Android 7.0 Nougat, Google promette aggiornamenti più veloci e regolari

Android 7.0 Nougat, Google promette aggiornamenti più veloci e regolari

La società ha dichiarato che il rilascio delle prossime versioni del sistema operativo sarà anticipato da una developer preview. L'intera strategia di aggiornamenti sarà più strutturata a partire dai prossimi mesi

di pubblicata il , alle 11:41 nel canale Telefonia
AndroidGoogle
 

Google ha iniziato il roll-out di Android 7.0 Nougat lo scorso lunedì pomeriggio, annunciando contestualmente una nuova metodica per gli aggiornamenti del sistema operativo. Big G sta pianificando di strutturare in maniera più capillare il rilascio delle novità di Android, anche se ancora non è chiaro se la nuova strategia coinvolgerà i produttori di terze parti, andando a colpire il vero tallone d'Achille della piattaforma mobile di Mountain View.

Stando a quanto scritto da Dave Burke, Vice President of Engineering di Google, Android 7.0 Nougat sarà inserito in un nuovo programma di manutenzione continua. La compagnia ha già iniziato a lavorare sul primo aggiornamento, il quale sarà rilasciato in anticipo in qualità di developer preview proprio come succede storicamente con il lancio delle versioni maggiori della piattaforma. La prima versione non finalizzata è da attendersi, secondo le parole del dirigente, in autunno.

La release finale del primo grosso aggiornamento di Nougat arriverà invece entro la fine dell'anno, probabilmente negli ultimi mesi. Parlavamo prima di produttori di terze parti: sui dispositivi Samsung, HTC, LG le major release di Android arrivano con parecchi mesi di ritardo, anche sui top di gamma. Google non ha voce in capitolo in questi casi, ma una struttura più rigida nelle strategie di rilascio, e la possibilità di avere il codice in anticipo, potrebbe essere d'aiuto anche alle realtà terze.

"Ci stiamo spostando verso un programma di manutenzione regolare nei prossimi trimestri", ha dichiarato il dirigente della compagnia. "Infatti abbiamo già iniziato a lavorare sulla prima release di manutenzione di Nougat che porterà continue innovazioni e finiture e prevediamo di consegnarvela questo autunno in qualità di developer preview". Burke ha poi sottolineato l'importanza della community nei lavori di sviluppo del sistema operativo: "Chiuderemo i bug aperti registrati sulla Developer Preview presto, ma continuate a offrire il vostro feedback".

Insomma, Google continua a mostrarsi impegnata su quello che potrebbe essere per alcuni utenti il difetto più invalidante di Android, ovvero le metodiche senz'altro migliorabili sulle strategie di aggiornamento. Si tratta di una modifica che porterà i propri frutti nei mesi a venire, con la possibilità (e la speranza) di coinvolgere in maniera diretta soprattutto i meno attenti produttori di terze parti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Alessio.1639023 Agosto 2016, 11:57 #1
Si, ci sono cambiamenti.
VR Mode, le API Vulkan, multiwindow nativo, quick reply,
Emoji(non commento),
Multi-locale, Direct boot e upgrade in background.

Alla fine è una minor release spacciata per major.
Era brutto fare Android 6.1 ? La corsa ai numeri.
Rubberick23 Agosto 2016, 12:12 #2
Il problema non è google ma i produttori di smartphones che non rilasciano spesso manco i fix di sicurezza!
flapane23 Agosto 2016, 13:06 #3
Originariamente inviato da: Rubberick
Il problema non è google ma i produttori di smartphones che non rilasciano spesso manco i fix di sicurezza!


Benedette siano CM e la comunità di xda.
Rubberick23 Agosto 2016, 14:04 #4
Originariamente inviato da: flapane
Benedette siano CM e la comunità di xda.


si ma capisci anche tu che ogni volta stare a riflashare la rom, cleanare la cache e mille altri cazzi è una rottura di balle indegna

o_O

una cosa come windows update no?
sbaffo23 Agosto 2016, 14:06 #5
Originariamente inviato da: Rubberick
Il problema non è google ma i produttori di smartphones che non rilasciano spesso manco i fix di sicurezza!

