Android Q prende spunto da iPhone: fra le feature anche un FaceID per pagamenti sicuri

Android Q prende spunto da iPhone: fra le feature anche un FaceID per pagamenti sicuri

Anche Google potrebbe implementare presto su Android un sistema di riconoscimento del volto sufficientemente sicuro e affidabile da poter essere utilizzato per i pagamenti

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Telefonia
GoogleAndroid
 

L'attuale implementazione su Android dello sblocco facciale è considerata generalmente meno sicura e affidabile rispetto alla tecnologia FaceID di Apple, implementata sui più recenti iPhone e iPad Pro, e i motivi non sono campati per aria. Secondo quanto riguarda Consumentenbond, che è un ente olandese a tutela del consumatore, il 38% degli smartphone Android con funzioni di riconoscimento facciale può essere sbloccato utilizzando una foto dell'utente.

Questo perché i più comuni sistemi di sblocco facciale utilizzano un riconoscimento di tipo bidimensionale basato solo sull'immagine raccolta dal sensore della fotocamera frontale; in contrapposizione sistemi come FaceID (o ad esempio quello usato da Huawei Mate 20 Pro) utilizzano diversi sensori in modo da scansionare, volta dopo volta, un'immagine di tipo tridimensionale del volto, risultando così più sicuri e non aggirabili con una foto.

Ma sembra che la situazione sia in procinto di cambiare. Secondo un'analisi condotta su una versione embrionale di Android Q trapelata online nella scorsa settimana, sembra che Google stia sviluppando un tipo di riconoscimento facciale più sicuro rispetto a quello implementato sulle attuali versioni del robottino verde. A riportare la novità è stato XDA Developers, che dichiara di aver trovato alcune righe di codice relative a un sistema di riconoscimento del volto integrato nel SO.

Sono state trovate tracce della nuova tecnologia negli APK del framework, della SystemUI e delle Impostazioni. Nel primo caso sono stati avvistati esempi di avvisi di errore che compariranno in mancanza dell'hardware necessario per il funzionamento della feature nel device di riferimento. Nel messaggio si legge anche che in presenza dell'hwardware la tecnologia potrà essere usata sia per lo sblocco del device, sia per autorizzare pagamenti o accedere alle app compatibili.

Ovviamente rimarrà il supporto per le tecnologie di autenticazione attuali, come password, PIN, pattern, da utilizzare singolarmente o in caso di fallimenti dei restanti metodi presenti. È probabile, ma non certo, che le nuove tecnologie verranno implementate sui Pixel in arrivo nella seconda metà dell'anno, tuttavia nelle scoperte degli scorsi giorni non c'è alcuna traccia di questa eventualità.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emiliano8429 Gennaio 2019, 14:20 #1
quando e' stato presentat faceid, non mi pare di aver letto ios prende spunto da ms o da samsung, ecc...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^