Mercato tablet nuovamente in calo, pesa la mancanza di innovazione

Mercato tablet nuovamente in calo, pesa la mancanza di innovazione

Nel secondo trimestre il mercato dei tablet vede un calo delle consegne del 7%. Apple e Samsung continuano a guidare il mercato, seppur con un minor market share

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Tablet
AppleSamsungHuaweiLenovo
 

Nel secondo trimestre 2015 il mercato mondiale dei tablet va incontro ad un'ulteriore calo dei volumi di vendita: -7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno per un totale di 44,7 milioni di unità consegnate. Contraddistinto da poca innovazione sul lato hardware e da proposte non aggiornate da parte dei vendor, il mercato registra una flessione del 3,9% anche rispetto al primo trimestre 2015.

Jean Philippe Bouchard, Research Director per IDC, osserva: "Oltre alla flessione stiamo vedendo un profondo cambiamento nel panorama dei vendor con i due principali, Apple e Samsung, che perdono quote di mercato. Nel primo trimestre dell'anno le due realtà costituivano assieme il 45% del mercato, mentre questo trimestre con la crescità di LG, Huawei ed E FUN, il market share combinato di Apple e Samsung è calato al 41%. Ciascuna delle realtà in crescita è riuscita a rivolgersi alle aree positive del mercato, come i tablet connessi per LG e Huawei e i tablet di grandi dimensioni per E FUN. Questa tendenza è qualcosa che vediamo su scala più ampia, con i primi 5 vendor che costituiscono il 54% del mercato, in calo dal 58% dello scorso trimestre. E' comunque interessante osservare che Huawei entra nella top-5 per la prima volta, mentre E FUN è rientrata nella top-10 dopo più di un anno, indicando che il panorama dei vendor si sta davvero evolvendo".

Nonostante una costante flessione nelle consegne di iPad, Apple riesce a mantenere il primo posto della classifica con un volume di consegne di 10,9 milioni di pezzi e più del 24% del mercato. Alle spalle la coreana Samsung che consegna 7,6 milioni di tablet e conquista il 17% del mercato. Terzo posto per Lenovo con 2,5 milioni di unità. LG e Huawei sono invece in quello che IDC chiama "pareggio statistico", avendo consegnato entrambi 1,6 milioni di dispositivi.

Jitesh Ubrani, Senior Research Analyst per IDC, ha commentato: "Cicli di vita più estesi, maggior competizione da altre categorie come gli smartphone di grandi dimensioni, assieme al fatto che l'utente può installare il più recente sistema operativo sui tablet vecchi ha danneggiato l'iniziale entusiasmo per questi dispositivi sul mercato consumer. Ma con nuovi form factor come i 2-in-1 e aggiunte capacità di produttività come quelle inserite in iOS9, i vendor dovrebbero essere in grado di portare nuova vitalità ad un mercato che ha perso il suo slancio".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Drio30 Luglio 2015, 09:42 #1
Secondo me pesa il fatto che oramai un tablet lo hanno quasi tutti, e non lo cambiano spesso come il cellulare...
Questi avrebbero la pretesa che un povero utente ogni anno cambi tablet, telefonino, smartwatch ecc
AleLinuxBSD30 Luglio 2015, 10:05 #2
Secondo me i produttori devono smetterla di inventare scuse o pensare a scorciatoie, nella fattispecie, mancanza di innovazioni sostanziali lato hardware (compreso il loro conflitto di interesse, lato smartphone) e persistenza di lacune lato software, così come l'idea di breve termine di cicli di sostituzione rapidi, per tentare di fare cassa più rapidamente.
Il punto di forza dei tablet stà proprio nel non dovere essere sostituiti continuamente, oltre alla loro maggiore ergonomia, dovuta alle dimensioni dello schermo maggiore, e possibilità d'uso di hardware un po' più potente.
Cfranco30 Luglio 2015, 10:37 #3
Originariamente inviato da: Drio
Secondo me pesa il fatto che oramai un tablet lo hanno quasi tutti, e non lo cambiano spesso come il cellulare...
Questi avrebbero la pretesa che un povero utente ogni anno cambi tablet, telefonino, smartwatch ecc


