Anche ZTE vorrebbe produrre il suo SoC ARM proprietario?

Anche ZTE vorrebbe produrre il suo SoC ARM proprietario?

Il colosso della telefonia mobile ZTE vorrebbe iniziare a produrre i propri chip proprietari basati su architettura ARM

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Telefonia
ARMZTE
 

ZTE è uno dei più grandi produttori al mondo per quanto riguarda il settore della telefonia mobile. Poco importa se sia cinese e se si sia fatto strada inizialmente con prodotti di dubbia qualità, ma attualmente i telefoni che giungono dall'Estremo Oriente hanno poco da invidiare ai più blasonati prodotti occidentali dei marchi più diffusi, almeno dal punto di vista più strettamente funzionale.

Il produttore cinese vorrebbe ridurre ancora quelle che sono le differenze fra il mondo orientale e quello occidentale nello sviluppo delle proprie piattaforme mobile, entrando anche nel mondo dei SoC ARM. Come scrive VR-Zone, ZTE potrebbe annunciare ufficialmente il primo chip pensato per il mondo mobile al prossimo PT/Expo Comm China, ricalcando quanto fatto da Samsung con Exynos, ad esempio, o Apple con i suoi processori della serie AX.

Non sono state ancora divulgate informazioni del nuovo SoC proprietario di ZTE, né siamo a conoscenza di quelle che potrebbero essere le specifiche tecniche o la fascia di mercato alla quale ZTE vorrebbe rivolgersi. Attualmente la società si trova in competizione con la connazionale Huawei e con la sudcoreana LG.

Il poter disporre di tecnologie proprietarie, come le succitate Samsung ed Apple, permette ad un produttore di integrare in maniera più capillare le feature all'interno dei dispositivi creando una sinergia completa fra il comparto software e quello hardware. ZTE segue quanto fatto dalla sua diretta rivale Huawei, nel tentativo di diventare più appetibile per i più esigenti utenti del mercato statunitense.

In altre regioni, in cui una minore ricchezza si traduce in esigenze diverse, compagnie che producono SoC meno potenti e con prezzi più abbordabili (ad esempio MediaTek) riescono ad ottenere quote di mercato non indifferenti. Stiamo parlando di America del Sud, India o Cina, ad esempio, mercati ai quali ZTE potrebbe rivolgersi con il suo nuovo SoC in modo da contrastare proprio Mediatek e le proprie proposte basate ancora sulla non troppo performante architettura Cortex-A7 di ARM.

Nonostante sia più probabile che ZTE si rivolga al mercato di fascia bassa con il suo nuovo chip, la società potrebbe anche presentare un chip estremamente competitivo dal punto di vista della potenza computazionale, come effettuato appunto da Mediatek nelle scorse settimane: in effetti anche nei mercati in via di sviluppo la domanda per i dispositivi di fascia bassa si sta saturando e si iniziano a richiedere prodotti di qualità più elevata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Korn14 Agosto 2013, 09:45 #1
perchè considerate il cortex a7 come vecchia? se non erro è la versione economica della nuova generazione ARM, tant'è che è stata progettata per essere usata insieme agli A15
Nino Grasso14 Agosto 2013, 10:24 #2
Hai ragione, corretto.
Korn14 Agosto 2013, 12:03 #3
zbear14 Agosto 2013, 14:02 #4

Eco ?

A dir il vero l'A7 è la versione low power dell'A15, ottimizzato in toto.
Non a caso l'MT6589 a 1.2 Ghz unisce un'ottima potenza di calcolo e di Gpu a un consumo veramente basso.
Io la smetterei di considerare questi processori come un "ripiego" low cost visto che a potenza (a pari clock) battono anche i Tegra 3.
greeneye14 Agosto 2013, 15:21 #5
No mi dispiace: sono un ripiego per non dire peggio.

