6 feature che Google ha 'rubato' ad iOS con Android M

6 feature che Google ha 'rubato' ad iOS con Android M

Lo scorso mese di maggio, Google ha annunciato Android M. Previsto per autunno, questa è una versione di minore entità rispetto all'attuale Lollipop. Nonostante ciò sono previste novità molto interessanti, alcune riprese direttamente dalla concorrenza.

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Telefonia
AndroidGoogleiOS
 

Sin dagli albori, Android è stato tacciato come un sistema operativo nato su idee altrui, più precisamente sul concetto di smartphone portato sul mercato da Apple. Con l'iPhone, la Mela ha reso lo smartphone più democratico (in tutto, ma non nel prezzo): veloce e semplice da usare, bello da vedere. Se ad oggi le due piattaforme sono piuttosto simili, Android era nato in un primo momento con un concetto di fondo molto diverso: non supportava il multi-touch e richiedeva l'uso di una tastiera fisica dedicata. Tutte caratteristiche che Google ha dovuto frettolosamente modificare visto il successo ottenuto dal telefono cellulare della Mela. Nel futuro poi entrambe società hanno attinto dalle invenzioni dell'altra, e continuano a farlo ancora oggi.

Nella pagina trovate le 6 caratteristiche che Android M riprende da iOS.

Android M

Permessi delle app: fino ad oggi, Android permetteva di garantire l'accesso alle parti sensibili dello smartphone prima dell'installazione di un'app. Con Android M i permessi vengono chiesti solo quando realmente necessari, in un modo molto simile a quanto avviene da tempo su iOS.

Menu della selezione del testo: con Android M, quando si seleziona del testo si aprirà un menu contestuale con le varie opzioni disponibili (copia, taglia, incolla). Prima d'ora queste apparivano sulla parte alta dello schermo, mentre con la prossima release l'implementazione è molto simile a quella su iOS.

Supporto nativo ai sensori biometrici: introdotto per la prima volta con iPhone 5S, il supporto nativo ai sensori biometrici per la scansione delle impronte digitali è presente da tempo su iOS. Anche Android M lo avrà, insieme ad un servizio di pagamenti simile ad Apple Pay.

Doze: su Android M è prevista una funzionalità per il risparmio energetico delle applicazioni in background. Con il dispositivo in stand-by, la maggior parte delle app andrà in uno stato di "deep sleep", in cui saranno processate solo le notifiche più importanti. Alla riapertura, queste impiegheranno un po' di tempo in più, ma è il segreto dell'incredibile durata della batteria di iPhone e iPad in stand-by.

Modalità non disturbare: su Android M ci sarà una funzione che iOS utilizza da tempo. Nella modalità non disturbare, gli iPhone permettono di disattivare la suoneria se qualcuno effettua due chiamate in tre minuti. La stessa particolare funzione ci sarà sulla prossima versione del robottino verde.

Supporto a sorgenti MIDI: Android non supporta nativamente MIDI, abbreviativo di Musical Instrument Digital Interface. Di contro iOS dispone della caratteristica ormai da anni. Permette di collegare strumenti musicali elettronici e produrre suoni tramite questi. Il gap verrà colmato con Android M.

Ma Google non è di certo l'unica nella categoria a prendere spunto dai concorrenti. Anche Apple lo ha fatto con il suo iOS 9, che probabilmente debutterà qualche settimana prima rispetto ad Android M. In questa pagina potete leggere le feature che iOS 9 ha rubato al mondo Android.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Atom7313 Giugno 2015, 11:51 #1
Gli stessi ricchi capitalisti che stanno dietro a google stanno anche dietro ad apple, a partire da Sequoia Capital. Quindi tra ricchi non si rubano proprio niente, l'unica cosa che viene rubata sono i grandi margini che fanno dai nostri acquisti.
Apocalysse13 Giugno 2015, 11:58 #2
Menu della selezione del testo: con Android M, quando si seleziona del testo si aprirà un menu contestuale con le varie opzioni disponibili (copia, taglia, incolla). Prima d'ora queste apparivano sulla parte alta dello schermo, mentre con la prossima release l'implementazione è molto simile a quella su iOS.