Il fatto è che lo smartphone viene esibito come status symbol, se non hai l' ultimo uscito sei un barbone
Il tablet lo usi a casa per gli affaracci tuoi, e un tablet di 3 anni fa può tenerti compagnia al cesso esattamente come quello uscito ieri ... che lo cambi a fare ?
benderchetioffender30 Luglio 2015, 15:34 #4
Ma con nuovi form factor come i 2-in-1 e aggiunte capacità di produttività come quelle inserite in iOS9, i vendor dovrebbero essere in grado di portare nuova vitalità ad un mercato che ha perso il suo slancio


mavaccaghèr!

poca innovazione! hahahahh no c'è poca pazienza nei mercati azionari, per questo anche l'ovvietà come un mercato che avrebbe raggiunto la saturazione velocemente come quello dai tablet, è diventato un mercato "fiacco, senza innovazione...." bah

ricordiamo apple, king indiscussa sui ricavi aziendali, qualche anno fà, in piena crescita di ricavi, venne castigata dai mercati azionari perché "poco innovativa"... mi sembra un ragionamento da "mai contenti"

tutti presi da questa ansia da innovazione, io la trovo un pò sospetta questa ansia..... son sempre piu convinto che la correlazione gestori di fondi azionari-cocaina sia sempre piu tragicamente vera
mrk-cj9430 Luglio 2015, 18:55 #5
il problema ora non è più l'innovazione ma il ricambio "generazionale",
dal 2010 al 2011 e dal 2011 al 2012 eri costretto (se lo usavi seriamente) a cambiarlo di continuo perchè (tolto iPad) la user experience era pessima (lag persistente ecc) e ogni anno migliorava, ma già con l'uscita di Note 10.1 (comprato il 1° Novembre 2012) il bisogno di cambiarlo si è azzerato, infatti io ho ancora quello e mi durerà altri.. boh.. 2 anni? forse anche di più, in totale 5 anni di "vita" (che nell'era di oggi sono tantissimi)
bongo7431 Luglio 2015, 06:54 #6
dipende da come si guarda....
molti girano con smartphone da 5-5,5"
questi cosa sono minitablet o supersmartphone?
comunque stanno rilanciando l'uomo con il borsello
bobafetthotmail31 Luglio 2015, 13:15 #7
Originariamente inviato da: benderchetioffender
poca innovazione! hahahahh no c'è poca pazienza nei mercati azionari, per questo anche l'ovvietà come un mercato che avrebbe raggiunto la saturazione velocemente come quello dai tablet, è diventato un mercato "fiacco, senza innovazione...." bah
perchè raggiunge la saturazione? Perchè non c'è innovazione.
Cioè un prodotto di anni fa è uguale e paragonabile ad un prodotto di oggi.
Cioè chi compra non ha ragione di cambiare il prodotto di anni fa e comprare un prodotto di oggi.

ricordiamo apple, king indiscussa sui ricavi aziendali, qualche anno fà, in piena crescita di ricavi, venne castigata dai mercati azionari perché "poco innovativa"... mi sembra un ragionamento da "mai contenti"
No, è un ragionamento da gente che guarda al guadagno FUTURO.

Senza innovazione il guadagno FUTURO è a rischio.

tutti presi da questa ansia da innovazione, io la trovo un pò sospetta questa ansia.....
Senza innovazione il mercato si satura e il valore delle azioni scende.

Mi sembra un comportamento perfettamente logico se sei un azionista.

comunque stanno rilanciando l'uomo con il borsello

A quello ci stava già pensando la Lobby Gay degli stilisti tra pantaloni strettissimi e a vita bassa anche per i maschi.
oliverb31 Luglio 2015, 21:00 #8
Invece ogni anno bisogna cambiare, io ogni anno cambio smartphone, pc, tablet, notebook e netbook, perchè bisogna rimanere al passo coi tempi e aggiornarsi, ahaha scherzo, per me possono fallire tutti quanti (ps: non ho nemmeno lo smartphone ahah)
Francesco_77701 Agosto 2015, 22:50 #9
Originariamente inviato da: Drio
Secondo me pesa il fatto che oramai un tablet lo hanno quasi tutti, e non lo cambiano spesso come il cellulare...
Questi avrebbero la pretesa che un povero utente ogni anno cambi tablet, telefonino, smartwatch ecc


Condivido questo ragionamento, mi sembra molto appropriato. Io stesso ho cambiato 3 smartphone negli ultimi due anni, il tablet è sempre l'economicissimo Mediacom!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^