Accordo Vodafone-Nokia per i servizi multimediali

Accordo Vodafone-Nokia per i servizi multimediali

La piattaforma di condivisione OVI e i servizi Vodafone verrano integrati su alcuni modelli del produttore finlandese

di pubblicata il , alle 09:15 nel canale Telefonia
NokiaVodafone
 

Vodafone e Nokia hanno stretto un accordo per integrare, su alcuni modelli di cellulari Nokia, i servizi offerti da Ovi, portale di condivisione del produttore finlandese, a quelli dell'operatore telefonico.

I servizi riguarderanno comunicazione, internet,contenuti e navigazione su reti 3G ad alta velocità e a banda larga attraverso cellulari Nokia; inoltre alcuni modelli di cellulari del colosso finlandese saranno riservati esclusivamente alla distribuzione Vodafone.

L’accordo Vodafone-Nokia darà inoltre vita ad un’ancora più ampia offerta musicale mettendo a disposizione attraverso i cellulari Nokia disponibili dal 2008 entrambi i servizi Vodafone Music e Nokia Music Store.

Il web2.0 si fonda sul social networking e sulla possibilità delle persone di entrare in contatto tra di loro con modalità sempre nuove. L’integrazione delle funzionalità di localizzazione geografica e context awareness all’interno dei servizi web2.0 rappresentano il prossimo passo nello sviluppo del web e i computer multimediali Nokia offrono agli utenti la possibilità di partecipare ai loro servizi internet preferiti anche in movimento” ha dichiarato Anssi Vanjoki, Executive Vice President e General Manager Nokia Multimedia. “Siamo contenti di collaborare con Vodafone per offrire agli utenti servizi internet che comprendono navigazione, musica, giochi e accesso alle comunità web, capaci di arricchire e rendere più stimolante la vita di ogni giorno, senza limiti di spazio e tempo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk08 Novembre 2007, 12:43 #1


E la copertura totale del territorio aspetta.. e dopo le partite su cellulare cercano di vendere la musica.
Cosimo08 Novembre 2007, 12:53 #2
Magari con un limite di 5 MB al giorno

bongaiolo08 Novembre 2007, 15:39 #3
Chiacchere.... secondo me Vodafone dovrebbe prima di tutto pensare ad offrire una vera flat, come tutti gli altri operatori in Italia
bongaiolo08 Novembre 2007, 15:40 #4
inteso nel senso che nessun operatore in Italia offre un flat "full"
marcoplacido08 Novembre 2007, 16:21 #5
cazzate di megamanager che non sanno fare una "O" con un bicchiere, gli stessi che danno "analisi vendibilità ko" e poi si meravigliano quando, portata l'adsl, arrivano camionate di modem al "paesello" stesso.
wap? wifi? flat umts? siamo il quarto mondo
marcoplacido08 Novembre 2007, 16:23 #6
navigazione, musica, giochi e accesso alle comunità web, capaci di arricchire e rendere più stimolante la vita di ogni giorno, senza limiti di spazio e tempo.
se ci dai un rene forse
Lucas Malor09 Novembre 2007, 10:58 #7
Mmmhhhh..... reazione alla piattaforma Google? Meglio! Concorrenza ci vuole! Non capisco molto i commenti negativi....
icetony09 Novembre 2007, 14:02 #8
Cari internauti, al flat full su reti UMTS e/o HSDPA non ci arriveremo mai. Il costo dei ponti radio è troppo oneroso. Si arriverà al flat full solo su reti Wimax che hanno un costo dei ponti radio limitato. Prima o poi, comunque, ci arriveremo al flat full. E' solo questione di tempo. Ad oggi il numero di ponti radio, che permettono l'accesso indiscriminato di tutti i possessori di cellulare alla rete internet via UMTS-HSDPA, non è sufficiente a gestire la mole di dati che si verrebbe a generare. Ecco perchè il flat full non esiste ed i prezzi sono ancora troppo alti. Quando con i canoni che stiamo pagando oggi le compagnie telefoniche metteranno da parte qualche soldino, magari cominceranno ad investire in una nuova infrastruttura di rete su Wimax.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^