Android P: ecco tutte le novità del nuovo OS tra gesture, parental control e IA

Android P: ecco tutte le novità del nuovo OS tra gesture, parental control e IA

Sul palco del Google I/O 2018 è stato finalmente presentato ufficialmente la nuova versione del sistema operativo per smartphone che l'azienda di Mountain View rilascerà nei prossimi mesi. Ecco le novità.

di pubblicata il , alle 21:06 nel canale Telefonia
AndroidGoogle
 

Android è più vivo che mai e al Google I/O 2018 è stato presentato quello che gli utenti vedranno nei loro smartphone in futuro. Android P uscirà entro la fine di questo anno e avrà tanti elementi completamente nuovi come una nuova dashboard che permetterà di vedere quante volte e quando e per quanto tempo è stata utilizzata una determinata applicazione. Ma la novità sarà anche quella di permettere all'utente di impostare dei limiti a se stesso ossia magari impostare di vedere per mezzora Instagram e una volta che questa mezzora è terminata l'icona diverrà un gradiente in tonalità grigia.

Ma non solo perché Android P includerà un nuovo modo interagire con l'utente. Utilizzerà gesti di navigazione simili a quelli visti su iPhone X ma permetterà anche di usare a nuove funzioni più intelligenti che spesso non vengono usate perché nascoste. Android P è pieno di cambiamenti grafici ma anche funzionali e soprattutto Google vuole permettere di usare uno smartphone con Android scoprendo lo stesso giorno dopo giorno.

Android P e la navigazione con i gesti

Android P cambia effettivamente la propria interfaccia e lo fa in maniera importante introducendo le Gesture che avevamo visto su iPhone X e che ora vengono introdotte anche su Android anche se in modo completamente diverso e soprattutto in piena compatibilità con Android.

Esiste ancora un pulsante Home per tornare alla schermata principale e esiste ancora il pulsante per tornare Indietro ma tutto il resto della navigazione viene realizzato tramite gesture. Basterà scorrere verso l'alto per avere una panoramica di tutte le applicazioni aperte e dunque entrare nel multitasking. Scorrendo ancora verso l'alto si entrerà nella barra delle applicazioni. In questo caso non ci sarà più un pulsante per richiamare il multitasking e quello per tornare indietro sarà solo nelle applicazioni.

Interessante anche scoprire come il nuovo Android P non avendo il pulsante del multitasking nella barra inferiore possa permettersi di occupare quello spazio per inserire nuovi pulsanti. Ecco che si potrà trovare ad esempio il pulsante di rotazione che verrà visualizzato solo se si ruoterà il telefono in landscape. Toccandolo lo schermo, se precedentemente bloccato, potrà essere sbloccato appunto toccando il pulsante.

Novità anche negli screenshot visto che gli utenti potranno annotare qualsiasi cosa direttamente sull'immagine dello screenshot prima di salvarla o condividerla. Lo avevamo visto anche durante il primo rilascio della Developer Preview, Google, ha deciso di modificare i propri toogle rapidi. Le icone saranno ora di colore blu e non avranno più alcun menu a discesa al di sotto di esse ma si potrà entrare nel menu tenendo premuto la stessa icona.

Android P e il controllo parentale

La dipendenza da smartphone è sempre più importante e questo Google lo sa bene. Ecco che secondo l'azienda di Mountain View è un buon momento per cercare di alleggerire questa dipendenza. Per questo ha sviluppato una nuova funzionalità che permette di avere il tutto sotto controllo. L'applicazione permetterà di avere diversi tipi di informazioni ad esempio quanti minuti è stato usato lo smartphone, o quante notifiche sono state ricevute. Si avrà un grafico a forma di torta in cui verrà visualizzato il tempo usato da ogni tipo di applicazione durante la giornata.

DashBoard permetterà di avere una vera e propria relazione con il proprio smartphone Android con la consapevolezza di quello che realmente si fa quotidianamente. In questo sarà possibile ad esempio mettere in pausa una determinata applicazione che diventerà completamente grigia. Ma anche impostare limiti di utilizzo per i bambini.

Sarà anche presente una funzione denominata Wind down che permetterà di dire al proprio smartphone quando è ora di andare a letto. Lo stesso quotidianamente passerà alla modalità "non disturbare" e diventerà completamente grigio. Funzionerà ancora ma l'utente saprà che sta infrangendo l'orario in cui solitamente è necessario andare a letto.

Android P e l'Intelligenza Artificiale

Google ha presentato direttamente al Google I/O 2018 la sua volontà di intensificare il proprio impegno per introdurre ancora di più l'Intelligenza Artificiale nel proprio ecosistema. Ecco che anche Android P ne beneficerà e lo farà in alcune funzionalità interessanti che renderanno a detta dell'azienda lo smartphone appunto più intelligente.

Vi sarà ad esempio una nuova gestione della batteria dove l'Intelligenza Artificiale verrà introdotta per la migliore gestione della stessa. Ecco che lo smartphone e l'AI segnalerà le app che sono state usate e spegnerà quelle che non sono usate da tempo. Stessa cosa verrà fatta dal sensore di luminosità che si adatterà ancora meglio nel tempo e in base all'uso che si farà dello smartphone in base anche alle abitudini.

Non solo perché Android P permetterà di avere nuovi pulsanti che compariranno solo per necessità. Ecco che se l'utente realizzerà una determinata ricerca sarà possibile che Google faccia comparire link diretti a quelle ricerche o magari anche un pulsante per chiamare automaticamente un contatto.

Android P: ecco i telefoni supportati

Google ha fatto sapere che i telefoni supportati dal nuovo Android P non saranno solamente i Pixel ma il programma di Beta verrà ampliato anche ad altri smartphone. Android P sarà disponibile per questi smartphone già da oggi tramite il solito Programma Beta per gli sviluppatori.

Ecco la lista degli smartphone compatibili:

Google

  • Pixel
  • Pixel 2
  • Pixel XL
  • Pixel 2 XL

Nokia

  • Nokia 7 Plus

Vivo

  • Vivo X21UD
  • Vivo X21

OnePlus

  • OnePlus 6

Xiaomi

  • Xiaomi Mi MIX 2S

Sony

  • Sony Xperia XZ2

Essential

  • Essential Phone

Oppo

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zephyr8309 Maggio 2018, 13:38 #1
Per diverse cose mi ricorda l'interfaccia harmattan del Nokia n9 con meego del 2009, meglio tardi che mai

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^