Surface Pro 4 in preorder in Italia: consegne tra 19 Novembre e metà Dicembre

Surface Pro 4 in preorder in Italia: consegne tra 19 Novembre e metà Dicembre

Manca poco alla commercializzazione della quarta generazione di tablet Microsoft, annunciata a inizio Ottobre: per il nostro mercato prezzi importanti e disponibilità in preordine con consegne che si spingono sino a ridosso del Natale

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Tablet
SurfaceMicrosoftIntelCore2-in-1
 

La presentazione ufficiale di Surface Pro 4, la quarta generazione della piattaforma tablet ibrida di Microsoft, è avvenuta circa 10 giorni fa ma questo prodotto non è ancora disponibile per l'acquisto nel mercato nord americano: lo sarà solo a partire dalla fine del mese di Ottobre, seguito dalle altre nazioni Italia inclusa.

Per il nostro paese la data di riferimento è quella del 19 Novembre, con avvio delle vendite presso le catene Mediaworld, Euronics, Unieuro, Trony e Expert a partire da 1029,00€  per la configurazione con processore Intel Core M, SSD da 128GB e 4GB di memoria di sistema. Microsoft ha reso disponibile anche sul proprio store online Surface Pro 4, disponibile in preordine in 6 distinte configurazioni:

  • processore Intel Core m3, 4 Gbytes di memoria RAM, SSD da 128 Gbytes: 1.029,00€ IVA inclusa
  • processore Intel Core i5, 4 Gbytes di memoria RAM, SSD da 128 Gbytes: 1.129,00€ IVA inclusa
  • processore Intel Core i5, 8 Gbytes di memoria RAM, SSD da 256 Gbytes: 1.499,00€ IVA inclusa
  • processore Intel Core i7, 8 Gbytes di memoria RAM, SSD da 256 Gbytes: 1.839,00€ IVA inclusa
  • processore Intel Core i7, 16 Gbytes di memoria RAM, SSD da 256 Gbytes: 2.049,00€ IVA inclusa
  • processore Intel Core i7, 16 Gbytes di memoria RAM, SSD da 512 Gbytes: 2.499,00€ IVA inclusa

La spedizione di questi modelli è attualmente indicata per il 19 Novembre per le 3 soluzioni d'ingresso, salendo al 10 Dicembre per le 3 configurazioni con processore Intel Coe i7. Manca la possibilità, presente invece nello store americano, di configurare Surface Pro 4 con una specifica serie di componenti uscendo quindi dalle configurazioni qui indicate. A queste cifre sono da aggiungere gli accessori, tra i quali la cover con tastiera è di fatto un acquisto obbligato se si vuole sfruttare Surface Pro 4 al massimo delle potenzialità.

Non c'è invece ancora traccia di Surface Book, il notebook ibrido che Microsoft ha presentato assieme a Surface Pro 4 e che per il momento è riservato al solo mercato nord americano. Per quest'ultimo prodotto la risposta da parte dei consumatori è stata decisamente positiva sino ad ora: i preordini sono andati esauriti al punto che alcuni modelli non sono più disponibili mentre per altri il tempo di attesa varia da 4 sino a 8 settimane.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marok16 Ottobre 2015, 12:17 #1
Secondo me prima o poi dovranno uscire delle linee guida per proteggere il consumatore dalla speculazione sul costo di RAM e SDD. Questa situazione è veramente da ribrezzo (nessun produttore escluso eh).
LordPBA16 Ottobre 2015, 13:27 #2
Originariamente inviato da: ambaradan74
Sono un paio di giorni che sto/stiamo valutando in ufficio nostro se per lavorare possano essere prodotti adeguati.

Per ora non riesco/riusciamo a capire ancora quale sia il target a cui potrebbero interessare.

Per uso "ufficio portatile" ci sono soluzioni molto piu economiche.
Per uso un pochino piu pesante mi pare di capire che questi processori abbiano solo il nome i5 e i7 ma vadano meno di un i3 da desktop.
L'i5 va come un AMD da 90 euro.

Le schede video invece non capisco a che livello siano, ma credo a livelli minimi.


