Surface Pro 4: le novità saranno più dentro che fuori

Surface Pro 4: le novità saranno più dentro che fuori

Si avvicina il debutto della quarta generazione di piattaforma tablet di Microsoft, che troverà abbinamento ideale con Windows 10. Lancio previsto per l'estate, con le novità di un nuovo processore forse raffreddato senza ventole

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:31 nel canale Tablet
SurfaceMicrosoft
 

Nella giornata odierna aprirà i battenti Build, la conferenza annuale che Microsoft organizza per i propri sviluppatori oltre che importante evento per nuovi annunci e informazioni sulla futura roadmap dei prodotti dell'azienda americana.

Si discuterà sicuramente molto di Windows 10, ma non è da escludere che Microsoft possa utilizzare questa cornice per fornire alcune informazioni sulla prossima generazione di tablet della famiglia Surface Pro. Alcuni dettagli sono però già emersi online, per quanto non confermati ufficialmente da Microsoft, grazie al sito cinese 36kr.com.

Secondo la fonte poco cambierà a livello di design esterno, e la cosa non ci sorprende. Continueremo quindi a trovare schermo da 12 pollici di diagonale con rapporto 3/2 e risoluzione di 2.160x1.1440 pixel, abbinato a kickstand posteriore e compatibile con i vari accessori che Microsoft ha reso disponibili con Surface Pro 3. A cambiare saranno le componenti interne, con modifiche alla componente CPU: del resto Microsoft ci ha abituati, con le precedenti generazioni di tablet Surface Pro, prima a modificare le componenti interni e a intervenire con la generazione successiva ad un radicale cambiamento esterno.

surface_pro_3_h_2.jpg

Per la componente CPU è ipotizzabile che Microsoft possa adottare un chip della famiglia Core di quinta generazione basato su architettura Broadwell, ma non tra i modelli Core M a più basso consumo. Questa sarebbe una scelta di continuità con le precedenti versioni di tablet Surface, con la quale permettere di ottenere un livello di prestazioni velocistiche allineato a quello di Surface Pro 3 ma allo stesso tempo permettendo, ed è questa la novità, un sistema di raffreddamento completamente passivo.

Microsoft punterebbe quindi a rimuovere le ventole da Surface Pro 4, sostituendole con alcune piccole aperture nello chassis che permettano un naturale ricambio dell'aria interna e sfruttando al meglio l'efficienza energetica dei processori Intel Core basati su architettura Broadwell. Non sappiamo se Microsoft utilizzerà Build per presentare Surface Pro 4 ma in ogni caso il lancio di questa nuova piattaforma non dovrebbe tardare eccessivamente, allineandosi con quello di Windows 10 previsto per l'estate.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gpat29 Aprile 2015, 11:49 #1
> non core m
> fanless

Spero che non sia così davvero... Altrimenti si troverà nel reparto "piani cottura a induzione"
simone8929 Aprile 2015, 12:04 #2
Originariamente inviato da: gpat
> non core m
> fanless

Spero che non sia così davvero... Altrimenti si troverà nel reparto "piani cottura a induzione"


È palese che la notizia non può essere confermata.
Gli stessi core M per essere fanless necessitano di un case in alluminio per favorire lo smaltimento del calore.
Figuriamoci un i5-5xxxU.
http://www.anandtech.com/show/9117/analyzing-intel-core-m-performance

Che poi non capisco questa mania di togliere la ventola.
L'importante è che rimanga spenta durante un uso leggero, durante i film ecc poi per il resto conta che non sia troppo rumorosa.

Se poi consideriamo che viene usato in modalità tablet, le temperatura della scocca devono necessariamente rimanere sotto un certo limite
Davis529 Aprile 2015, 12:44 #3
e' interessante notare come dopo gli errori colossali fatti nelle prime serie, con relativo flop delle vendite... ripetano gli stessi errori!