WUT ?? E da quando ? Da KitKat quando selezionavi il testo il copia- incolla è sempre stato in un menu contestuale alla selezione stessa

ma è il segreto dell'incredibile durata della batteria di iPhone e iPad in stand-by

"incredibile" che iPhone 6 a stento arrivi a sera ?
benderchetioffender13 Giugno 2015, 12:55 #3
Originariamente inviato da: Atom73
Gli stessi ricchi capitalisti che stanno dietro a google stanno anche dietro ad apple, a partire da Sequoia Capital. Quindi tra ricchi non si rubano proprio niente, l'unica cosa che viene rubata sono i grandi margini che fanno dai nostri acquisti.


oddio, una cruda verità, certo.... ma non capisco che c'azzecca con le features in sé di due sistemi operativi...

capisco contro Appl€ e i suoi prezzi (che son sempre piu scostati dalla realtà, ma dagli tempo e vedrai anche terminali cinesi da 150€ con android M...e su quelli fidati che i margini son pochi dollari (si ok, son fatti sulle spalle dei poveri cinesi... ma tant'è...mi pare evidente che i progetti di fair trade siano falliti miseramente a questo mondo)

io dal canto mio monto cyano e mi trovo gran bene -e dal quel punto di vista non capisco perchè i produttori non scendono a patti con questa realtà che modella l'AOSP in maniera egregia

PS: la feature dei permessi in realtà era gia presente in kitkat, ma fu levata in un aggiornamento successivo.... devo dire che da quel punto di vista Apple ha fatto un egregio lavoro di semplificazione, mentre Android è allo sbando..spero che in questa implementazione diano una sistemata AL NUMERO di permessi richiedibili dalle app, altrimenti serve a poco o niente perchè i consumatori(fruitori) vanno solo in confusione....cioè io mi ci trovo, ma spiegare i permessi a mia madre diventa difficile
PietroGiuliani13 Giugno 2015, 13:15 #4
Originariamente inviato da: Apocalysse
WUT ?? E da quando ? Da KitKat quando selezionavi il testo il copia- incolla è sempre stato in un menu contestuale alla selezione stessa


credo dipenda anche dalla personalizzazione del produttore e/o dalla singola applicazione...

Originariamente inviato da: Apocalysse
"incredibile" che iPhone 6 a stento arrivi a sera ?


Il problema essenziale di Android non è assolutamente il consumo in standby, se uno ha installate app programmate con criterio.
> La fonte principale di consumo è di gran lunga lo schermo, specie se dotato di una risoluzione stupidamente assurda e con la luminosità anche appena sopra il minimo.
> Secondariamente viene la rete dati, soprattutto in zone coperte in maniera non ottimale (leggi: Italia salvo rare "isole felici", e con riferimento particolare alla "qualità" della rete di determinati operatori)

Migliorare il consumo in standby è la soluzione non richiesta a un problema inesistente, AMMP.
La soluzione richiesta - e non solo da me, direi credo dalla maggioranza, è diagonale schermo<5", risoluzione<=FHD, batteria>2500mAh, con minime varianti personali.
Ovviamente non è una "soluzione" SW...
Marko#8813 Giugno 2015, 13:23 #5
Originariamente inviato da: PietroGiuliani
La soluzione richiesta - e non solo da me, direi credo dalla maggioranza, è diagonale schermo<5", risoluzione<=FHD, batteria>2500mAh, con minime varianti personali.
Ovviamente non è una "soluzione" SW...


Io sono d'accordo con te ma non siamo la maggioranza, è palese.
TheDarkAngel13 Giugno 2015, 14:10 #6
Originariamente inviato da: PietroGiuliani
credo dipenda anche dalla personalizzazione del produttore e/o dalla singola applicazione...



