Android 4.3 supporta TRIM per prestazioni storage superiori

Android 4.3 supporta TRIM per prestazioni storage superiori

L'aggiornamento ad Android 4.3 porta a tutti i dispositivi Nexus la tecnologia TRIM, specifica per SSD

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Telefonia
AndroidNexusGoogle
 

Uno degli aspetti più critici della precedente versione di Nexus 7 era legato alle performance dello storage interno che decadevano inesorabilmente dopo periodi di tempo più o meno prolungati, in base alle abitudini degli utenti.

Secondo quanto riportato da Anandtech questa caratteristica negativa è stata definitivamente corretta da Google grazie al supporto del TRIM su Android 4.3, previsto per tutti i terminali della serie Nexus. Mediante fstrim il sistema operativo informa l'SSD o il suo controller eMMC che un blocco non è più in uso dopo che avviene la cancellazione dei file che si trovavano al suo interno, in modo che questo possa essere utilizzato per il processo di garbage collection.

Android 4.3 Nexus 7 TRIM

Si tratta di un elemento necessario per mantenere le performance di un SSD stabili nel tempo, così come abbiamo visto anche in ambienti desktop dopo la prima diffusione degli hard disk a stato solido. In sostanza, se copiamo un file di 3GB sull'SSD e dopo lo cancelliamo il sistema riconosce lo spazio vuoto solo una volta che cerchiamo di scrivere altri dati sugli stessi blocchi. A lungo andare la struttura dei dati che si trova all'interno diventa sempre più complessa, e questa complessità si paga a lungo termine con decadimenti prestazionali sul fronte storage piuttosto evidenti.

Il supporto al TRIM da parte della piattaforma operativa evita proprio questo, mantenendo una struttura dei dati meno complessa possibile anche dopo utilizzi prolungati del terminale. Il controllo da parte di Android 4.3 avviene comunque solo se vengono riconosciute alcune condizioni in modo da non appesantire il sistema e ridurre l'autonomia operativa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
WarDuck30 Luglio 2013, 15:19 #1
Si sono svegliati presto
Bluknigth30 Luglio 2013, 15:54 #2
Domandona:
ma la funzione TRIM non deve essere anche prevista dallo storage?

Quindi il nexus 7 2 dò per assodato che ce l'abbia.
Ma il vecchio?
maxmax8030 Luglio 2013, 16:00 #3
questo dimostra una volta di più che il SO perfetto non esiste.

io non sono dentro al mondo android, ma sta cosa della mancanza del TRIM era già risaputa?
coschizza30 Luglio 2013, 16:01 #4
Originariamente inviato da: Bluknigth
Domandona:
ma la funzione TRIM non deve essere anche prevista dallo storage?

Quindi il nexus 7 2 dò per assodato che ce l'abbia.
Ma il vecchio?


è una funzione software non hardware
jined30 Luglio 2013, 16:19 #5
Originariamente inviato da: coschizza
è una funzione software non hardware


E' una funzione combinata veramente, anzi lo era fino al al 2011, il software inviava il comando e l'hardware lo eseguiva, in maniera più o meno lineare, per liberare i blocchi precedentemente allocati e rimetterli a disposizione per il prossimo ciclo di scrittura.

Dal 2012, ha cominciato ad essere automatizzata nell'hardware della maggior parte degli SSD, che una volta che ricevono il comando, la gestiscono in maniera proprietaria, automatizzata e temporizzata.

Il bello è, che adesso, la gestiscono in maniera automatizzata e temporizzata, anche se non ricevono il comando ùù
Originariamente inviato da: maxmax80
questo dimostra una volta di più che il SO perfetto non esiste.

io non sono dentro al mondo android, ma sta cosa della mancanza del TRIM era già risaputa?


In realtà le memorie degli Smarphones dispongono del Garbage Collection sull Emmc, ma è un sistema meno efficiente del Trim vero e proprio.
coschizza30 Luglio 2013, 16:34 #6
Originariamente inviato da: jined
E' una funzione combinata veramente, anzi lo era fino al al 2011, il software inviava il comando e l'hardware lo eseguiva, in maniera più o meno lineare, per liberare i blocchi precedentemente allocati e rimetterli a disposizione per il prossimo ciclo di scrittura.


è comunque software perche il firmware del controler è quello che deve essere compatibile non altro hardware e il firmware si aggiorna.
coschizza30 Luglio 2013, 16:36 #7
Originariamente inviato da: jined

In realtà le memorie degli Smarphones dispongono del Garbage Collection sull Emmc, ma è un sistema meno efficiente del Trim vero e proprio.


piu che meno efficiene direi super meno efficiente molti test mostrano che anche dischi di alto rango con il GC non ragiungono nemmeno una frazione di performance che ottengono con un passaggio del trim rispetto alle prestazioni del disco vergine, insomma il GC spesso e come non averlo a meno di non parlare di dischi enterprise ma li è un altra storia.
calabar30 Luglio 2013, 16:51 #8
Sugli altri sistemi invece la situazione com'è?
Qualcuno è informato?

Voglio dire... è la prima cosa che mi sarei aspettato di leggere in questo articolo, dato che non mi pare sia un argomento sviscerato in precedenza.
jined30 Luglio 2013, 17:06 #9
Originariamente inviato da: coschizza
è comunque software perche il firmware del controler è quello che deve essere compatibile non altro hardware e il firmware si aggiorna.


Un algoritmo scritto sul firmware di un chip controller, che determina come questo controller gestisce una serie di blocchi non mi viene da definirlo una "funzione software"...ma più un sistema di controllo sull'hardware.

Poi, se vogliamo entrare nel filosofico. Tutto l'hardware è gestito dal software.. quindi è tutto software, pure come le testine dell'hdd si muovono è controllato da un software, ma è sempre un sistema hardware.


Originariamente inviato da: calabar
Sugli altri sistemi invece la situazione com'è?
Qualcuno è informato?

Voglio dire... è la prima cosa che mi sarei aspettato di leggere in questo articolo, dato che non mi pare sia un argomento sviscerato in precedenza.


Non è detto che non siano implementati dei GC proprietari, ma vera domanda da porre è.. quanto restano costanti nel tempo le transfer rate degli smartphone?

Anche perchè il discorso in "termini prestazionali", della banda di trasferimento (fin'ora USB2) non si è posto fino ad ora, talmente la ratio, rispetto ad un HD (nemmeno la comparo con quella di un SSD!) è almeno 10 a uno.... insomma, parliamo di una decina di mega al secondo, contro picchi di 100mega/s di un HDD e 500mb/s di un SSD moderno.

A chi fregava di un decremento prestazionale da 10mega a 5mega al secondo, dopo 5 anni? Visto che qui si cambia uno smartphone l'anno?? Senza contare, che in molti casi le microsd si cambiano e buttano come le caramelle.

Ecco.. questa era la domanda da porsi.

Ma ora le cose cambiano.. la usb3 è entrata a tutti gli effetti, nuovi tablet, maggiore memoria, maggiore banda, cpu sempre maggiori e quad core.. e quindi, cè maggiore domanda prestazionale anche dai Tablet che stanno diventando PC a tutti gli effetti.
calabar30 Luglio 2013, 17:29 #10
@jined
USB2? MicroSD? Qui non si parla della memoria interna del telefono?
Dubito che sia connessa con un'interfaccia con così basse prestazioni, per lo meno sui dispositivi moderni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^