Dipende che uso ne dovete fare
pingalep16 Ottobre 2015, 13:44 #3
non reggono bene i carichi lunghi e intensi, perchè dissipa male il calore della cpu e quindi cala di voltaggio e clock.
ma per carichi meno stressanti sono molto prestanti e reattivi.
ma visti i prezzi passo allegramente. imho occasione sprecata per dimostrare che non ci considerano vacche da mungere. inoltre con prezzi meno da strozzini avrebbero incrementato notevolmente quelli venduti, e potevano risparmiare in pubblicità ed eventi perchè sarebbero diventati de facto uno standard in giro.

se poi li mettano così alti per garantire margine di gioco negli store terzi vedremo, ma ne dubito.

probabilmente prezzi altissimi per non fare concorrenza agli altri produttori
Marko#8816 Ottobre 2015, 14:23 #4
Originariamente inviato da: ambaradan74
Sono un paio di giorni che sto/stiamo valutando in ufficio nostro se per lavorare possano essere prodotti adeguati.

Per ora non riesco/riusciamo a capire ancora quale sia il target a cui potrebbero interessare.

Per uso "ufficio portatile" ci sono soluzioni molto piu economiche.
Per uso un pochino piu pesante mi pare di capire che questi processori abbiano solo il nome i5 e i7 ma vadano meno di un i3 da desktop.
L'i5 va come un AMD da 90 euro.

Le schede video invece non capisco a che livello siano, ma credo a livelli minimi.


A discolpa dei Surface c'è da dire che tutti i processori serie U hanno prestazioni scarsine (quindi ultrabook e macbook che li montano).
Di sicuro in un Surface non bisogna guardare il rapporto costo/prestazioni.
-BaTaB-16 Ottobre 2015, 15:32 #5
ma cosa intendete per scarsine?

Io ho guardato un po' di benchmark in giro della serie U broadwell e di quel poco che si trova sugli skylake però in realtà mi paiono molto prestanti.

Per l'uso che la maggior parte dell'utenza fa sono ottimi a quanto ho visto. Anche in termini di prestazioni assolute non sono male a parte il fatto che hanno solo due core. In single core sono efficaci.

tanto per capirci:
http://cpu.userbenchmark.com/Compar...20/m22316vs1981
in single core sono più veloce dei primi i7. Ora so che nehalem è vetusto ma come potenza di calcolo è valido per tutto. Ovviamente non è il top per simulazioni numeriche, video-editing o gaming pesante.
-BaTaB-16 Ottobre 2015, 16:55 #6
non so. Io faccio simulazioni numeriche e mi serve potenza di calcolo ma onestamente, dopo anni di pesanti 17" sto pensando di passare a un 13" o un 15" molto leggero, tanto se devo fare conti pesanti, col notebook sarò comunque indietro rispetto al desktop e qualsiasi altra cosa ormai è fatta molto bene anche da questi 13" con ssd e processori con IPC molto alto
Marko#8816 Ottobre 2015, 17:00 #7
Originariamente inviato da: -BaTaB-
ma cosa intendete per scarsine?

Io ho guardato un po' di benchmark in giro della serie U broadwell e di quel poco che si trova sugli skylake però in realtà mi paiono molto prestanti.

Per l'uso che la maggior parte dell'utenza fa sono ottimi a quanto ho visto. Anche in termini di prestazioni assolute non sono male a parte il fatto che hanno solo due core. In single core sono efficaci.

tanto per capirci:
http://cpu.userbenchmark.com/Compar...20/m22316vs1981
in single core sono più veloce dei primi i7. Ora so che nehalem è vetusto ma come potenza di calcolo è valido per tutto. Ovviamente non è il top per simulazioni numeriche, video-editing o gaming pesante.