Il problema essenziale di Android non è assolutamente il consumo in standby, se uno ha installate app programmate con criterio.
> La fonte principale di consumo è di gran lunga lo schermo, specie se dotato di una risoluzione stupidamente assurda e con la luminosità anche appena sopra il minimo.
> Secondariamente viene la rete dati, soprattutto in zone coperte in maniera non ottimale (leggi: Italia salvo rare "isole felici", e con riferimento particolare alla "qualità" della rete di determinati operatori)

Migliorare il consumo in standby è la soluzione non richiesta a un problema inesistente, AMMP.
La soluzione richiesta - e non solo da me, direi credo dalla maggioranza, è diagonale schermo<5", risoluzione<=FHD, batteria>2500mAh, con minime varianti personali.
Ovviamente non è una "soluzione" SW...


Il sony z3 compact risponde a tutte queste richieste ma purtroppo non fa alcuno sfacelo di vendite.
AnthonyTex13 Giugno 2015, 14:28 #7
Non commento quasi mai le news pur leggendole ma noto spesso, su questo sito, articoli "contro" android e "a favore" di Apple: non so se questo sia una casualità. Sarei proprio curioso di sapere che telefono utilizza colui che ha scritto l'articolo. Capisco che è impossibile non essere di parte ma nemmeno così di parte.
Saluti

EDIT: Noto che ora è stato pubblicato un articolo per rispettare la "par condicio"... Sono ben felice di vedere che ogni tanto si cerchi di dare un taglio neutrale alla cosa... La mia idea rimane comunque.
chichino8413 Giugno 2015, 16:52 #8
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Il sony z3 compact risponde a tutte queste richieste ma purtroppo non fa alcuno sfacelo di vendite.

Chiaro che no, costa decisamente tanto, quasi il giusto imho per quello che offre ma comunque troppo considerando il gusto dilagante per gli smartphone >5" a prezzi ridicoli.
Un buon compromesso pareva essere il Moto G 2013 che credo sia stato il miglior rappresentante del concetto qualità/prezzo ancora ad oggi (per la sua fascia ovviamente) e poi niente più. Le alternative, se si cerca uno smartphone di una grandezza ragionevole, sono solo: porcherie che non vorresti manco in regalo, telefoni esotici impossibili da reperire, qualcosa uscito qualche anno fa, stop.
Scusate l'OT
bobafetthotmail13 Giugno 2015, 19:06 #9
Originariamente inviato da: PietroGiuliani
Il problema essenziale di Android non è assolutamente il consumo in standby, se uno ha installate app programmate con criterio.
Ho il forte sospetto che Android sia stato progettato per gestire app fatte coi piedi.

Sennò prchè le rinchiude in una VM e le isola le une dalle altre?

Qui è solo un caso di OS che deve imparare a gestire meglio le app che chiedono dei wakeup a caso (= non concederglieli più e fine della storia).
Lo hanno chiamato Doze, ma è di fatto Deep Sleep Battery Saver o Greenify Pro (entrambi con framework Xposed per controllare il sistema Android con privilegi superiori)
Apocalysse13 Giugno 2015, 19:40 #10
Originariamente inviato da: PietroGiuliani
> La fonte principale di consumo è di gran lunga lo schermo, specie se dotato di una risoluzione stupidamente assurda e con la luminosità anche appena sopra il minimo.


E' vero solo a parità di generazione, ma se hai generazioni di schermi differenti, il tuo ragionamento è cannato.
Lo schermo del Note 4 consuma meno di quello del Note 3, lo schermo dell'S6, consuma meno di quello dell'S5 e sia Note 4 che S6 hanno una luminosità molto elevata, ben maggiore di Note 3 e S5, quindi ben venga evoluzioni di schermo che consumano meno e sono più definiti e luminosi ^^

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^