Al Google I/O 2014 arriva Android L - TGtech

Al Google I/O 2014 arriva Android L - TGtech

Novità dal Google I/O con Android L e non solo. SuperComputing 2014 di Lipsia, Nokia X2 con Android ma simile a un Windows Phone, nuova reflex full frame Nikon D810, il primo microchip della storia vale un milione di dollari, problemi finanziari di Crytek: tutto nel TGtech.

di Redazione pubblicata il , alle 16:13 nel canale Telefonia
NokiaNikonAndroidGoogleWindowsWindows PhoneMicrosoft
 

Si conclude una settimana ricca di novità per gli appassionati di tecnologia e come di consueto vi proponiamo in TGtech una sintesi dei principali argomenti. Si comincia con Google I/O 2014, un evento che il colosso di Mountain View dedica agli sviluppatori ma in cui non disdegna di presentare importanti novità.

Per l'edizione di quest'anno c'è stato l'annuncio di Android L che rappresenta una vera e propria rivoluzione nel panorama dell'androide verde. Oltre a questa novità sono ancora gli smartwatch e i dispositivi wearable a occupare la scena. Davide Fasola ha seguito l'evento e ci propone una sintesi dettagliata.

A Lipsia si è da poco concluso un importante evento dedicato al supercomputing durante il quale AMD, Intel e NVIDIA hanno mostrato importanti novità. Anche il nostro Paese non sfigura: infatti, tra le prime aziende a presentare soluzioni basate sulle più recenti tecnologie di GPU computing troviamo E4 che propone anche le particolari soluzioni Arka con SoC NVIDIA Tegra 3 e scheda video NVIDIA. A Paolo Corsini lasciamo il compito di fare il punto su questo interessante evento.

Con Nino Grasso conosceremo invece Nokia X2, il più recente modello a basso costo presentato da Microsoft e basato su sistema operativo Android ma con un'interfaccia grafica assai simile a quella di Windows Phone. Per quanto riguarda le novità di prodotto in TGtech vi parliamo anche della nuova full-frame di Nikon. Si tratta del modello Nikon D810 che propone un set di interessanti novità per i fotografi più esigenti; anche il prezzo, ovviamente, è da top di gamma.

Nel 1958, Jack Kilby, negli stabilimenti di Texas Instruments, ha realizzato il primo microchip della storia: si trattava di un wafer in germanio con fili in oro, montato su una lastra di vetro e incorporato in un blocco di plastica trasparente: quel componente vale oggi 1 milione di dollari ma apprendiamo gli altri dettagli relativi all'asta di Christie's in cui il prototipo è stato proposto dalle parole di Nino Grasso.

La puntata di TGtech si conclude con un pezzo curato dal secondo fratello Grasso presente in redazione: a Rosario lasciamo il compito di parlarci di Crytek e, purtroppo, in questa occasione non per un nuovo annuncio ma per alcuni problemi di natura economica che stanno coinvolgendo l'azienda.

[HWUVIDEO="1584"]tg 264[/HWUVIDEO]

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^