2008, 10:38 #7
Gli utonti possono rimanere utonti, ma devono essere informati. Non appena superano la soglia prepagata dall'abbonamento devono essere avvisati immediatamente dal terminale. Oltre ci deve essere un conteggiatore in tempo reale, facilmente clikkabile, per potersi informare sullo stato. E poi in default dovrebbe essere disabilitato il roaming, in modo che solo l'utente lo possa abilitare. Come per i classici sms della tre che nei loro cellulari mettevano per default l'sms di conferma, ciò implicava la spesa per 2 sms invece di uno.
MiKeLezZ21 Luglio 2008, 10:43 #8
Sarebbe bello un contatore dati (CHE RISPECCHI LA REALTA') con la possibilità di settare dei limiti giornalieri / settimanali / mensili, PIU' uno che limiti il roaming.
Asp... ma poi come fanno ad incularci a sangue?!
Molto meglio inserire anzi il collegamento alle suonerie da scaricare!
JuliusIT21 Luglio 2008, 10:50 #9
Spero che l'antitrust abbia la possibilità di assegnare a 3 (e pure agli altri operatori) una multa salatissima. Non si possono creare piani tariffari e spacciarli come offerta per navigare flat quando in realtà si sta mascherando un traffico a consumo (con prezzi a megabyte... almeno mettessero i minuti, uno capirebbe meglio).
salvodel21 Luglio 2008, 10:51 #10
Originariamente inviato da: Xile
E mo voglio vedere che faranno a Vodafone e Tim per l'iPhone.


Forse hanno bastonato 3 perche per settembre prometteva tariffe migliori per la iPhone? Va be sto zitto.....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^