Ho un tablet con l'MT6589 (quadcore A7 1GHZ) e uno smartphone con l'MT6577 (dual core A9 1 GHZ) e il secondo è decisamente più prestante del primo.

I quad A7 (almeno secondo me) nei cellulari/tablet sono più che altro degli specchietti per le allodole.
nickmot14 Agosto 2013, 18:35 #6
Originariamente inviato da: greeneye
No mi dispiace: sono un ripiego per non dire peggio.

Ho un tablet con l'MT6589 (quadcore A7 1GHZ) e uno smartphone con l'MT6577 (dual core A9 1 GHZ) e il secondo è decisamente più prestante del primo.

I quad A7 (almeno secondo me) nei cellulari/tablet sono più che altro degli specchietti per le allodole.

Dopo tutto il loro scopo è consumare poco, l'architettura per le prestazioni è A15.

Comunque si, sono fondamentalmente specchietti per le allodole, ma è principalmente colpa dell'utenza se uno smartphone viene valutato solo in base al numeor di core, ai GHz, alla quantità di ram ed al numero di pollici e pixel.
Ci meritiamo smartphone da 6" full HD con dentro CPU octacore A7 clockate a mile mila GHz, poi arriva un produttore a caso che fa un dual core A15 coi controcosiddetti e viene tacciato di fornire HW scarso.
FabryHw14 Agosto 2013, 19:25 #7
Originariamente inviato da: greeneye
No mi dispiace: sono un ripiego per non dire peggio.

Ho un tablet con l'MT6589 (quadcore A7 1GHZ) e uno smartphone con l'MT6577 (dual core A9 1 GHZ) e il secondo è decisamente più prestante del primo.

I quad A7 (almeno secondo me) nei cellulari/tablet sono più che altro degli specchietti per le allodole.


Beh evidentemente avrai problemi di software o farai confronti non alla pari (magari coinvolgendo la GPU e magari pure su schermi a risoluzioni differenti).
Perché A7 è sicuramente più lento di A9, ma che 4 core A7 non stiano dietro a 2 core A9 a pari clock è un po' eccessiva come affermazione.


Arm li stima come il 40% più lenti a pari clock, sul singolo core, in alcuni test (ovviamente ci sono test dove l'out of order degli A9 dona sostanziali vantaggi ed il gap sale notevolmente, come test dove gli A7 fanno meglio degli A9 grazie a tecnologie migliori ereditate dagli A15)
LMCH15 Agosto 2013, 05:52 #8
Originariamente inviato da: FabryHw
Beh evidentemente avrai problemi di software o farai confronti non alla pari (magari coinvolgendo la GPU e magari pure su schermi a risoluzioni differenti).


Nel caso di applicazioni in cui un singolo thread più pesante "domina" sugli altri (cosa abbastanza comune) la differenza tra dual e quad è minima e se il dual per singolo core è più veloce/potente è di solito questo a fare la differenza.

Gli A7 vanno visti più come degli A8 "migliorati" che come una versione "economica" degli A15.
Infatti a parità di clock sono leggermente più veloci degli A8 ed a parità di scala d'integrazione salgono più facilmente di frequenza di clock.
zbear19 Agosto 2013, 10:52 #9
Originariamente inviato da: greeneye
No mi dispiace: sono un ripiego per non dire peggio.

Ho un tablet con l'MT6589 (quadcore A7 1GHZ) e uno smartphone con l'MT6577 (dual core A9 1 GHZ) e il secondo è decisamente più prestante del primo.

I quad A7 (almeno secondo me) nei cellulari/tablet sono più che altro degli specchietti per le allodole.


1) Non esiste MT6589 a 1 Ghz ma solo a 1.2Ghz e MT6589 a 1.5 Ghz.
2) E' IMPOSSIBILE. L'MT6589 batte (a parità di clock) il tegra3 e TUTTI i test sui cellulari lo confermano poco sotto il processore dell'S3 Samsung.

O hai problemi al tuo pad o ti hanno rifilato un pacco.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^