°FalcoPellegrino°29 Aprile 2015, 13:03 #4
Originariamente inviato da: simone89

Che poi non capisco questa mania di togliere la ventola.
L'importante è che rimanga spenta durante un uso leggero, durante i film ecc poi per il resto conta che non sia troppo rumorosa.

Se poi consideriamo che viene usato in modalità tablet, le temperatura della scocca devono necessariamente rimanere sotto un certo limite


Aspira porcherie e dopo un po diventa rumorosa.
E su un prodotto del genere che è probabilmente difficile da smontare al pari di altri, è una rogna in meno.
AceGranger29 Aprile 2015, 13:08 #5
Originariamente inviato da: °
Aspira porcherie e dopo un po diventa rumorosa.
E su un prodotto del genere che è probabilmente difficile da smontare al pari di altri, è una rogna in meno.


senza contare che la ventola porta via comunque spazio che potrebbe essere occupato dalla batteria piu capiente o eliminato per uno spessore e peso inferiore del tablet.
Yuno gasai29 Aprile 2015, 13:54 #6
Originariamente inviato da: simone89
È palese che la notizia non può essere confermata.
Gli stessi core M per essere fanless necessitano di un case in alluminio per favorire lo smaltimento del calore.
Figuriamoci un i5-5xxxU.
http://www.anandtech.com/show/9117/analyzing-intel-core-m-performance

Che poi non capisco questa mania di togliere la ventola.
L'importante è che rimanga spenta durante un uso leggero, durante i film ecc poi per il resto conta che non sia troppo rumorosa.

Se poi consideriamo che viene usato in modalità tablet, le temperatura della scocca devono necessariamente rimanere sotto un certo limite


Vabbè di sicuro avranno un piano per farlo raffreddare bene Non è una cosa impossibile, avranno di sicuro trovato una soluzione
marchigiano29 Aprile 2015, 14:10 #7
Originariamente inviato da: AceGranger
senza contare che la ventola porta via comunque spazio che potrebbe essere occupato dalla batteria piu capiente o eliminato per uno spessore e peso inferiore del tablet.


ok ma per differenziarsi dal surface 3 liscio e altre soluzioni passive potrebbero mettere almeno una mini- ventolina che anche se gira pianissimo muove quel minimo di aria sul radiatore che non dico possa smaltire 20W ma almeno una decina si... sennò che PRO è?
gpat29 Aprile 2015, 14:55 #8
Originariamente inviato da: marchigiano
ok ma per differenziarsi dal surface 3 liscio e altre soluzioni passive potrebbero mettere almeno una mini- ventolina che anche se gira pianissimo muove quel minimo di aria sul radiatore che non dico possa smaltire 20W ma almeno una decina si... sennò che PRO è?


Basterebbe un normalissimo Core M, che è stato fatto apposta e di cui non capirei davvero l'omissione, visto che per piccoli "burst" pareggia quasi un i5-U e per il resto è più gestibile in un tablet.
Ok che è un surface "pro", ma cosa ci si farà mai? Rendering per 1 ora di fila?
bonzoxxx29 Aprile 2015, 15:08 #9
basta "copiare" la ventola dei macbook air: silenziosissima anche a 2500 giri, la tengo a 3500 in modo da tenere fresco il mac, e dopo 4 anni una soffiatina con l'aria compressa ed è come nuova.

15W di TDP fanless in un tablet non ci stanno c'è poco da fare. Anche i CoreM se non hanno un buon case in alluminio throttlano alla grande: infatti l'asus con coreM (non ricordo il nome) che ha la cpu più lenta va momenti più della CPU core M più costosa proprio perchè ha una dissipazione migliore.
bonzoxxx29 Aprile 2015, 15:11 #10
Originariamente inviato da: AceGranger
senza contare che la ventola porta via comunque spazio che potrebbe essere occupato dalla batteria piu capiente o eliminato per uno spessore e peso inferiore del tablet.


Assolutamente d'accordo, con un CORE M si potrebbe fare tranquillamente, un i5 la vedo dura farlo fanless con 15W di TDP, ma anche con 10W IMHO sarebbe difficile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^