Si ok... 7 anni in informatica sono un'era.
Ma effettivamente definirle scarsine è esagerato forse...però parlando in termini assoluti perchè, come detto, il rapporto col prezzo è osceno.
Stiamo parlando di un prodotto che, comprato in configurazione decente (8Gb di ram oggi se si vuole tenerlo un po') e con l'aggiunta degli accessori supera i 1700 euro.
Capisci bene che le prestazioni sono "scarsine" in relazione al prezzo.
Poi si può dire molto bene di tante altre cose...ma per quanto costa è scarso, c'è poco da fare.
(difetto comunque agli ultrabook, sia chiaro...le peculiarità sono altre).
Syk16 Ottobre 2015, 18:13 #8
più di 1000€ per il core M mi pare fuori mercato
non c'è volontà di fare un prodotto da vendita capillare con prezzo adeguato

il mio SP2 da 512GB SSD i5 e 8GB di RAM costava 1800€, non è cambiato niente.
-BaTaB-16 Ottobre 2015, 19:30 #9
sì sì, in quel senso sono d'accordo. E' che con la potenza di calcolo attuale, l'esperienza d'uso tra un i7 6820hq e questi i5 serie U è ben poca se sono affiancati dallo stesso SSD e da un quantitativo decente di ram. A meno che non si debbano eseguire software veramente pesanti tipo calcolo numerico, video editing, videogiochi, ecc.
LucaLindholm17 Ottobre 2015, 00:11 #10
Originariamente inviato da: ambaradan74
Sono un paio di giorni che sto/stiamo valutando in ufficio nostro se per lavorare possano essere prodotti adeguati.

Per ora non riesco/riusciamo a capire ancora quale sia il target a cui potrebbero interessare.

Per uso "ufficio portatile" ci sono soluzioni molto piu economiche.
Per uso un pochino piu pesante mi pare di capire che questi processori abbiano solo il nome i5 e i7 ma vadano meno di un i3 da desktop.
L'i5 va come un AMD da 90 euro.

Le schede video invece non capisco a che livello siano, ma credo a livelli minimi.


Originariamente inviato da: ambaradan74
E' un casino leggere i benchmark perche generano un numero che e' difficile associare ad un uso reale.
un altro utente del forum mi ha dato gentilmente dei link e due dritte.

Io ho visto che l'i5 va come un AMD da 90 euro, piu scarso di un i3.
Forse sta tra un pentium e un i3, bo.

La scheda video sembra molto scarsa invece.
Pero anche li non si riesce ad associare alla realta'.

Il problema e' che nei PC fissi nostri, che sono degli i3 con scheda video dedicata i software sono un po al limite.

Lavorare si lavora anche con un Pentium, pero' se lo pago 60 euro mi puo anche stare bene.
Se si va sopre le mille ci penso un po di piu.


Originariamente inviato da: -BaTaB-
non so. Io faccio simulazioni numeriche e mi serve potenza di calcolo ma onestamente, dopo anni di pesanti 17" sto pensando di passare a un 13" o un 15" molto leggero, tanto se devo fare conti pesanti, col notebook sarò comunque indietro rispetto al desktop e qualsiasi altra cosa ormai è fatta molto bene anche da questi 13" con ssd e processori con IPC molto alto




Dunque, facciamo un po' di chiarimenti:
Questi dispositivi, è abbastanza chiaro, sono votati alla portabilità.
Ma non è detto che non siano potenti, anzi: io posseggo il Surface Pro 3 in firma e varie volte mi è capitato di utilizzarlo per codificare con Visual Studio e non lo feci utilizzando la massima a disponibile nel sistema, ma downclockando @0,78 GHz il processore e imponendo al sistema di utilizzare al Massimo il 15% di tale risorsa (questa impostazione si può riattivare attraverso una modifica nl registro)!!

Tale down-clock si è reso necessario poiché il Surface Pro 3 soffre di problemi di surriscaldamento con Windows 10: si spera che i nuovi Surface siano migliori sotto questo punto di vista.

Quindi non oso immaginare cosa si possa fare con i nuovi processori Skylake, specialmente se fruttati alla loro massima potenza!



In alternativa c'è il Surface BOOK, il primo portatile di Microsoft che, per qualche centinaio di euro in più, permette di avere un'ergonomia molto migliore e, a partire ai 2000€ in su, un ottimo processore quad-core + scheda video dedicata (si vocifera sia una GTX 960M personalizzata e ottimizzata dal Team XBOX e Windows che si sono uniti insieme a tale scopo!).



Spero di avervi fornito qualche spunto interessante riflessione.

Buona serata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^