Android Wear supporta le reti LTE, non serve più abbinare lo smartphone

Android Wear supporta le reti LTE, non serve più abbinare lo smartphone

Con il supporto alle reti di connettività cellulare, Android Wear diventa del tutto indipendente e non ha più bisogno di uno smartphone abbinato per accedere alle sue funzionalità essenziali

di pubblicata il , alle 10:31 nel canale Telefonia
GoogleAndroidLG
 

Google ha annunciato l'arrivo del supporto nativo alle reti LTE su Android Wear. Questo significa che gli smartwatch basati sul sistema operativo di Big G potranno funzionare in maniera del tutto autonoma anche se non abbinati ad un dispositivo esterno. Il supporto alle connettività di rete cellulare arriva contestualmente al rilascio negli States del primo smartwatch che può usufruirne, LG Watch Urbane 2nd Edition.

LG Watch Urbane 2nd Edition

Gli orologi Android Wear compatibili con le reti LTE continuano comunque a condividere un numero telefonico attivato su uno smartphone esterno, ma integrano tutte le funzionalità essenziali per operare correttamente anche se i due dispositivi non sono abbinati o si trovano distanti l'uno dall'altro. Con lo smartwatch si potranno infatti effettuare chiamate o mandare messaggi di testo SMS in maniera del tutto autonoma.

Alla stessa maniera, l'orologio può eseguire tutte le applicazioni e le loro funzionalità accessorie in qualsiasi momento. Ma può sostituire realmente lo smartphone? Al momento questa ipotesi ci sembra una forzatura, soprattutto se consideriamo la risicata autonomia operativa tipica della categoria di prodotto. Anche Google non ci crede ancora molto, consigliando l'uso dello smartwatch in via autonoma solo per periodi di tempo limitati.

Con lo smartwatch si potranno effettuare chiamate o mandare SMS in maniera del tutto autonoma

Ad esempio durante le maratone o in quei frangenti in cui non è possibile portarsi dietro lo smartphone ma si vuole rimanere sempre connessi. Ci sono già altri smartphone che possono funzionare in maniera autonoma, ma non sono basati su Android Wear. Il primo con il sistema operativo di Mountain View è LG Watch Urbane 2nd Edition, che debutta oggi negli Stati Uniti e che arriverà "nei prossimi mesi" anche su altri mercati.

Avevamo parlato in maniera diffusa dell'orologio in questa pagina, mentre di seguito riportiamo le specifiche tecniche:

  • Processore: Qualcomm® SnapdragonTM 400 da 1.2GHz
  • Sistema Operativo: Android Wear (versione Cell-connected)
  • Display: P-OLED da 1.38 pollici (480 x 480 / 348ppi)
  • Dimensioni: 44.5 x 14.2mm
  • Memoria: 4GB eMMC / 768MB LPDDR3
  • Batteria: 570mAh
  • Connettività: Bluetooth 4.1 / Wi-Fi / LTE / 3G
  • Sensori: Accelerometro / Giroscopio / Bussola / Barometro / PPG / GPS
  • Colori: Space Black / Opal Blue / Luxe White / Signature Brown
  • Altro: resistenza a polvere e acqua (IP67)

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mentalray12 Novembre 2015, 10:48 #1
capirai già non superano la giornata di autonomia con solo il BT acceso figuriamoci sotto rete cellulare
floc12 Novembre 2015, 10:59 #2
siccome gia' duravano tanto le batterie, mi sembra un'ottima idea.
ferro7512 Novembre 2015, 11:04 #3
Basta mettersi a mo di braccialetto una batteria da 2000mAh e il problema è risolto! Le fanno di tanti colori, secondo me è anche carino
Notturnia12 Novembre 2015, 11:11 #4
vai di matrix.. usiamo il braccio come pila e siamo a posto
Muppolo112 Novembre 2015, 12:18 #5
La batteria del mio Gear 2 Neo mi dura 4 giorni, utilizzandolo poco. Altrimenti 3 giorni.
Credo che in gran parte sia dovuto alla snellezza di Tizen.
alecns12 Novembre 2015, 12:31 #6
Comunque da noi finche' i nostri beneamati carrier non supporteranno le sim virtuali queste cose le possiamo sognare, almeno con Android Wear.
Vash8812 Novembre 2015, 15:17 #7
Spero che inventino scarpe che generino corrente camminando, poi si immagazzina l'energia in un condensatore e via abiti smart mentre tieni il telefono in tasca si ricarica.
matrix201512 Novembre 2015, 16:36 #8
gli umani sono delle potenti pile e sperate che nessuno scopra mai come utilizzarle
basiliotec12 Novembre 2015, 20:19 #9
Oggetti inutili ,superflui e dannosi per la salute ....
marchigiano12 Novembre 2015, 21:09 #10
l'evoluzione di questi cosi è incredibile, solo l'anno scorso era miracoloso il moto 360 e il watch urbane 1, stanno aggiungendo sempre più funzioni, i soc sono sempre più efficienti sopratutto lato modem, scambiare pochi kb di messaggi consumerà pochissimo la batteria, tra 2-3 anni saranno prodotti maturi

già oggi comunque, il tag connected per dire, usa un processore in grado di far girare windows 10 x86 non fluido ovviamente, ma gira

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^