Beh, come dicevano nei commenti alla news precedente, non è che google dia un grande esempio coi suoi 2 anni di aggiornamenti per i nexus (2 e mezzo per patch di sicurezza).
È che ai produttori non conviene aggiornare un device che hanno già venduto (=incassato soldi), preferiscono venderne uno nuovo.
La storia della frammentazione non regge, Windows è installato su computer ancor più frammentati eppure le patch escono mensilmente e per molti anni.
Edit: esatto, tipo windows update solo per le patch di sicurezza.
calabar23 Agosto 2016, 18:18 #6
Originariamente inviato da: sbaffo
non è che google dia un grande esempio coi suoi 2 anni di aggiornamenti per i nexus (2 e mezzo per patch di sicurezza).

I due anni e mezzo però vanno calcolati non da quando il dispositivo è uscito sul mercato, ma da quando viene ritirato. Solitamente questo fa una certa differenza.
Che possano fare di più e di meglio è indiscutibile, soprattutto se il loro scopo è quello di convincere gli assemblatori a supportare meglio i propri dispositivi. Però alla fine il supporto attuale è tutto sommato decente.
flapane23 Agosto 2016, 18:53 #7
Originariamente inviato da: Rubberick
si ma capisci anche tu che ogni volta stare a riflashare la rom, cleanare la cache e mille altri cazzi è una rottura di balle indegna

o_O

una cosa come windows update no?


Sono anni che non usi più CM, eh?
Ormai il processo è seamless: scarica ed installa senza neanche andare in recovery, tu devi solo riavviare.
thunder_bolt9623 Agosto 2016, 23:35 #8
Mi sa che dopo essere passato da Nexus 5 a LG G4, per il prossimo telefono torno su un Nexus. Ho fatto un solo aggiornamento da febbraio, cioè da quanto posseggo il telefono, patch di sicurezza datata Gennaio 2016, grazie a dio esistono le custom rom..
benderchetioffender23 Agosto 2016, 23:40 #9
Originariamente inviato da: sbaffo
La storia della frammentazione non regge, Windows è installato su computer ancor più frammentati eppure le patch escono mensilmente e per molti anni.
Edit: esatto, tipo windows update solo per le patch di sicurezza.


non sono un espertone ma credo ti manchi qualche passaggio nella differenza tra cpu x86 e soc Arm...
in realtà l'ambiente PC è molto piu standardizzato del mondo Soc
sbaffo24 Agosto 2016, 18:13 #10
Originariamente inviato da: calabar
I due anni e mezzo però vanno calcolati non da quando il dispositivo è uscito sul mercato, ma da quando viene ritirato. Solitamente questo fa una certa differenza.

Vero, quindi diventano di fatto 3-3 e mezzo, discreto, quasi quanto i 4 della concorrenza.
Originariamente inviato da: benderchetioffender
non sono un espertone ma credo ti manchi qualche passaggio nella differenza tra cpu x86 e soc Arm...
in realtà l'ambiente PC è molto piu standardizzato del mondo Soc

Mmm, mi sa che non è quello il punto, forse tu non ricordi quando c'erano tre produttori di cpu (cyrix), non so quanti chipset (nvidia, uli, ali, via, forse altri che non ricordo), non so quante schede video (3dfx, number nine, matrox, s3, kyro, altri?), nonché schede audio, ecc. accessori e periferiche a bizeffe. Ognuna aveva il suo driver fornito dal produttore, ma le patch di Win le forniva microsoft per tutti da quando mi ricordo (Win 95).

Alla fine il mondo arm ha solo 3 tipi di schede video: powerVR, adreno e mali, il procio è sempre arm come gli x86 erano sempre x86, il chipset è integrato nel soc, ecc. Anzi direi che è più semplice il mondo arm.
Secondo me è pura e semplice obsolescenza programmata, chiaro che non lo possono dire e inventano scuse: ricordi i 'neo' di samsung? identici al modello prima solo upgrade di android.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^