Panasonic Toughbook FZ-L1, ecco il tablet rugged da lavoro leggero e versatile

Panasonic Toughbook FZ-L1, ecco il tablet rugged da lavoro leggero e versatile

Panasonic ha annunciato un nuovo tablet rugged per il mondo del lavoro, caratterizzato da dimensioni e peso relativamente contenuti per i canoni della categoria

di pubblicata il , alle 19:41 nel canale Tablet
PanasonicToughbook
 

Con una quota del 56% del mercato dei tablet rugged, Panasonic è leader praticamente incontrastato. Ed è da questa prospettiva che lancia un nuovo modello da 7", Panasonic Toughbook FZ-L1, pensato con un occhio di riguardo verso il mondo del lavoro. Si tratta di un dispositivo Android con scocca rinforzata capace di fornire al lavoratore uno strumento dalla grande versatilità con il lettore barcode opzionale, ottima affidabilità, e un buon rapporto qualità-prezzo.

Il tablet intende supportare diversi settori, come retail e hospitality, industria manufatturiera, trasporti e logistica. In ambito retail e hospitality il nuovo membro della famiglia Toughbook può essere d'aiuto per ordini in tempo reale, controlli dell'inventario e localizzazione delle merci; mentre in ambito logistica può aiutare per il job routing, per la navigazione e la gestione dell'inventario e per le proof of delivery. FZ-L1 può inoltre essere un supporto in magazzino, per attività come conferma di ritiro, gestione delle operazioni e identificazione delle merci.

Toughbook FZ-L1 è disponibile in versione Wi-Fi, per chi lavora in spazi interni, e con funzionalità voce e dati per chi invece non ha una location fissa. Il prodotto ha un peso di 480 grammi, nonostante la presenza di una scocca rugged che lo protegge da eventuali sollecitazioni fisiche. Il nuovo tablet viene proposto con processore Qualcomm Snapdragon quad-core da 1,1 GHz ad alta efficienza energetica, 2 GB di RAM e 16 GB di storage, e si basa su Android 8.1 Oreo lato software. La batteria consente di portare a termine un intero turno di lavoro, e può essere sostituita a caldo senza interrompere il lavoro e spegnere il dispositivo.

FZ-L1 resiste, secondo la compagnia, a cadute da altezze di 150 cm sull'asfalto o materiali rigidi, ed è certificato MIL-STD810G contro le vibrazioni ed altre sollecitazioni. Dispone di un pannello HD con diagonale da 7" (1280x720) protetto da un vetro Dragontrail Pro, che può essere letto anche sotto la luce del sole. Il multitouch riesce a funzionare anche con l'uso dei guanti e sotto la pioggia, con il display che supporta anche l'input di un pennino passivo che deve essere acquistato separatamente. Non manca la certificazione IP-65/67 per la resistenza a liquidi e polveri. 

Il device può essere personalizzato in otto diverse varianti: con o senza lettore barcode enterprise-class non angolato per codici 1D, 2D o QR, con connessione Wi-Fi o con 4G LTE, e con i Google Mobile Services installati o meno. Non mancheranno gli accessori dedicati, come cradle, cinture con fondina, set di batterie, penne stilo passive, membrane per la protezione dello schermo e caricabatterie singoli e multipli. Il tablet verrà venduto con i servizi COMPASS 2.0 integrati nell'autunno del 2018, sia nella versione Wi-Fi che 4G LTE.

Il prezzo è ovviamente quello tipico dei prodotti rugged per le aziende: 1.166€ per la versione solo Wi-Fi, 1.257€ per il modello 4G con telefonate, entrambi senza IVA applicata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^